F1 | Ferrari, Binotto sullo sviluppo della power unit: “Nel 2014 eravamo molti distanti dai nostri avversari”

"Come nuova squadra dobbiamo sempre affrontare nuove situazioni", ha ammesso il team principal della Rossa

F1 | Ferrari, Binotto sullo sviluppo della power unit: “Nel 2014 eravamo molti distanti dai nostri avversari”

Il 2019 ha rappresentato l’anno della promozione per Mattia Binotto che ha raccolto l’eredità di Maurizio Arrivabene a capo della Gestione Sportiva della Ferrari, conservando al tempo stesso la carica di direttore tecnico.

Malgrado le difficoltà incontrate nell’ultima stagione, Binotto ha sottolineato come il gruppo di lavoro creatosi a Maranello sia ancora relativamente giovane con persone nuove inserite in varie posizioni. Al tempo stesso però il team principal della Rossa ha sottolineato gli enormi passi in avanti operati da Maranello sul settore riguardante la power unit dall’introduzione, nel 2014, dell’ibrido.

Come nuova squadra dobbiamo sempre affrontare nuove situazioni – ha ammesso Binotto a Motorsport-Total -. Sono molto soddisfatto e so che questo non accadrà tra un anno. Nel 2014, quando è stato introdotto il nuovo formato, eravamo molto distanti dai nostri avversari. È stato un lungo sviluppo fino a quando non abbiamo potuto finalmente sfidarli”.

Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

1 commento
  1. stefanoabbadia

    6 Febbraio 2020 at 17:15

    Leggendo questo commento mi permetto di scriverne uno mio (spero non fuori luogo):
    nel 2014 un tale di nome LUCA, inviò una lettera che fu pubblicata il 14 Agosto 2014 anche dalla Gazzetta dello sport, tale lettera spiegava bene cosa era successo in Ferrari…vedasi “la verità di Marmorini”…tutto quello che lessi si verificò poi negli anni a seguire….Forza Ferrari sempre ma rispetto anche per chi ha tante competenze, io la penso cosi e nel rispetto di tutti.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati