F1 | Force India, Perez: “Correre in Brasile è speciale, è la casa del mio eroe: Ayrton Senna”

Ocon: "Lavorerò sodo per tornare a punti questo weekend: ne abbiamo bisogno"

F1 | Force India, Perez: “Correre in Brasile è speciale, è la casa del mio eroe: Ayrton Senna”

Sergio Perez ed Esteban Ocon hanno presentato al sito ufficiale della Force India il Gran Premio del Brasile, penultimo appuntamento del Mondiale 2018 di Formula 1.

SERGIO PEREZ
Classifica piloti: 8° posto (57 pti)
Piazzamento ultima gara: ritiro (GP del Messico)
“Correre in Brasile è sempre speciale perché è la casa del mio eroe, Ayrton Senna. Il circuito è pieno di storia e nel giorno della gara i fan mostrano tanto supporto. Interlagos è una pista davvero divertente: un vero classico della Formula 1. È un giro breve con un buon flusso, ma devi essere preciso in ogni curva, altrimenti il ​​tuo ritmo è compromesso. È un tracciato divertente in cui guidare, ma è piuttosto accidentato. C’è bisogno di una macchina stabile nel posteriore, con poco sottosterzo, che ti consenta di poter sfruttare al massimo tutti i cambi di direzione nel settore centrale. Anche il meteo può essere un fattore interessante: mi piace questa imprevedibilità. Abbiamo vissuto un paio di gare difficili ad Austin e in Messico, dove non abbiamo sfruttato al massimo il nostro potenziale. Sto ancora mirando a finire il campionato piloti come ‘il migliore del resto’ (al 7° posto, ndr) e ho bisogno di un bel weekend per recuperare i punti persi recentemente”.

ESTEBAN OCON
Classifica piloti: 11° (49 pti)
Piazzamento ultima gara: 11° (GP del Messico)
“Mi piace molto correre in Brasile, è un weekend divertente. L’atmosfera sulla griglia è speciale: i fan amano la Formula 1 e puoi percepire ovunque l’eredità di Ayrton Senna. Il tracciato in sé è uno dei miei preferiti perché ci sono tutti i tipi di curve. Hai bisogno di una buona macchina di cui poterti fidare nei settori ad alta velocità, ma che allo stesso tempo non scivoli nelle curve lente. Questo è molto importante, soprattutto per non compromettere la parte finale del giro. Di solito c’è il rischio pioggia durante il weekend: un po’ di acqua probabilmente renderebbe le cose più interessanti quest’anno. Ero davvero deluso dopo la gara in Messico, ma ho imparato da quella esperienza. Lavorerò sodo per tornare a punti questo weekend. Ne abbiamo bisogno per il campionato costruttori perché siamo ancora nel pieno di una lotta serrata con la McLaren, e vale lo stesso per il Mondiale piloti”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati