Raikkonen: “Non smetto di cercare buoni risultati”

Il finlandese si è detto ancora determinato

Raikkonen: “Non smetto di cercare buoni risultati”

Chiamato a presenziare alla conferenza stampa FIA di oggi, Kimi Raikkonen è stato inevitabilmente meno loquace del compagno di squadra Fernando Alonso, che aveva parlato prima nella hospitality della Scuderia Ferrari. Tuttavia, il primo tema su cui si è discusso anche in questo caso è stato il divieto di dare alcune comunicazioni attraverso la radio. Un tema particolare per il finlandese, diventato famoso per aver detto al proprio ingegnere di pista, ormai due anni fa, quando guidava per un altro team, di lasciarlo da solo perché sapeva quello che stava facendo! Quel messaggio è passato alla storia della Formula 1 ma Kimi pare continuare a pensarla nella stessa maniera: “Per quanto mi riguarda non parliamo molto alla radio quando non ci sono dei problemi” – ha iniziato il pilota della Scuderia Ferrari – “Potrebbe essere più complesso se ci fossero dei problemi sulla vettura e ci fossero da fare delle operazioni per riuscire a concludere la corsa. Potrebbe essere più difficile, ma è pur sempre parte del gioco”.

Raikkonen ha vissuto una stagione complicata fino a questo punto, ma tutto ciò non ha scalfito la sua determinazione nell’inseguire il successo: “Fino alla fine di questa stagione, spingerò più forte che si può perché io voglio continuare ad inseguire buoni risultati per me e per il team” – ha ribadito – “È chiaro che sarà difficile come è evidente che questa stagione non è andata come speravamo dal momento che ci attendevamo di fare meglio. Tuttavia ci sono stati dei miglioramenti decisamente incoraggianti per noi come squadra e ora sono più contento, anche se resta ancora molto lavoro da fare”. Ha poi sorpreso ben poco che un pilota soprannominato “Iceman” non si sia detto preoccupato dal clima tropicale di Singapore: “In passato per me non è mai stato un problema, inoltre quest’anno mi parte anche meno umido e caldo rispetto alle scorse stagioni. In aggiunta a tutto questo, le nuove vetture sono pure più lente”, ha concluso.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati