F1 | Ocon: “La prossima volta con Perez starò più attento”

Il pilota della Force India ha ammesso che sarà più accorto la prossima volta che si troverà in lotta con il compagno di squadra

F1 | Ocon: “La prossima volta con Perez starò più attento”

Ancora polemiche sullo scontro nel GP d’Ungheria che ha coinvolto i due piloti della Force India. I due piloti si sono toccati alla prima curva, danneggiandosi a vicenda ma riuscendo comunque a concludere la gara all’ottavo e al nono posto.

In una recente intervista ad Autosport Esteban Ocon ha avuto modo di parlare dello scontro e del futuro rapporto con il suo compagno di squadra. Ha ammesso che, la prossima volta, guiderà con più prudenza quando si troverà vicino a Perez.

“Si, probabilmente la prossima volta starò più attento. In ogni caso è chiaro che non vuoi mai toccare nessun’altra vettura e, soprattutto quando fai parte della stessa squadra, non devi prendere tanti rischi”.

“Questa è la mia opinione e spero che venga presa in considerazione – ha proseguito – la squadra ha detto nessun contatto. Io l’ho rispettato e spero di riuscire a farlo anche in futuro”.

Di contro, Sergio Perez ha difeso il suo comportamento, giustificandolo con il caos in pista in quel momento: “Avevo Vandoorne accanto a me e dovevo evitarlo, non c’era spazio per tre auto. Abbiamo avuto un piccolo contatto, ho danneggiato un po’ la mia ala anteriore ma siamo riusciti a proseguire. Abbiamo dato le nostre opinioni e va tutto bene. Io non potevo andare da nessuna parte”.

Il messicano si è detto anche piuttosto tranquillo per il futuro, facendo un confronto con quanto successo, a parti inverse, a Baku: “La squadra gli aveva parlato dopo quanto successo a Baku. Dopo questo, invece, non ha detto niente perché non c’era niente da dire. Cerchiamo di andare avanti e di fare il miglior lavoro possibile”.

Sul loro rapporto, invece, non sembra cambiato nulla: “Penso che siamo ok. Siamo piloti professionisti, non andrò certo da lui a dargli un pugno in faccia. La nostra rivalità è buona, ci spingiamo duramente in pista e questo fa aumentare le nostre prestazioni. Alla fine per la squadra è una cosa buona. Non abbiamo sempre la macchina più veloce, ma grazie a questa rivalità siamo sempre avanti”.

Manuel Lai

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati