GP Bahrain: Vettel vince davanti a Raikkonen e Grosjean

Alonso solo ottavo, senza DRS dai primi giri

GP Bahrain: Vettel vince davanti a Raikkonen e Grosjean

Sebastian Vettel ha vinto il GP Bahrain di F1 2013. Il tedesco ha preceduto le due Lotus di Kimi Raikkonen e Romain Grosjean. Quarto posto per Paul di Resta con la Force India, davanti alla Mercedes di Lewis Hamilton che nel finale ha superato Mark Webber. L’australiano ha chiuso settimo, scavalcato all’ultimo giro anche da Sergio Perez (McLaren). Solo ottavo Fernando Alonso con la Ferrari, penalizzato da un problema al DRS fin dalle prime fasi. Nono Nico Rosberg con l’altra Mercedes davanti a Jenson Button (McLaren). Solo 15mo Felipe Massa con l’altra Rossa, rallentato da due forature ravvicinate.

Cronaca
Al via Rosberg si è difeso dall’attacco di Vettel, il quale è stato poi superato da Alonso. Il tedesco della Red Bull però ha risposto risuperando lo spagnolo della Ferrari e buttandosi subito all’inseguimento di Rosberg.

Al terzo giro dopo diversi attacchi ruota contro ruota, Vettel ha superato il pilota della Mercedes prendendo il comando della gara. Alle spalle dei leader Di Resta, Massa, Webber, Button, Perez, Raikkonen e Grosjean mentre Sutil è finito nelle retrovie dopo un lieve contatto con Massa.

Al quinto giro Alonso ha superato a sua volta Rosberg ma al settimo giro lo spagnolo è stato costretto a rientrare ai box per un problema al DRS, rimasto bloccato in posizione aperta.

La sosta non ha risolto il problema sulla vettura dello spagnolo, precipitato nelle retrovie. Dal giro 9 è iniziato il primo round di pitstop.

Dopo la sosta di Rosberg e Vettel, Di Resta è rimasto in pista e in testa davanti a Raikkonen e Vettel. Il tedesco ha superato il finlandese e dopo la sosta dello scozzese è tornato al comando della gara.

Al 17mo giro problemi per Massa che ha perso molte posizioni prima di rientrare ai box per una foratura alla posteriore destra mentre Alonso è risalito in 12ma posizione.

Dopo la sosta di Raikkonen, Webber è salito in seconda posizione davanti a Rosberg. Il tedesco ha perso progressivamente terreno subendo sorpassi da parte di Button, Grosjean e Perez.

Dopo la seconda sosta di Webber e delle McLaren, alle spalle Vettel si è portato Grosjean davanti a Di Resta e Raikkonen.

Vettel è rimasto in testa anche dopo la seconda sosta al 26mo giro mentre Di Resta ha superato Grosjean. Più indietro gran duello tra Rosberg e le due McLaren. Al giro 27 Button e Perez hanno superato in successione Hulkenberg e Di Resta si è ripreso la seconda posizione superando Grosjean. Il francese è rientrato al 28mo giro per la seconda sosta tornando in pista in nona posizione.

Al 30mo giro Vettel si ritrovava con un vantaggio di oltre 11 secondi su Di Resta e 15 secondi su Raikkonen mentre Webber viaggiava in quarta posizione. Lotta interna alla McLaren con Perez che ha attaccato duramente Button in quinta posizione. Il messicano, risuperato dall’inglese, ha poi toccato la gomma posteriore sinistra del suo compagno di squadra, danneggiando l’ala anteriore.

La lotta tra i due ha favorito il ritorno di Rosberg che in settima posizione precedeva Grosjean, Hamilton e Alonso.

Il francese ha però superato Rosberg e poco dopo, al 33mo giro, ha superato anche Perez, approfittando della lotta tra i due piloti McLaren.

Al 34mo giro Raikkonen ha superato Di Resta in seconda posizione mentre Grosjean superava Button in quinta.

Il finlandese è poi rientrato ai box per la sua seconda sosta, imitato da Button e Rosberg.

Al 36mo giro Perez ha accusato una perdita di potenza ed è stato passato da Hamilton in quinta posizione. Di Resta è rientrato al 37mo giro per la sua seconda sosta mentre Massa era costretto alla sua quarta sosta da un’altra foratura della posteriore destra. Intanto Hamilton superava Perez, il quale subiva di lì a poco il sorpasso di Raikkonen. Contatto duro tra Webber e Rosberg dopo la sosta.

Al 39mo giro Raikkonen ha superato anche Hamilton in terza posizione. L’inglese è poi rientrato ai box.

Al 40mo giro Alonso, risalito in quinta posizione, è rientrato ai box tornando in pista in decima posizione.

La classifica vedeva in testa Vettel davanti a Grosjean, Raikkonen, Di Resta, Webber, Button, Rosberg, Hamilton, Perez e Alonso.

Vettel ha completato la sua terza sosta al 42mo giro e ha mantenuto il comando. Grosjean è rientrato poco dopo tornando in pista in quinta posizione davanti a Button.

Al 43mo giro Grosjean ha superato Webber portandosi in quarta posizione mentre Rosberg ha superato Button in sesta posizione.

Rosberg è rientrato al 45mo giro per la sua sosta mentre Hamilton ha superato Button in sesta posizione.

L’inglese si è ritrovato di nuovo alle sue spalle Perez che l’ha superato con decisione al 46mo giro. Manovra compiuta poco dopo anche da Alonso nonostante il guasto al DRS.

Lo spagnolo, scatenato, supera anche Perez alla prima curva salendo in settima posizione.

Al 48mo giro Vettel era in testa con un vantaggio di 9″8 su Raikkonen. Più staccato Di Resta che ha subito il ritorno di Grosjean.

Al 51mo giro Hamilton ha superato agilmente Webber portandosi in quinta posizione. Al 52mo giro Grosjean ha superato Di Resta salendo in terza posizione.

Al 53mo giro Webber ha superato Hamilton mentre al 54mo giro Perez al termine di un duro duello con Alonso ha superato lo spagnolo.

Ancora un duello tra Webber e Hamilton: i due sono arrivati più volte al contatto ma l’australiano si è difeso bene. Il sorpasso di Hamilton si è concretizzato al 57mo giro e l’australiano ha poi subito anche il sorpasso di Perez.

Vettel è quindi andato a vincere davanti alle Lotus di Raikkonen e Grosjean. Di Resta ha chiuso quarto davanti ad Hamilton, Perez, Webber, Alonso, Rosberg e Button. Solo 15mo Massa.

F1 GP Bahrain 2013 – Risultati e ordine di arrivo

Pos  Pilota         Team                      Time/Gap
 1.  Vettel         Red Bull-Renault      1h36:26.945s
 2.  Raikkonen      Lotus-Renault              +  9.1s
 3.  Grosjean       Lotus-Renault             +  19.5s
 4.  Di Resta       Force India-Mercedes      +  21.7s
 5.  Hamilton       Mercedes                  +  35.2s
 6.  Perez          McLaren-Mercedes          +  35.9s
 7.  Webber         Red Bull-Renault          +  37.2s
 8.  Alonso         Ferrari                   +  37.5s
 9.  Rosberg        Mercedes                  +  41.1s
10.  Button         McLaren-Mercedes          +  46.6s
11.  Maldonado      Williams-Renault        +  1m06.4s
12.  Hulkenberg     Sauber-Ferrari          +  1m12.9s
13.  Sutil          Force India-Mercedes    +  1m16.7s
14.  Bottas         Williams-Renault        +  1m21.5s
15.  Massa          Ferrari                 +  1m26.3s
16.  Ricciardo      Toro Rosso-Ferrari        + 1 giro
17.  Pic            Caterham-Renault          + 1 giro
18.  Gutierrez      Sauber-Ferrari            + 1 giro
19.  Bianchi        Marussia-Cosworth         + 1 giro
20.  Chilton        Marussia-Cosworth         + 1 giro
21.  van der Garde  Caterham-Renault          + 2 giri   

Fastest lap: Vettel, 1m36.961s

Classifiche dopo il Gran Premio del Bahrain, round 4:                

Piloti:                    Costruttori:             
 1.  Vettel         77        1.  Red Bull-Renault          109
 2.  Raikkonen      67        2.  Lotus-Renault              93
 3.  Hamilton       50        3.  Ferrari                    77
 4.  Alonso         47        4.  Mercedes                   64
 5.  Webber         32        5.  Force India-Mercedes       26
 6.  Massa          30        6.  McLaren-Mercedes           23
 7.  Grosjean       26        7.  Toro Rosso-Ferrari          7
 8.  Di Resta       20        8.  Sauber-Ferrari              5
 9.  Rosberg        14       
10.  Button         13       
11.  Perez          10       
12.  Ricciardo       6       
13.  Sutil           6       
14.  Hulkenberg      5       
15.  Vergne          1    
   

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

177 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Ufficiale, torna il GP di Turchia!

Completano il calendario definitivo anche il doppio round in Bahrain e l'appuntamento finale di Abu Dhabi
Le indiscrezioni dei giorni scorsi hanno lasciato spazio all’ufficialità odierna: sono stati infatti annunciati gli ultimi appuntamenti che andranno a