Nico Rosberg: “In alcune gare, la strategia è assolutamente cruciale”

Nico Rosberg: “In alcune gare, la strategia è assolutamente cruciale”

Nico Rosberg riconosce che la F1 sia come giocare a scacchi, in quanto la strategia molte volte è cruciale.

Il tedesco si riferisce anche al Gran Premio dell’India, dove Michael Schumacher, partito undicesimo, è riuscito a piazzarsi davanti a Rosberg, con una condotta di corsa intelligente volta a preservare le gomme morbide più a lungo. Così facendo, ha superato il compagno di squadra.

“A volte in Formula Uno vi sono momenti della gara in cui non c’è molta azione e non ci sono sorpassi. In quei momenti, la strategia diventa assolutamente cruciale”.

“Principalmente, la strategia è decisa dal team, in quanto ha una visione d’insieme migliore, grazie anche a tutti i computer che hanno”.

“E’ come giocare a scacchi. C’è un gruppo di persone intelligenti nel nostro team, contro altre persone intelligenti negli altri team e vuoi essere sempre avanti di qualche passo per batterli”.

Alessandra Leoni

Nico Rosberg: “In alcune gare, la strategia è assolutamente cruciale”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

44 commenti
  1. sghembo (discepolo di Franco Bortuzzo))

    3 novembre 2011 at 14:49

    Qualche riferimento “velato” a domenica scorsa??

    Son convinto che Nico sia un ottimo pilota ma mi sembra stia un pò soffrendo il (notevole) miglioramento di quest’anno di Schumacher!

    Sembra quasi gli sia rimasto ampio margine solo al sabato nel giro secco… mentre in gara sente il fiato sul collo!

    • MrSchumi71

      3 novembre 2011 at 22:04

      ESATTO ESATTO PROPRIO COSI,STA MOLLANDO E CERCA SCUSE IL ROSBERGINO

      • NR

        4 novembre 2011 at 04:49

        Infatti rosberg sta mollando intanto l’anno scorso gli è finito davanti e quest’anno con molta probabilità anche.Non so come giudicate voi ma Rosberg ha ridicolizzato Schummy in qualifica mentre in gara anche grazie alla sua esperienza se la giocano alla pari.

  2. Nicos

    3 novembre 2011 at 14:58

    Se andiamo avanti così le corse di F1 si decideranno su un block notes!!!!!

  3. Espadeon

    3 novembre 2011 at 16:07

    Mamma mia ma non era questo il pilota eletto che era predestinato a vincere il titolo mondiale visto che ha “soli” 25 anni mentre il suo compagno di squadra,che ha il doppio della sua età era un bollito suonato ogni domenica?!ora invece sà solo piagnucolare questo quì?!bhe mi sà che qualcuno stà cominciando veramente a ricredersi sulle gerarchie in casa Mercedes..nico compreso..DAI SCHUMY CAXXXOOOO!!!!

    • Ale

      3 novembre 2011 at 17:23

      daiiiiii Schumyyyyyyyyyyyy schiantali tuttiiii

      eh…ma io le emozioni che ho provato guardando la gara di Monza 2011 non me le scorderò mai, mi sembrava di essere tornato alle battaglie epiche Senna/Prost & Co.

      • Espadeon

        3 novembre 2011 at 18:09

        tu pensa che io ero lì a monza sul rettilineo tra la ascari e la parabolica il giorno della gara…vedere schumy a 5 metri da me battagliare con Hamilton è stato un sogno!!

      • roberto

        4 novembre 2011 at 00:15

        C’ero pure io..che emozione. Sembrava di vedere il corpo a corpo con montoya..grande shumi

      • Mattia

        4 novembre 2011 at 11:37

        Io ero alla seconda variante ed è stato spettacolare!

      • Federico Barone

        4 novembre 2011 at 11:59

        Potreste organizzare un pellegrinaggio a piedi in quel di Kerpen per vedere il luogo che ha dato i natali al “siebenmaliger”… 😉

  4. IOREK

    3 novembre 2011 at 16:42

    Le strategie sono fondamentali se hai una macchina cosi’ cosi’.

    Se guidi una red bull in questo momento puoi adottare qualsiasi strategia ma il risultato non cambia

    • IOREK

      3 novembre 2011 at 16:45

      la strategia comunque puo’ valere nei confronti del tuo compagno, l’ordine d’arrivo di quest’anno e’ stato sempre comunque red bull, mclaren, ferrari, mercedes

    • Coccodrillo

      5 novembre 2011 at 22:14

      Beh, quest’anno in Cina i top drivers hanno differenziato le strategie, alcuni a due soste e alcuni a tre, e chi ne ha fatte tre è finito davanti all’avversario con cui lottava, tipo Hamilton che negli ultimi giri è arrivato dietro a Vettel e lo ha passato in accelerazione come se guidasse un’astronave… ha ragione Rosberg, la strategia e la gestione di queste (pessime) Pirelli sono fondamentali; è una generalizzazione eccessiva dire che si arriva al traguardo a coppie secondo la monoposto.

  5. Mattia

    3 novembre 2011 at 17:14

    Comunque si tratta di questo video: http://www.youtube.com/watch?v=XbTa1jZaLIY
    Non è una dichiarazione seguente al Gran Premio dell’India, ma probabilmente quel video è stato girato prima della gara.

  6. Simo80

    3 novembre 2011 at 20:11

    Nico ha del margine in qualifica perchè ha un settaggio vettura più incisivo, rispetto alla costanza in gara del mix che sceglie Schumi.Con questo rimango convinto che schumi fra incidenti collisione(5 ritiri) contro(2 di nico)e partendo sempre dietro è a solo 5lunghezze di differenga.Schumi lo vedo sempre meglio per il 2012 lo spettacolo è garantito.VAI SCHUMI E NON MOLLARE ALLA FACCIA DI CHI TI HA DERISO SIN DAL MOMENTO CHE SEI TORNATO.. VI FAREMO PIANGERE E LA RED BULL CE LA BEVIAMO,ANZI CE LA FUMIAMO

    • NR

      3 novembre 2011 at 20:46

      Ecco un altro commento di un ‘altro fanatico purtroppo ormai il forum ne è pieno …

      • Slauzy

        3 novembre 2011 at 20:51

        è bello essere fanatici, tutti lo siamo. Se non possiamo credere e tifare per nessuno, allora è meglio darsi al gioco delle bocce.

      • Ale

        3 novembre 2011 at 21:41

        non è fanatismo, sono emozioni e scusa ma…a Monza e in Canada cosa ti è rimasto in mente della gara?? chi inquadravano le Telecamere?

        forse non ti è chiara la definizione di fanatico?
        allora te la cito:
        “Nell’ambito sportivo (e simili), la differenza tra un fan e un fanatico è che mentre entrambi hanno un piacere debordante e un interesse predominante su un determinato soggetto, il comportamento del fanatico viene visto come un fatto che viola le convenzioni sociali prevalenti, mentre quello di un “fan” non viola di solito queste norme (anche se spesso è considerato qualcosa di poco abituale).

        Il comportamento di un fanatico di solito turba o fa divertire, vergognare o lascia di stucco la gran massa dei “fan” che spesso nel vedere l’atto fanatico affermano di non condividerlo oppure che loro “non lo farebbero mai”. Spesso i gruppi di fan, tifosi o seguaci esprimono biasimo o condanne di gruppo verso le loro frange fanatiche come ad esempio, nel calcio, gli hooligan.”

      • NR

        4 novembre 2011 at 04:55

        ma leggete quello che ha scritto sopra il tipo oppure no ma siate coerenti che possibilità reale
        ha Schummy di vincere un mondiale se a stento se la gioca con Rosberg in gara e solo grazie alla strategia riesce a stare davanti a nico.Fanatico è colui che trascende la realtà come molti di voi.Pur tifando per Schummy non l’ho mai reputato un campionissimo alla pari di Senna e Prost …ma più un fabbro dello sport che ha costruito i suoi successsi con il lavoro e un talento che se pur notevole non era certo al paro dei migliori della categoria.

    • Kerpen's Lon

      3 novembre 2011 at 21:44

      Quoto straquoto e aggiungo che il 2014 coinciderà con l’ottavo titolo del campionissimo!!!

      • roberto

        4 novembre 2011 at 00:18

        ….Che le tue parole fossero sante

  7. Slauzy

    3 novembre 2011 at 20:49

    Michele Scarpaiolo ha molta esperienza in più rispetto a Nicodemo Monterosa: è chiaro che l’assenza dalle piste per ben 3 anni ha rallentato i riflessi del pluricampione, però ora si sta riprendendo e il prossimo anno farà vedere i sorci verdi al compagno di squadra (se rimarrà compagno di squadra)

  8. diego

    3 novembre 2011 at 22:02

    NN AVEVO DUBBI SU MICHAEL E’ PIU’ FORTE NN SOLO DI ROSBERG ANCHE DI VETTEL E HAMILTON IL PROBLEMA E’ LA CARRETTA CHE SI RITROVA………

  9. roberto

    4 novembre 2011 at 00:24

    Caro nico ti rispetto pero a volte le strategie hanno sorriso più a te che a Dioschumacher,e non mi sembra che il tedesco si sia lamentato..Forse è arrivato il momento per te di cambiare aria e di cercare nuovi stimoli..in ferrari ti vedrei bene..Tanto massa la prossima stagione corre a piedi.

    • NR

      4 novembre 2011 at 04:57

      Eccone un altro Fanatico paragonare Schummy ad un Dio ma con la testa state andando fuori …….

      • Massi

        4 novembre 2011 at 18:58

        hai ragione, Schummy non è Dio… è Gesù.

      • NR

        4 novembre 2011 at 21:29

        Purtroppo il Forum si sta riempiendo di persone esaltate e incompetenti che per un paio di risultati che dovrebbero essere la norma per uno come Schummy si esaltano…..io penso che chiunque tra Vettel,Alonso ,Hamilto e Buttun avrebbe ottenuto un podio in due anni con la Mercedes non scordiamici che Nico nel 2010 era in testa nel GP di China.

      • roberto

        5 novembre 2011 at 23:04

        Come fai a dare cell’incompetente a una persona che nemmeno conosci? solo perche ho fatto dei apprezzamenti su un mito della storia della formula uno????SE ti senti frustrato per non so quale ragione faccio dei complimenti anche a te..

      • NR

        6 novembre 2011 at 20:57

        Certo oltre ad essere incompetente è anche un blasfemo , non capisco come possiate difendere queste persone solo per partito preso.Dire che Schummy è Dio è un’eresia .

  10. nil

    4 novembre 2011 at 04:18

    DAI SCHUMY CAXXXOOOO!!!!

  11. NR

    4 novembre 2011 at 05:10

    La maggior parte dei Commenti Su Schummy sono del tipo vai Schummy vai sei un Dio ,stai distruggendo Rosberg ….il prox anno si vince il mondiale ci beviamo le lattine che vi siete fatti le canne ……

    • Federico Barone

      4 novembre 2011 at 12:01

      😀 però sono divertenti dai… 😉

      • 91.

        4 novembre 2011 at 13:56

        C’è da dire che per l’ età che ha e la macchina che guida è ancora veramente in gamba.
        Non dico che sia un dio, ma sicuramente è un grande, proprio per il fatto che 42 anni cia ancora passione di correre e anche bene se lo si paragona ad altri della sua età…barichello dov’ è?
        Se non fosse stato coinvolto in incidenti quest’ anno, sarebbe davanti a rosberg sicuramente.
        Tuttavia penso che rosberg sia un buon pilota pronto ad ambire a qualcosa di più, ma dovrebbe cambiare squadra.
        Mettiamo Vettel in mercedes, per la gioia della scuderia, per il piacere di vettel di essere in squadra con schumacher e anche schumacher ne sarebbe contento, fino a che non le prenderebbe tante da vettel. O forse no xD.

      • NR

        4 novembre 2011 at 21:23

        Guarda che mansell ha vinto un titolo a 40 anni, l’eta in F1 non conta tantissimo sopratutto ora che la vita sportiva per gli atleti si è allungata di parecchio un calciatore prima si ritirava trai 32/35 adesso superano anche i 40 anni.

  12. Simo80

    4 novembre 2011 at 13:57

    ragazzi l amico NR le canne le ha già fumate per non scrivere di peggio.è il classico che ha il cervello delle dimensioni di un CAPPERO. prima di parlare e di dire stronzate su un grandissimo come schumi per favore pulisciti la bocca!

    • NR

      4 novembre 2011 at 21:17

      tu invece di sparare c…..e lavati la b…a sei un dei tanti fanatici che di Sport non capisce un c….o che probabilmente se fatto una vita con le vittorie di Schummy .

    • roberto

      5 novembre 2011 at 23:11

      Sicuramente NR è un parente di Frenzen ecco perchè ce l’ha tanto con schumacher.

      • NR

        6 novembre 2011 at 21:05

        guarda che hai capito proprio male io son un tifoso di Schummy ma non come voi che non siete obbiettivi , io sono orgoglioso per quello che ha fatto per la Ferrari ma di certo non posso dimenticare tutte le scorettezze che ha fatto in carriera , il mondiale vinto con l’autoscontro nel 94 la stessa cosa tentata nel 97 ,il non volersi mai confrontare con un compagno di squadra forte …chi può dire cosa avrebbe fatto un Alonso un Vettel ,Hamilton o Button con la superferrari che ha avuto tra le mani lui, voi potete replicarmi che la creata lui ma qui vi sbagliate il grande merito va Jean Todt ,che creo il super team con tutti i più grandi tecnici dell’epoca , infatti la ferrari non vince più da quanto non c’è lui.

  13. AndreaP

    4 novembre 2011 at 18:53

    Nico quando hai una macchina poco competitiva, da media classifica, potrai anche fare la miglior strategia, ma non vincerai mai una corsa.
    In mercedes devono puntare a sviluppare una macchina decente per l’anno prossimo altrimenti rimangono dove sono.

    • NR

      4 novembre 2011 at 21:32

      Concordo con te purtroppo con gli attuali regolamenti viene meno la migliore qualità di Schummy cioè oltre di essere un buon collaudatore di essere il cosidetto “ciuccio di fatica” ovvero di mettersi a girare in pista dalla mattina alla sera come un pazzo e a provare nuove componenti.

  14. Simo80

    4 novembre 2011 at 21:45

    pensala come vuoi il futuro ci dirà chi aveva ragione. x NR SAI NELLA VITA IMPORTANTE è ESSERE CONVINTI

  15. NR

    4 novembre 2011 at 22:50

    Infatti io sono convinto che schummy è un gran pilota ma purtroppo non potrò mai definirlo il più grande in quanto non posso confrontarlo a parità di macchina con nessun gran pilota a differenza di Senna , Prost o Mansell.Vi voglio ricordare solo il caso di Alonso che passato alla Mclaren è stato ridicolizzato da un esordiente per non parlare di Raikkonen che sembrava un fenomeno e arrivato alla Ferrari non andava ne più ne meno di Massa.Prendiamo il caso di Vettel di quest’anno la sua stagione può essere paragonata alla 2004 di Schummy con la sola differenza che Vettel ha corso contro avversari del calibro di Hamiton,Button e Alonso e un compagno di squadra che sicuramente è meglio del barrichello che correva alla Ferrari.

  16. Davide

    5 novembre 2011 at 16:45

    Si ma, primo, Schumi e rosberg avevano le stesse gomme e parità di mezzi…quindi perchè non dice semplicemente che Schumi è stato più abile di lui? inoltre la gente come Schumi, Hamilton e Alonso, sono solo penalizzati dal fatto di dover preservare le gomme, visto che spingono sempre al limite…inoltre faccio notare una cosa…schumi ha spinto un casino x finire davanti a Rosberg davanti alla sosta…ma alla fine, c’era solo un secondo e due decimi neanche di distacco tra i due…infatti hanno fatto sentire Ross brawn che ha detto, “avete pista libera, ma fate attenzione…” oh…lì Rosberg aveva le gomme dure già in temperatura visto che le aveva cambiate 3 giri prima…bene…dopo un giro e mezzo, schumi aveva portato quel secondo di distacco, a due secondi e mezzo….quindi il pivello, deve solo starsene zitto.

    • NR

      6 novembre 2011 at 21:09

      Puoi anche chiedere a Ross Brawn se a Rosberg facessero i pitsop nello stesso tempo di Quelli di Schummy e non lo facessero fermare sempre prima nei suoi stint chi sarebbe arrivato davanti in India.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati