F1 | Raikkonen: “Ferrari? Non deve essere un addio triste, rimarremo comunque amici”

"La Ferrari è diversa rispetto agli altri team, c’è una grande passione: la conoscono tutti nel mondo", ha detto il finlandese in uno speciale su Sky Sport F1

F1 | Raikkonen: “Ferrari? Non deve essere un addio triste, rimarremo comunque amici”

Nello speciale L’ultimo Imperatore, in onda in questi giorni di feste natalizie su Sky Sport F1 e disponibile anche in on demand, Kimi Raikkonen racconta la sua esperienza in Ferrari.

Il finlandese, che ha passato con la scuderia del Cavallino ben otto stagioni complessive (2007-2009/2014-2018) e ad oggi ultimo campione del mondo con la Rossa, dal prossimo anno sarà impegnato in Alfa Romeo Sauber dove condividerà il box con il nostro Antonio Giovinazzi.

Non credo che questo addio alla Ferrari debba essere triste, perché conosco il team in cui andrò a correre – ha sottolineato Iceman -. Chiaramente sarà diverso, abbiamo vissuto quei momenti insieme e dunque nessuno deve essere triste”.

Raikkonen, sul significato che rappresenta il marchio Ferrari, ha detto: “È diversa rispetto agli altri team, c’è una grande passione: la conoscono tutti nel mondo. E’ anche un modo più italiano di vedere le cose. Non c’è troppa passione, ma alle volte ne andrebbe bene anche un po’ meno. Però, in un modo strano, ci integriamo bene insieme”.

Sul rapporto con l’Italia: “Sono diverso dagli italiani, ma le cose hanno funzionato bene. Rimarremo comunque amici anche se non lavoreremo più insieme e questo è importante. Ci ritroveremo nei weekend di gara”.

F1 | Raikkonen: “Ferrari? Non deve essere un addio triste, rimarremo comunque amici”
4.4 (88%) 5 votes
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati