Il 28% di Williams sarà quotato in borsa per poter sopravvivere

Il 28% di Williams sarà quotato in borsa per poter sopravvivere

Secondo i giornali ormai è tutto pronto per la quotazione in borsa della Williams.

La storica decisione è stata presa per poter garantire un futuro alla squadra inglese, che negli ultimi anni naviga in cattive acque. Secondo il Wall Street Journal entro la fine del mese il 28% della squadra sarà quotata presso la borsa di Francoforte.

Intanto la nuova monoposto, forte del retrotreno più piccolo del circus e di una soluzione innovativa al posteriore, non sta ben figurando nelle prove, non riuscendo ad issarsi nelle posizioni di testa, facendo pensare che la mancanza di fondi abbia inciso sulla sua progettazione. Anche la livrea nera, senza sponsor, non fa ben sperare.

Ma il direttore tecnico Sam Michael rassicura tutti dicendo: “E’ stato deciso di comune accordo di dipingere l’auto di nero, e vestire tutta la squadra con divise monocromatiche. In realtà il nostro budget è tale per cui per tutto il 2011 siamo coperti. La livrea definitiva dell’auto e delle tute sarà mostrata solo a fine mese, per ora non vogliamo rovinarvi la sorpresa!.”

Gian Maria Di Stefano

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

7 commenti
  1. SEZAR

    4 Febbraio 2011 at 17:10

    @Gian Maria Di Stefano

    Che la Williams non riesca a raggiungere le prime posizioni durante i test non rappresenta alcun problema!! Abbiamo detto diecimila volte che i primi test sono di collaudo. Non c’entra nulla essere primo o ultimo!! Rubens stesso disse: “L’anno scorso ero tra i primi e l’inizio di stagione é stato molto difficile! Quindi inutile guardare i tempi…”

  2. Alex. (Tifoso Williams)

    4 Febbraio 2011 at 19:21

    SEMPRE CON TE F. WILLIAMS… Ti seguiró anche in questa avventura finanziaria

  3. FabioP

    4 Febbraio 2011 at 19:30

    Cmq di Sponsor ne ha abbastanza…ed é ormai un classico che william inizi la stagione con questa grafica provvisoria…e poi “forte del retrotreno più piccolo del circus e di una soluzione innovativa al posteriore” forse anteriore?…:-)

  4. GOGOOO

    4 Febbraio 2011 at 21:36

    eppure la livrea blu scura non è brutta, anzi… Sempre rispetto per Sir Williams!

  5. pierpiero

    4 Febbraio 2011 at 23:43

    Articolo scritto davvero molto male. Davvero strano, è la prima volta che mi capita su questo sito!

  6. giov

    5 Febbraio 2011 at 11:00

    quotarsi in borsa non è necessariamente sintomo di scarsità di fondi, potrebbe essere semplice un modo per consentire alla Williams di sopravvivere anche senza i personaggi storici che la tengono in piedi sopratutto per passione.
    Infondo non sono più tanto giovani!

  7. icio

    5 Febbraio 2011 at 20:17

    concordo anch’io nel dire che l’articolo e scritto veramente male…in ogni caso la livrea provvisoria è blu scuro e non nera…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati