F1 | Brawn sull’incidente Vettel-Leclerc: “Non è mai bello quando compagni di squadra si autoeliminano”

"Sarebbe stato bello se uno di loro avesse seguito l'esempio di Hamilton ammettendo immediatamente le proprie colpe", ha detto il ds del Circus

F1 | Brawn sull’incidente Vettel-Leclerc: “Non è mai bello quando compagni di squadra si autoeliminano”

Nella sua analisi post Gran Premio del Brasile Ross Brawn ha discusso anche del contatto fratricida che ha visto protagoniste le Ferrari di Sebastian Vettel e di Charles Leclerc. Un incidente che ha costretto entrambe le Rosse al ritiro.

La scuderia del Cavallino, per l’attuale direttore sportivo del Circus, non deve permettere che episodi come questi accadano in futuro specie se Maranello lotterà per il Mondiale.

Per Brawn inoltre uno dei due piloti avrebbe fatto bene a prendersi le responsabilità di quanto avvenuto, ammettendo così l’errore fatto, come accaduto ad Hamilton che si è scusato con Albon. L’inglese infatti, nelle battute conclusive del GP di Interlagos, ha toccato la Red Bull del thailandese danneggiandone la gara.

Non è mai bello quando compagni di squadra si eliminano a vicenda da una gara, soprattutto se non c’è in palio un risultato particolarmente importante, come in questo caso il terzo posto in Brasile era il massimo a cui potevano aspirare – ha sottolineato Brawn -. Dopo le tensioni post pausa estiva, tutto sembrava essersi calmato nel camerino della Ferrari. Ma ora Mattia Binotto deve affrontare il duro compito di rimettere in sesto le cose e in effetti ha detto proprio questo nelle sue interviste nel dopo gara. Non doveva dire altro se non quello di mettere i piloti davanti  alle loro responsabilità, che a Maranello significa anteporre gli interessi della squadra a quelli del singolo cosa che non è avvenuta in gara”.

L’ex direttore tecnico della Ferrari, completando la propria disamina, ha poi aggiunto: “Non vorrei avventurarmi in un’opinione sul più colpevole nella collisione ma, a freddo, sarebbe stato bello se uno di loro avesse seguito l’esempio di Hamilton ammettendo immediatamente le proprie colpe come ha fatto appunto il campione per quanto riguarda il suo scontro con Albon.  Se la Ferrari vuole davvero porre fine al dominio di Mercedes, non solo deve fornire ai suoi piloti un’auto più competitiva il prossimo anno, ma deve anche garantire che incidenti come questo non si ripetano. La Formula 1 è uno sport di squadra, soprattutto a Maranello”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati