Horner: “Anche Alonso e Hamilton ignorerebbero gli ordini di scuderia”

Il team boss ha svelato che Vettel e Webber ignorano gli ordini di scuderia da tre gare

Horner: “Anche Alonso e Hamilton ignorerebbero gli ordini di scuderia”

Christian Horner ha difeso Sebastian Vettel, sostenendo che anche Mark Webber ha ignorato a sua volta gli ordini di scuderia e che i campioni non riescono a “sottomettersi”.

A distanza di più di una settimana dalla polemica per l’ordine di scuderia “Multi-21” che avrebbe dovuto portare Mark Webber a vincere a Sepang, la Red Bull sta ancora gestendo la polemica scaturita dal sorpasso di forza di Vettel sul suo compagno di squadra che ha portato il tedesco sul gradino più alto del podio nonostante il team order.

Horner ha dichiarato a Sky UK: “Multi-21 significa vettura n.2 davanti alla vettura n.1; Multi-12 significa vettura n.1 davanti alla vettura n.2. Non è difficile da tradurre ma entrambi i nosti piloti nelle ultime tre gare non sono riusciti a comprendere questi messaggi. Penso che abbandoneremo questo codice. Dobbiamo provare qualcosa di diverso, evidentemente”.

Vettel si sarebbe scusato non solo con Webber ma con tutti i 600 addetti dello staff Red Bull, in fabbrica, ma Horner ha ribadito: “Non vinci così tanto se sei remissivo. Se Fernando ALonso o Lewis Hamilton si fossero trovati in quella posizione, avrebbero fatto lo stesso” ha spiegato a Totalrace. “Anche Webber l’avrebbe fatto. Quindi non ne parliamo come se fosse un qualcosa limitato a Sebastian”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

36 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati