La famiglia di Bianchi farà causa alla FIA e alla Marussia

I genitori di Jules chiedono giustizia sull'incidente del 5 ottobre 2014

La famiglia di Bianchi farà causa alla FIA e alla Marussia

La famiglia di Jules Bianchi, scomparso lo scorso 17 luglio dopo nove mesi di coma, ha deciso di intentare una causa legale contro la FIA, la Marussia e il Gruppo F1 guidato da Ecclestone.

Il motivo? L’incapacità dei soggetti coinvolti di ammettere le proprie colpe.

“I congiunti del pilota hanno ritenuto necessario l’appello alla giustizia per definire il dolo di ciasuno degli organi implicati e le cui mancanze hanno portato la vettura #17 ad impattare contro una gru stazionata nella via di fuga nel corso del GP del Giappone del 2014” – si legge sul documento firmato Stewarts Law, studio che si sta occupando del caso.

Punto principale dell’accusa dei genitori del driver di Nizza la superficialità dell’organizzazione che diede comunque il via ad una gara che si sapeva da tempo sarebbe stata interessata da un violento temporale.

“Noi chiediamo soltanto giustizia ma finora non ci è stata ancora data chiara risposta sulle vere motivazioni della morte di nostro figlio che invece con un po’ più di attenzione avrebbe potuto essere evitata” – la voce di papà Philippe.

Intanto in queste ore ha preso ufficialmente vita la Jules Bianchi Society , ente che si occuperà dei giovani talenti interessati ad inserirsi nel motorsport.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

9 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati