F1 | Ferrari, continua il tabù ad Abu Dhabi

La pista di Yas Marina resta indigesta per la Rossa. In dieci edizioni finora disputate nessun pilota del Cavallino è mai salito sul gradino più alto del podio

F1 | Ferrari, continua il tabù ad Abu Dhabi

La Ferrari resta ancora a secco sulla pista di Yas Marina. Anche nell’edizione 2018 del Gran Premio di Abu Dhabi, atto conclusivo della stagione andato in scena nella giornata di ieri, la scuderia del Cavallino non è riuscita a salire sul gradino più alto del podio.

Difatti Sebastian Vettel ha chiuso la corsa negli Emirati al secondo posto, alle spalle della Mercedes del vincitore Lewis Hamilton, mentre Kimi Raikkonen si è congedato dalla sua esperienza in Ferrari con un mesto ritiro: il finlandese infatti ha dovuto alzare bandiera bianca nel corso del settimo giro per un problema di natura elettrica.

Con la piazza d’onore colta ieri, Vettel ha dunque eguagliato il miglior risultato centrato da Maranello sul tracciato di Yas con Fernando Alonso (edizioni 2011-12).

Proprio con lo spagnolo, che ieri ad Abu Dhabi ha chiuso la sua carriera in Formula Uno, la Rossa subì nel 2010 la beffa più atroce della sua storia recente nel Circus con il titolo iridato perso ai danni di Sebastian Vettel, all’epoca in Red Bull.

F1 | Ferrari, continua il tabù ad Abu Dhabi
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati