Scarichi e diffusori soffiati: non c’è l’accordo tra i team per abolire il divieto

Scarichi e diffusori soffiati: non c’è l’accordo tra i team per abolire il divieto

Continua l’incertezza sulle regole sugli scarichi e i diffusori soffiati dopo che nel meeting di stamani del Technical Working Group a Silverstone non è stato raggiunto un accordo.

Dopo la controversia scoppiata dopo l’entrata in vigore del divieto al GP Gran Bretagna e le varie deroghe concesse dalla Federazione la FIA aveva proposto ai team di approvare all’unaniminità l’abolizione del divieto e tornare alla situazione pre-Silverstone.

Ma nel meeting di stamani non è stato possibile raggiungere un accordo. Secondo indiscrezioni la Ferrari e la Sauber avrebbero rifiutato di firmare un accordo per tornare alle specifiche di Valencia.

Anche la Williams sarebbe stata favorevole all’abolizione del divieto.

Scarichi e diffusori soffiati: non c’è l’accordo tra i team per abolire il divieto
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

66 commenti
  1. Alessio

    10 luglio 2011 at 13:57

    Ora sono sereno, come va va, buon gran premio a tutti….dalla prossima gara torneremo sul pianeta terra!!!!!!

  2. J.J. Thunder

    10 luglio 2011 at 13:58

    Personalmente ritengo che tutta sta telenovela non abbia senso…. bastava far vietare alla RB di usare una mappatura diversa x la qualifica ovvero stessa mappatura sia per le qualifiche che per la gara.

  3. debiruman

    10 luglio 2011 at 13:59

    Braaaavo Domenicali,braaaavo questo è quello che un ferrarista si aspettava da un omuncolo come te,dimettiti facci sto piacere ,idiota,gìa che c’eri gli leccavi pure le scarpe,ripeto dimettiti omuncolo,vile

  4. J.J. Thunder

    10 luglio 2011 at 14:00

    Godiamoci la gara ragazzi….. pista particolare a tratti bagnata…. speriamo in una gara emozionante e che vinca il migliore.
    Forza McLaren :-p

  5. maxfunkel

    10 luglio 2011 at 15:37

    Giusto bravi fate bene a non firmare questa pagliacciata!!!!!

  6. lettore

    10 luglio 2011 at 17:03

    raga la storia è una la ferrari ha perso 2 decimi stando a voi ma la red e la mclaren hanno perso un secondo… comunque bentornato a coloro a cui piace la vittoria facile

  7. strige

    10 luglio 2011 at 17:12

    non ci vedo nulla di strano, la ferrari fa solo il suo interesse (e ci mancherebbe). Il bello è che qualcuno spaccia ferrari e sauber, per molti team. Nessuno si è accorto che sauber è motorizzata ferrari? La toro rosso è della redbull, quindi mi sarei stupito se avesse votato contrario.

    Va beh…bella gara oggi.

  8. RP

    10 luglio 2011 at 17:54

    alla fine quando si arriva a far rispettare il regolamento si vuole fare un passo indietro. io mi chiedo dove e finito lo sport? vedo le squadre motorizzate Renault e Mercedes a chiedere l’abbolimento e quelle motorizzate Ferrari a fermarlo. E solo politica. Vediamo chi vincera.

  9. Omar

    10 luglio 2011 at 23:39

    Coloro che hanno cavalcato l’onda di questa regola assurda sono stati la Williams, Ross Brown e la Mclaren, il tutto senza sìrendersi conto che si erano dati in gergo la zappa sui piedi.

    Adesso vogliamo addossare la colpa alla Ferrari per essersi schierata a giochi fatti?
    Ma per piacere!! la Ferrari è migliorta tantissimo, questa è l’unica cosa importante, tutto il resto sono solo parole campanilistiche che nulla hanno a che fare con il buon senso.

  10. Omar

    10 luglio 2011 at 23:42

    Mercedes con il senno del poi ha chiesto l’abolizione, ma prima sono stati loro ad alimentare il focolaio credendo di ottenere un grande vantaggio.
    E poi diciamolo!! ma questi motori non erano congelati? si certo!! le pere cotte erano congelate, infatti si è visto che dopo questa regola tutti hanno manipolato di tutto e di più, salvo i motorizzati Ferrari.

  11. Giovanni frattianni

    11 luglio 2011 at 12:48

    La prossima regola sara” ruote quadrate x tutti tranne una scuadra,cari ragazzi e normale che ci definiscano mafiosi.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati