Ecclestone: “I paesi non vogliono spendere per la F1”

Il boss del circus critico sulle scelte economiche di alcune amministrazioni

Ecclestone: “I paesi non vogliono spendere per la F1”

La situazione della Formula 1 in Europa è sempre più critica tra Paesi che abbandonano le loro gare e amministrazioni che non sono più in grado di spendere le cifre che comporta avere un gran premio.

Questo ha portato alla recente situazione del GP di Monza, ma anche ai dubbi sul GP di Germania e all’addio del GP di Francia.

Una situazione ben chiara a Bernie Ecclestone che, in un recente intervento a Top Gear, ha raccontato il suo punto di vista: “Sono veramente sconvolto per due gare che abbiamo perso, India e Turchia”.

Anche per la gara inglese la conferma è in bilico: “Silverstone non è del tutto salvo, al contrario. Questi circuiti non hanno bisogno di troppi soldi per renderli sicuri”.

Poi l’attacco su alcune scelte: “È deludente pensare che tutti questi Paesi spendono un sacco di soldi cercando di ottenere le Olimpiadi e non tirano fuori nulla per la F1. Nonostante la piccola somma che potevano spendere per una gara di Formula 1 non hanno voluto farlo”.

Manuel Lai

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

9 commenti
  1. Actarus

    14 Settembre 2016 at 12:54

    1) non mi sembra che tutti i paesi si scannino per avere le olimpiadi (costano un botto e non assicurano un ritorno economico) 2) i soldi che lui chiede sono molti per un singolo evento e probabilmente non garantisce neanche un giusto ritorno economico! 3) mettiamoci la crisi degli ultimi anni che ha influito non poco…

  2. ecgf1

    14 Settembre 2016 at 14:41

    Se 68 milioni (di soldi pubblici per giunta) per tre anni a Monza vi sembrano pochi…pazzesco

    • AntonioX

      15 Settembre 2016 at 15:54

      Monza nonostante il tutto esaurito (quasi 200.000 presenze) ha incassato circa 6 milioni + altri 6 milioni derivanti da pubblicità e diritti tv. Non so se ci sono altre fonti di introiti ma comunque è palese che a fronte dei circa 22,6 milioni annui che pretende Ecclestone si vada in perdita, non so di quanto di preciso ma si va in perdita. Ma vaglielo a spiegare al vecchiaccio

  3. BlackPanther

    14 Settembre 2016 at 15:17

    Una piccola somma…va bene, in fondo chiede oltre 20 milioni di dollari per una gara, soldi che si possono perfettamente trovare per strada come le monete da 5 centesimi.

  4. poverocecco

    14 Settembre 2016 at 15:49

    ma va a …..re vecchio

  5. Antonio1234

    14 Settembre 2016 at 20:21

    Piccola somma.
    Se lo dici tu.
    Be forse hai anche ragione alla fine penso che le sole freccie tricolore non costino poco per fare spettacolo.

    • Antonio1234

      14 Settembre 2016 at 20:23

      però alla fine penso che le sole freccie tricolore non costino poco per fare spettacolo.

      • jacques_1

        15 Settembre 2016 at 06:42

        Non credo siano pagate dagli organizzatori perchè a quel punto mi chiedo come potrebbero pagarle le località in cui si vanno ad esibire durante l’anno (di solito non sono paese grandi e ricchi). Lo spettacolo completo dura 30 minuti, a monza hanno fatto 1 passaggio serio in formazione semplice e altri 2 per fare ancora un po’ di spettacolo.

  6. iceman82

    16 Settembre 2016 at 12:49

    Io credo che questo signore, dopo aver venduto la f1, stia cercando un “canto del cigno”: un altro po’ di notorietà per chi è sempre stato sugli scudi.
    Prima la Mercedes che aiuta la Ferrari, poi gli stati contro la F1…mah!
    Poi una cosa…io non paragonerei un evento millenario come le olimpiadi alle corse.
    Sono due cose diverse, due sport che hanno basi opposte: in una il centro è l’uomo, nell’altro, l’uomo si divide i meriti con la macchina (la percentuale varia in base ai regolamenti).

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati