F2 | GP Sakhir, volata finale tra Schumacher e Ilott per il titolo

Schumacher e Ilott a caccia del titolo "cadetto"

Schumacher e Ilott battaglieranno sull'Outer Circuit di Sakhir per il titolo di Formula 2
F2 | GP Sakhir, volata finale tra Schumacher e Ilott per il titolo

Tutti è pronto sul circuito di Sakhir, in Bahrain, per la dodicesima e ultima tappa del campionato di Formula 2 2020. Squadre e piloti sono al lavoro negli stessi box in cui hanno operato la scorsa settimana, ma il layout del circuito su cui dovranno misurarsi nel weekend non sarà lo stesso. La configurazione della pista scelta per la seconda tappa mediorientale è la Outer Track, caratterizzata da undici curve per una lunghezza complessiva di 3543 metri, sulla quale il set-up delle monoposto sarà completamente da rivedere. La pista di preannuncia molto più veloce del tracciato originale, con pochi tratti guidati e una percentuale maggiore di rettilinei.

Due stelle. Sarà una novità che tutti i piloti in pista dovranno affrontare a partire da venerdì pomeriggio, quando saranno in pista per la sessione di prove libere. I riflettori saranno particolarmente intensi su due dei cinque piloti della Ferrari Driver Academy presenti in pista: Mick Schumacher e Callum Ilott. Per il tedesco, fresco dell’annuncio che ha ufficializzato il suo passaggio in Formula 1 la prossima stagione l’Haas F1 Team, sarà un weekend ad alta tensione, visto che conduce la classifica generale con 205 punti.

Testa a testa. Lo scorso fine settimana Mick ha raccolto 14 punti grazie al quarto posto conquistato nelle Feature Race e alla settima piazza nella Sprint Race. Ilott nella prima gara del weekend ha conquistato la seconda posizione, piazzamento che abbinato alla pole position fatta sua venerdì, gli ha permesso di conquistare 22 punti. Callum non ha incrementato il suo bottino nella Sprint Race, a causa di un contatto con Jehan Daruvala, ma il divario di 14 punti della vetta della classifica lo mantiene ampiamente in corsa per il titolo.

Robert. Lo scorso fine settimana sono arrivati ottimi riscontri anche da Robert Shwartzman. Il russo di FDA ha reagito in modo perfetto a una qualifica sfortunata che lo ha visto 14°. Nella Feature Race Shwartzman ha rimontato fino all’ottava posizione finale, piazzamento che gli ha consentito di scattare dalla pole position nella Sprint Race. Robert ha sfruttato alla perfezione l’opportunità, dominando la corsa che gli ha garantito la quarta vittoria stagionale. Una buona premessa in vista del prossimo weekend, un fine settimana in cui sono molto attesi anche Marcus Armstrong e Giuliano Alesi.

Marcus e Giuliano. Armstrong ha mostrato ottimi progressi in qualifica, ottenendo il quarto tempo lo scorso weekend in qualifica e portando a casa un settimo e un quarto posto nelle due gare. Anche Alesi era stato tra i protagonisti della qualifica con un buon sesto posto, ma in gara il pilota francese non è riuscito a confermarsi in zona punti.

Programma. Resta ancora un’opportunità per lasciare un segno importante nella stagione 2020, su un circuito inedito che potrebbe riservare delle sorprese. L’attività in pista inizierà venerdì con le tradizionali sessioni di prove libere e qualifiche, mentre sabato la Feature Race si disputerà sulla distanza di 48 giri, con partenza alle 15.10 locali (13.10 CET). La Sprint Race, che concluderà il weekend di Sakhir e la stagione 2020, prenderà il via domenica alle 15.20 (13.20 CET) sulla distanza di 34 giri.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati