F1 | Sirotkin: “È difficile accettare di dover rinunciare al sogno della F1 per sempre”

Il pilota russo ha raccontato la sua mancanza dalle piste di Formula 1 dopo aver perso il sedile alla Williams a fine 2018

F1 | Sirotkin: “È difficile accettare di dover rinunciare al sogno della F1 per sempre”

A fine 2018, Sergey Sirotkin ha dovuto lasciare il mondo della Formula 1 per il mancato rinnovo del suo contratto con la Williams, a causa di alcune diverse sugli obiettivi raggiunti e di ritorno economico tra la squadra inglese e lo sponsor del pilota russo, SMP.

Nel suo unico anno in Formula 1, Sirotkin aveva dimostrato di avere potenziale, nonostante le limitate prestazioni della monoposto non gli avessero permesso di esprimersi sempre al massimo e di lottare per posizioni più rilevanti in classifica. Ma ciò nonostante, essere un pilota di Formula 1 è sempre qualcosa di emozionante, ed essere usciti fuori da quel mondo come pilota ufficiale, è pur sempre molto doloroso, come ha raccontato lo stesso Sirotkin: “Direi che è diventato ancora più doloroso. Perché a quel punto chiaramente la Williams non era la vettura più competitiva e sapevo che l’anno successivo la situazione probabilmente non sarebbe migliorata in maniera drastica. Pensavamo che avendo questo gap, magari avremmo avuto la chance di trovare una opportunità migliore che lottare con Robert per il sedile” ha raccontato Sirotkin ha detto ad Autosport al lancio della SMP Karting Academy a Mosca.

“Ma ora, avendo nutrito speranze piuttosto alte, grandi aspettative e persino avendo avuto alcuni approcci nel mio primo anno in Formula 1, per poi alla fine non raggiungere il tuo obiettivo, avere poi perso un ulteriore anno, ti fa realizzare che tornare in Formula 1 l’anno successo sarà ancora più difficile. E infine realizzi che quell’obiettivo è andato perso per sempre. Ad essere onesto, quando non si ci pensa, non fa male, ma succede ogni giorno che qualcuno te lo faccia ricordare ed è… Non lo so, non sono una persona priva di emozioni a riguardo, non è la cosa meno importante nella mia vita, quindi per me è sempre stato abbastanza doloroso e rimarrà tale” ha poi aggiunto il pilota russo.

 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati