Barrichello: “Questa FW33 è nata male e non si può tornare indietro”

Barrichello: “Questa FW33 è nata male e non si può tornare indietro”

La Williams sta vivendo quella che è la peggior stagione di tutta la carriera in F1, con solo cinque punti all’attivo in quindici gran premi, quattro per Rubens Barrichello ed uno per Pastor Maldonado.

Malgrado gli aggiornamenti introdotti, non ci sono stati segni di miglioramento e Barrichello sostiene che se si riuscisse a capire dove hanno sbagliato con la FW33, sarebbe un buon punto di partenza per il futuro.

“La macchina è nata male e non ci sono modi per tornare indietro”.

“Ci sono modi per migliorarla, ma la cosa più importante non è migliorare questa macchina, ma capire cosa sia andato storto e rendere la prossima migliore. Altrimenti, la prossima sarà uguale identica”.

“Ci sono due o tre cause all’origine, ed è per questo che forse non si capisce cosa vada male. Se si risolve il problema appieno quest’anno, le probabilità di fare una macchina migliore saranno molto più alte l’anno prossimo”.

“Non è solo un problema di aerodinamica, abbiamo problemi con la qualità delle parti, perchéé un giorno la monoposto può essere buona, l’altro giorno con la stessa ala non avrà le stesse performance”.

Alessandra Leoni

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

20 commenti
  1. Fernando

    20 Ottobre 2011 at 14:48

    Se non ci sono soldi sufficienti per investire nel controllo di qualità, non si vince e non si comprende nemmeno il perché non lo si fa.
    Probabilmente la penuria di danari freschi della Williams ha impedito di approfondire certi aspetti e sappiamo bene che l’impiego di materiali non idonei o idoneamente verificati, può vanificare anche un progetto sulla carta perfetto.

  2. Andrea

    20 Ottobre 2011 at 15:05

    Sir Williams ha perso anche di credibilità..era proprio Barrichello che qualche gara fa l’aveva accusato di essere troppo menefreghista nei confronti del team (infatti in diversi GP non si è nemmeno presentato perchè in vacanza,come l’occasione in cui Rubens lo disse)

  3. Slauzy

    20 Ottobre 2011 at 15:09

    Pochi commenti qui, non si parla delle RedBull. Va bene Rubens, lo sapevi prima di firmare il contratto, ora è inutile lagnarsi. Dopo l’exploit con la Brown del 2009, avresti dovuto lasciare.

    • Alex82

      20 Ottobre 2011 at 19:39

      Ma che vuol dire, che c’entrano le lagne? Non può nemmeno esprimere la sua opinione sulla monoposto???

      • Slauzy

        20 Ottobre 2011 at 22:58

        non è un superpilota che può permettersi di dare giudizi sulla macchina. Caso mai è la squadra che potrebbe dare giudizi su di lui. Ma non lo dico per polemica, è uno che si è sempre lagnato di tutto.

    • gino

      20 Ottobre 2011 at 23:27

      con ferrari e brown era sempre con i primi in ferrari doveva vincere il tedesco in brawn era gia deciso che doveva vincere button

    • luca

      22 Ottobre 2011 at 23:17

      Barrichello poteva andare in Mclaren a fine 2009, dopo il licenziamento di Kovalainen. Però lui rispose di no perchè si era già promesso alla Williams. Poco intelligente oppure la scocciatura di fare l’ennesima volta il secondo?

  4. luciano

    20 Ottobre 2011 at 22:52

    ho visto un documentario sulla ferrari, ad ogni gp tutti i pezzi verniciati(alettoni ecc..) vengo sverniciati e riverniciati. e poi viene controllata anche l’ uniformità della vernice…. i livelli sono altissimi.. mi dispiace per la williams, ma di certo non potra essere competitiva con rubens…

    • davinumberone

      23 Ottobre 2011 at 03:06

      senti puoi dirmi come si chiama questo documentario per favore??

  5. damned

    20 Ottobre 2011 at 23:17

    lo dicevo io a inizio stagione che il loro super cambio che pompavano tanto non li avrebbe portati lontano..

    • konradkid

      22 Ottobre 2011 at 11:44

      Io invece penso che quel cambio verrà copiato l’anno prossimo da tanti, Ferrari compresa.

      Non è il cambio a rendere questa Williams perdente, è che da un po’ di anni la loro tecnologia (materiali, aerodinamica, ecc) non si è evoluta con la stessa velocità dei rivali e quindi sono rimasti indietro

  6. capitanAmerica

    21 Ottobre 2011 at 06:53

    si dovrebbe avere un pò più di rispetto per questo ragazzo,attaccato sempre e ovunque,molto pulito e veritiero,ovunque abbia avuto un buon mezzo a renderlo tale ha contribuito e non poco e ha accettato di non avere gratificazioni.Sicuramente sta facendo miglior figura di quanta non ne faccia
    Webber che fa da zerbino e non è mai stato così schietto come Rubens verso il team.Per quanto riguarda la fama di lagnone,provate a sopportare due ore di gara dopo averla vinta con l’ambiente che Ti dà sempre e comunque addosso.Tanta gente qui dentro e fuori parla oramai abituata al pilota Ivan Drago,io preferisco quello genuino di campagna……….

    • V.D.S

      21 Ottobre 2011 at 19:37

      Sei sicuro di conoscere davvero la verità su questo”pilota genuino”???

      • capitanAmerica

        21 Ottobre 2011 at 20:12

        sei suo parente per caso che ne sai quanto me e tutti gli altri che però non hanno da criticare…Tii direi facci vedere quanto vali!

  7. Jedan

    21 Ottobre 2011 at 08:58

    sinceramente mi spiace per la williams e per i suoi piloti, capita l’anno dove non si azzecca il progetto.spero che il prossimo anno abbiano i fondi e i tecnici per creare un pacchetto al livello almeno di sauber toro rosso e force india

  8. Cla Vanza (tifoso Ferrari)

    21 Ottobre 2011 at 13:12

    analizzando le prestazioni della Williams FW33 mi chiedo a cosa serva un pilota esperto (come Barrichello sostiene di essere) se alla fine la macchina sviluppata con gli ingegneri non va come dovrebbe. A questo punto meglio un giovane + veloce in pista….

    • Samuele

      22 Ottobre 2011 at 00:32

      Ma anche che fosse meno veloce.. lo si usa per farlo girare in attesa che gli ingegneri risolvano i problemi visto che il pilota non riesce a indirizzarli.

  9. pecos64(tifoso williams )

    21 Ottobre 2011 at 23:22

    Non per fare come il ” Grillo parlante ” perchè sono tutti bravi a dare giudizi con il senno di poi, ma chi ha avuto modo di scambiare chat con me deve riconoscere che il sospetto che questo progetto fosse nato male sin dall’inizio a me era venuto sin dai test pre campionato. Ed era venuto anche in Williams, ricordate il tempone fatto registrare a sorpresa mi sembra a Barcellona, sono in genere espedienti che si usano quando già si sà che in gara la vettura non renderà.
    Quello che non avevo previsto è l’entità dell’errore progettuale commesso, pensavo che come nella passata stagione si riuscisse in corso di anno a rimediare qualcosa. Così non è stato, evidentemente, come detto più volte, il male stà nel telaio, che non si può certo cambiare durante l’anno. A questo punto poco può fare Rubens, sia per il tipo di problemi che ha la vettura, sia per i regolamenti che non permettono grandi sviluppi in corso di campionato, sia perchè le finanze ci consigliano che è meglio risparmiare qualcosa per il prossimo anno.

    • Ale

      23 Ottobre 2011 at 23:07

      gli errori progettuali ci stanno, ma Barrichello, come peraltro in Ferrari!!, non è mai (a mio parere? no! sonod ati di fatto) stato in grado di aiutare la squadra come ha fatto 24h si 24 il grande Kaiser…e tutti i tifosi del cavallino lo hanno sempre capito che era così…si respirava no?

      mentre Barr(o)cc(i)ello oltretutto Lamentichello…la prima cosa che ha fatto è di accusare la squadra, e questo non è che mette i progettisti, i meccanici e gli investitori sotto una gran bella luce no?

      e per finire, lamentichello ha perso l’ultima occasione della sua vita con la Brawn GP, ormai è andata, appendere casco al chiodo, punto

  10. Carmagnolo

    23 Ottobre 2011 at 15:16

    michael schumacher guida per la force india

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati