F1 | Ocon su Alonso: “Lavoreremo insieme per il bene della squadra”

"Fernando si è dimostrato pronto fin dal primo giorno in squadra", ha dichiarato il francese

Ocon felice di lavorare in Alpine con Alonso
F1 | Ocon su Alonso: “Lavoreremo insieme per il bene della squadra”

Esteban Ocon non vede l’ora di iniziare a lavorare con Fernando Alonso per lo sviluppo del team Alpine nel 2021. In una chiacchierata concessa al quotidiano AS, il pilota transalpino ha accolto con soddisfazione l’ingresso in squadra del due volte Campione del Mondo, evidenziando come quest’ultimo, grazie alla sua esperienza, offrirà un contribuito chiave alla crescita della scuderia francese.

Alonso, ricordiamo, ha testato la RS20 negli Young Driver Test di Abu Dhabi, raccogliendo informazioni molto utili in termine di sviluppo. Un lavoro importante che la squadra spera di sfruttare già a partire dal primo appuntamento del mondiale 2021 in Bahrain.

Fernando si è dimostrato pronto e carico fin dal primo momento in cui è arrivato”, ha affermato il francese. “Ha fatto diversi test e questo lo aiuterà ad accelerare il processo di adattamento alla vettura. Sono certo la sua esperienza sopperirà gli anni nei quali è stato lontano dalla Formula 1“.

“Sembra che abbia vent’anni e credo che sarà preparato per andare al massimo fin da subito”, ha proseguito. “Io cercherò di combattere con lui, però allo stesso tempo lavoreremo insieme per il bene della squadra e questo è importante. Vorrei conquistare il massimo dei punti disponibili, e dunque attaccherò”.

“Fino ad ora non siamo stati molto in contatto, però ci siamo parlati e ci mandiamo dei messaggi. Io rispetto molto Fernando e spero di correre delle belle gare con lui”, ha concluso.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Alpine, Alonso: “Imola è speciale”

"Qui storia e tradizione, ricordo benissimo i duelli con Schumacher nel 2005 e 2006", ha aggiunto
Prima volta di Fernando Alonso dopo l’ultima gara corsa qui nel 2006. All’epoca, lo spagnolo diede vita a un bel