GP Spagna: Hamilton, Button e Webber sotto inchiesta

GP Spagna: Hamilton, Button e Webber sotto inchiesta

Lewis Hamilton, Jenson Button, Mark Webber e Jaime Alguersuari sono sotto indagine da parte dei commissari del GP Spagna per non aver rallentato in regime di bandiere gialle.

La FIA lo ha comunicato dopo la gara, conslua in seconda posizione da Hamilton davanti a Button e Webber mentre Alguersuari ha chiuso in 16ma posizione.

Sebbene la Federazione non abbia specificato il punto della gara in cui i piloti hanno ignorato le bandiere si ipotizza sia accaduto in occasione dell’incidente di Heikki Kovalainen a 17 giri dal termine.

Con un’eventuale penalità di 20 secondi, comunque, Hamilton, Button e Webber non rischierebbero le loro posizioni.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

32 commenti
  1. Altruny

    22 Maggio 2011 at 17:15

    ps concordo con tutti quelli che fanno presente il passaggio oltre la linea bianca di vettel più di 3-4 volte, i giudici anche durante la gara di GP2 sono stati chiari tolleranza ZERO, la linea bianca delimita la pista e non può e non deve nel modo più assoluto essere oltrepassata per trarne vantaggio…ma lui è il pupillo di ecclestone se non hanno indagato durante la gara non gli faranno nulla…non ho più parole per insultare la FIA!

  2. Fernando

    22 Maggio 2011 at 17:15

    Vettel, Webber, Alonso, Hamilton, Button e tutti gli altri dietro, hanno tagliato le curve per tutto il gp, ma senza guadagnare illecitamente nulla… Il rallentare con le bandiere gialle (secondo la tabella Hamilton in quel giro ha recuperato circa un secondo su Vettel) indipendentemente dal risultato sportivo, è un rischio per l’incolumità.
    Qualcuno dimentica cosa accadde in Brasile sul rettifilo prima del traguardo: Alonso ignorò le bandiere e per poco ci scappava il morto.
    E se fosse stato anche qui? Le bandiere non sono linee…

  3. kimi87

    22 Maggio 2011 at 17:24

    non ho mai visto vettel oltreppassare con tutte le quattro ruote la linea. non troviamo scuse e una regola semplice con bandiara gialla si rallenta vettel e gli altri l’anno fatto tranne hamilton botton e wbber quindi? sarebbe ingiusto non punirli.

  4. cesco

    22 Maggio 2011 at 17:25

    sto seriamente prendendo in considerazione di non seguire più la f1, troppi punti interrogativi, penalizzazioni “personalizzate”, trattamenti “personalizzati”, piloti non sportivi ma egoisti e basta, rimpiango Senna, lui si era un fenomeno, ma era anche un grande pilota rispettoso, mi ricordo in un gp ci fu un incidente e lui in piena corsa si fermò e andò a soccorrere il suo collega, oggi invece si accellera di più quando accade un incidente, che vergogna!!!!!!

  5. kimi87

    22 Maggio 2011 at 17:29

    e sempre co sto senna mA? E basta e lasciatelo riposare in pace

  6. maxfunkel

    22 Maggio 2011 at 17:30

    Ormai lo strapotere Red Bull fa inchinare la Federazione e i propri giudici come mai è successo nella storia della Formula uno… Vettel esce più volte dalla linea bianca con le 4 ruote ma nessuno fa nulla… COMPLIMENTI, NON MI PARE CHE RED BULL ABBIA BISOGNO DI UNA SPINTA PER VINCERE IL MONDIALE MA I COMMISSARI GLIELA DANNO LO STESSO… CHE SCHIFO

  7. cesco

    22 Maggio 2011 at 17:32

    “kimi87”
    il commento non era per Senna, io non c’è l’ho con lui, ho voluto fare un esempio sulla sportività che oggi non c’è nei piloti di f1 non hanno rispetto!!!

  8. giacomo

    22 Maggio 2011 at 18:24

    anche a Montecarlo l’anno scorso Massa tagliò la linea bianca in uscita dai box, non accadde nulla; idem l’anno scorso per la “grazia” alla ferrari per l’ordine di scuderia….
    alla fine vince comuneue la macchina più forte; i veri “buffoni” sono alla ferrari incapaci , nonostante un impiego di risorse notevolissimo, di realizzare una macchina competitiva….doppiate entrambe; da quanto tempo non accadeva? ma evidentemente questi signori ….hanno una faccia di bronzo….

  9. Davide

    22 Maggio 2011 at 19:43

    Anche nei PIT la ferrari è più lenta e si vede.

  10. Davide

    22 Maggio 2011 at 19:52

    Non sono daccordo con la mancata protesta delle scuderie minori sui scarichi soffiati.
    si crea un precedente per la federazione e in più forse saltavano fuori gli altarini su questo vantaggio se c è.

  11. kaiser

    23 Maggio 2011 at 12:28

    Dimenticate che Hamilton è stato penalizzato perdendo una posizione in malesia per il contatto con alonso..io sono un tifoso di lewis mase siete sportivi ammetterete che è stato asurdo penalizzare lewis e fernando.oggi erano meglio i 25 sec che l’ ammonizione tanto la classifica non variava..invece l’ ammonizione rimane..

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati