Il sistema F-duct la causa dell’incidente di Webber?

Il sistema F-duct la causa dell’incidente di Webber?

Il sistema F-duct che la Red Bull ha utilizzato per la prima volta a Valencia avrebbe contribuito al pauroso incidente di Mark Webber nelle prime fasi della gara.

Le riprese della telecamera a bordo della macchina dell’australiano mostrano l’esatto momento in cui il pilota aziona il dispositivo pochi secondi prima di urtare contro il posteriore della Lotus di Heikki Kovalainen.

Diversamente dal sistema della McLaren, attivato col ginocchio del pilota, l’F-duct della Red Bull entra in azione quando Mark Webber e Sebastian Vettel bloccano un piccolo buco con quattro dita della mano sinistra.

Il video mostra proprio il momento in cui Webber usa le quattro dita della mano sinistra per coprire il buco mentre tiene il volante soltanto col pollice.

Immediatamente prima di colpire la Lotus, l’australiano rimette la mano sul volante in un fallito tentativo di schivare Kovalainen.

Quando si sono visti i primi F-duct attivati con la mano sulle vetture di Sauber e Ferrari lo scorso mese, il direttore sportivo della Red Bull Chris Horner ha detto che “avere i piloti che guidano con la punta delle dita e senza le mani è un problema di sicurezza.”

A Valencia Vettel ha ammesso di non essere un grande entusiasta della nuova soluzione.

“E’ stata un’idea molto intelligente, è un grande vantaggio se riesci a configurarla nel modo giusto, ma così non abbiamo le mani sul volante per tutto il tempo.

“Stavo cercando di bere e ho utilizzato la mano destra per premere un pulsante che stava alla mia sinistra. Tutto dipende anche da quanti aggiustamenti fai al giro, il bilanciamento dei freni, e tutto quanto.

“Ti abitui ma non è la cosa più confortevole al mondo,” ha detto il tedesco.

Andrè Cotta

Il sistema F-duct la causa dell’incidente di Webber?
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

8 commenti
  1. Daniele

    1 luglio 2010 at 14:42

    E’ la cosa che mi sono chiesto anch’io, ma non per la mano, bensi’per l’assenza di carico al posteriore che ha giocato il suo ruolo nel caso in questione..

  2. francesco

    1 luglio 2010 at 15:39

    in verità appena è accaduto anche io avevo pensato questo bee qualcosa prima o poi doveva succedere e penso che se si approfondira la questione credo che il sistema deva essere abbandonato!!

  3. weiser

    1 luglio 2010 at 17:06

    Scusate, io non punterei il dito sull’F-duct ma sul pilota…..

  4. mando

    1 luglio 2010 at 19:02

    ma anche io l’ho pensato mi è apparso che webber un attimo nn ha saputo che fare!!!

  5. Nicola

    1 luglio 2010 at 19:40

    Non è la cosa più sicura di questo mondo, ma poche ore prima, nella GP2, c’è stato un incidente identico.

  6. francesco

    1 luglio 2010 at 21:41

    ee sisi lo abbiamo visto solo che provabilmente per colpa dell’f-duct della red bull ce e controllato come quello della mclaren con il braccio provabilmente webber con una sola mano sul volante non è riuscito a mettere la giusta forza per sterzre questo e stato il problema se si rivede l’on board si nota che fino all’ultimo momento aveva una sola mano sul volante!!!

  7. Daniele

    2 luglio 2010 at 00:12

    PErsonalmente non credo sia per il braccio, ma credo si tratti del fatto che, mentre gli altri lo hanno provato molto prima di utilizzarlo, i due della red bull sono stati mandati allo sbaraglio. Di conseguenza webber si è trovato in difficolta quando, con la macchina in piena settima in un rettilineo che in realtà è una mezza curva, si è trovato senza carico al posteriore e risucchiato dalla scia di kovalainen.

  8. Motore Asincrono Trifase

    3 luglio 2010 at 17:55

    Per chi ha scritto l’articolo:siamo ancora a questo? L’fduct della mclaren si attiva col gomito,ormai lo sanno tutti ma anche in altri siti ho letto che addirittura e’ automatico.L’unico automatico e’ quello mercedes che pero’ e’ ridicolo,dara’ si e no 1 km/h in piu’.Per me e’ stato un errore dipilota,kova ha frenato prima e webber in ritardo.Magari e’ stato un po’ distratto avendo una sola mano sul volante ma niente di piu’.Lo stesso incidente il giorno prima in gp2 e comuque con l’avantreno che vola il minor carico al retrotreno non credo influenzi piu’ di tanto

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati