Theissen: "L’attuale crisi non compromettera' il futuro della Formula 1"

Theissen: "L’attuale crisi non compromettera' il futuro della Formula 1"

Mario Theissen giovedi' ha dichiarato di non credere che l’attuale crisi in Formula 1 potra' compromettere il futuro della categoria. Tre dei costruttori presenti i F.1, unitamente alla Red Bull, sono determinati a contrastare le regole sul budget cap imposte dal presidente FIA Max Mosley. I costruttori tedeschi BMW e Mercedes-Benz seguono la linea FOTA, pur essendosi esposti in maniera minore.

Nel frattempo, mentre con la consueta tenacia Bernie Ecclestone operava nel paddock di Monaco in funzione di mediatore, il responsabile della BMW Motorsport Theissen sottolineava che anche la politica e' una parte della Formula 1.

La perdita contemporanea di tali marchi costituirebbe un enorme danno per la categoria, e Theissen rimane dell’avviso che un compromesso alla fine si potra' trovare. “Guardando nel passato, questo tipo di negoziati e discussioni sono sempre state presenti in F1” avrebbe detto il tedesco al quotidiano sportivo francese “L’Equipe”. “Ed hanno sempre suscitato molto interesse nel pubblico. In qualche modo fa parte della F1” ha spiegato. “Personalmente non ne avverto la necessita', anzi mi auguro che finiscano presto. Ma non credo che ci saranno ripercussioni”. Mentre la FOTA e Mosley si sono incontrate oggi nel Principato, le iscrizioni per il mondiale 2010 sono state ufficialmente aperte.

“Dovremo aspettare e vedere” ha dichiarato Ecclestone, in merito alla scadenza fissata per il 29 maggio. “Probabilmente, la maggior parte dei team non rispettera' questo termine”. Comunque, il 78-enne ha ribadito: “La Formula 1 continuera', abbiamo contratti mondiali con TV e sponsor, e tutto andra' avanti”.

Marco Privitera

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati