HRT: “La nostra vettura è al 50% del suo potenziale totale”

Aggiornamenti previsti per Singapore

HRT: “La nostra vettura è al 50% del suo potenziale totale”

Il boss dell’HRT, Luis Perez-Sala crede che laF112 del team spagnolo sia al 50 % del suo potenziale totale dopo il giro di boa della stagione 2012 di Formula 1.

La vettura non è stata testata correttamente in quanto il team spagnolo non è riuscito a partecipare ai test pre-stagionali, ed ha fallito la qualifica con entrambe le macchine nel Gran Premio inaugurale in Australia.

Nonostante ciò però, quest’anno l’HRT ha fatto molti progressi dimostrando di poter combattere e addirittura in certe occasioni di poter superare la sua rivale diretta, vale a dire la Marussia.

“Credo che la nostra F112 stia ottenendo dei buoni risultati se consideriamo come siamo partiti. In inverno avevamo molti dubbi, perchè avevamo una vettura pronta ma non abbiamo avuto molto tempo per studiarla.” ha dichiarato Perez-Sala.

“I vari limiti di tempo che la Federazione ha posto hanno fatto sì che procedessimo in maniera veloce ma senza riuscire ad organizzare in maniera omogenea tutte le parti del progetto della vettura”.

“Ma nonostante tutti questi ostacoli la vettura ci sta dando dei buoni risultati. Ha una buona base e questa è la sua caratteristica più importante. E’ una vettura affidabile con una buona resistenza meccanica ed offre molte possibilità di sviluppo”.

“Direi che è al 50% del suo potenziale e possiamo ancora estrarre l’altro 50%, principalmente nel comparto aereodinamico”.

Il boss dell’HRT ha dichiarato che la vettura avrà nuovi sviluppi per il Gran Premio di Singapore alla fine di settembre, ed ha anche affermato che la squadra è in grado di portare numerosi aggiornamenti in maniera veloce.

“Abbiamo alcuni upgrades che saranno pronti per il GP di Singapore. Essendo noi un piccolo team non possiamo portare piccoli upgrades ogni due o tre gare poichè il costo di un piccolo upgrade o la creazione di un nuovo pezzo è molto alto”.

“Oltre agli studi aereodinamici, dobbiamo riprodurre tutte le parti coinvolte da quest’ultimi e questo impiega molto tempo. Quindi dobbiamo fare degli aggiornamenti mirati ed avere chiare le idee in modo da essere produttivi”.

Stefano Rifici

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

28 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati