Formula 1 | Ferrari, numeri e curiosità sul GP di Turchia

Ferrari ha percorso 160 giri in testa nel GP di Turchia

GP Turchia, i numeri principali dell'esperienza Ferrari all'Istanbul Park
Formula 1 | Ferrari, numeri e curiosità sul GP di Turchia

6. La posizione più arretrata sulla griglia di partenza dalla quale si è vinto il Gran Premio di Turchia. A riuscirci è stato Lewis Hamilton lo scorso anno. Nelle altre sette occasioni a trionfare è sempre stato uno dei due piloti che scattavano dalla prima fila. Anche la rimonta più importante è targata 2020 e a metterla a segno è stato Sebastian Vettel con la SF1000. Il tedesco partì undicesimo e concluse terzo, conquistando così il suo 55° e ultimo podio con la Scuderia Ferrari.

29. Il numero medio di sorpassi nel Gran Premio di Turchia. L’edizione più movimentata fu quella del 2011 con ben 79 cambi di posizione, mentre lo scorso anno ce ne furono 32. Il 2009 vide invece il numero minimo di sorpassi, con nove.

160. I giri percorsi in testa all’Istanbul Park dalla Scuderia Ferrari. Si tratta di un primato dato che la seconda squadra in questa classifica è la Red Bull con 97, poi c’è la McLaren con 93. Ben 151 dei giri al comando sono stati completati da Felipe Massa, lo specialista di questa pista con le sue tre vittorie consecutive dal 2006 al 2008.

1300. Le tazze di tè bevute in media in Turchia da ciascun abitante ogni anno, equivalenti a circa tre chilogrammi pro capite. Si tratta della bevanda più consumata nel paese, spesso offerta anche dai negozianti ai propri clienti, servita in piccoli bicchieri di vetro.

8372. Il perimetro della Turchia in km. Il paese situato a cavallo tra Europa e Asia è circondato principalmente dal mare – dal Mediterraneo, dall’Egeo e dal Nero – che bagna 6077 km di costa. Per il resto la Turchia confina con Grecia, Bulgaria, Georgia, Armenia, Azerbaigian, Iran, Iraq e Siria.

Ferrari Stats

GP disputati 1023
Stagioni in F1 72
Debutto Monaco 1950 (A. Ascari 2°; R. Sommer 4°; L. Villoresi rit.)
Vittorie 238 (23,26%)
Pole position 230 (22,48%)
Giri più veloci 254 (24,83%)
Podi totali 777 (25,32%)

Ferrari Stats GP di Turchia

GP disputati 8
Debutto 2005 (R. Barrichello 10°; M. Schumacher rit.)
Vittorie 3 (37,50%)
Pole position 3 (37,50%)
Giri più veloci 3 (37,50%)
Podi totali 8 (33,33%)

Questa settimana nella storia Ferrari

6/10. Nel 1918 nasce a Zurigo Max De Terra. Il pilota svizzero non può certo essere ricordato come un campione, ma nella storia della Ferrari ha avuto un ruolo. Fu infatti tra i fondatori della Ecurie Espadon con i connazionali Peter Hirt e Rudolf Fischer. Questa squadra fu tra i primi clienti della Casa di Maranello insieme a Peter Whitehead e Fischer con la 500 F2 ottenne anche grandi risultati come i terzi posti nei Gran Premi di Svizzera e Germania nella stagione 1952.

7/10. Nel 2007 si disputa allo Shanghai International Circuit il Gran Premio di Cina. La corsa viene vinta dalla Ferrari F2007 di Kimi Räikkönen che approfitta nella maniera migliore dell’errore del rivale per il titolo Lewis Hamilton. Il pilota della McLaren finisce lungo nella via di fuga della corsia box e termina lì la sua corsa. Grazie a questi risultati Kimi si riporta in lizza per il campionato che ora vede Hamilton in testa con 107 punti davanti al compagno Fernando Alonso con 103 e al finlandese con 100. L’ultima, rocambolesca, gara in Brasile vedrà Kimi ribaltare le sorti della classifica e aggiudicarsi il Mondiale.

8/10. Nel 2000 a Suzuka si corre la penultima gara della stagione, il GP del Giappone. La gara vede un bellissimo testa a testa tra la Ferrari di Michael Schumacher e il finlandese della McLaren, Mika Häkkinen che al via riesce a prendere il comando. La situazione rimane invariata anche dopo la prima sosta ai box, mentre al 37° giro la McLaren rientra per il proprio secondo rifornimento di benzina e cambio gomme. Schumacher ha carburante per restare in pista altri tre giri nei quali ottiene tempi strabilianti che gli permettono di uscire dai box davanti al rivale. Il finlandese scorta il tedesco al traguardo ma non riesce a metterlo in difficoltà. Michael Schumacher è campione del mondo, per lui è il terzo titolo ma si tratta del primo con la Scuderia che torna a vincere un Mondiale Piloti dopo quello conquistato nel 1979 con Jody Scheckter. In Italia sono solo le sette del mattino, ma a Maranello il traffico sembra quello dell’ora di punta. Tutti i tifosi sono in festa, le campane suonano, è un’alba tinta di rosso, il colore della Ferrari.

9/10. Nel 2017 si chiudono al New York Stock Exchange le celebrazioni per i 70 anni Ferrari. Termina un weekend nel quale le vetture più rappresentative della Casa di Maranello sono state protagoniste in più punti della città e ovviamente anche davanti al celebre palazzo del NYSE.

10/10. Nel 2004 Michael Schumacher conquista la vittoria nel Gran Premio del Giappone, penultima corsa del campionato. Per la Ferrari, che schiera la straordinaria F2004, è il 15° successo stagionale che permette di eguagliare il record della McLaren MP4/4 del 1988 e della Ferrari F2002 del 2002. Per la Scuderia è la vittoria numero 182, mentre per il tedesco, che in Belgio, ad agosto, aveva conquistato il suo settimo titolo mondiale, si tratta del 64° trionfo.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati