F1 | Sainz sulla rimonta nel GP di Turchia: “Un piacere, potevo spingere molto forte”

"Un peccato per quel pit stop che ci ha fatto perdere la possibilità di finire in Top 5", ha detto l'alfiere di Maranello

F1 | Sainz sulla rimonta nel GP di Turchia: “Un piacere, potevo spingere molto forte”

Carlos Sainz è stato uno dei principali protagonisti del Gran Premio di Turchia, disputato domenica scorsa all’Istanbul Park, dove tra l’altro è stato premiato con il riconoscimento del Driver of the Day. Lo spagnolo, che nell’ultimo appuntamento ha montato la nuova power unit evoluta di Maranello, ha costruito un’ottima rimonta che lo ha portato dal fondo della griglia fino alla P8. Discutendo sull’andamento della sua gara, l’alfiere del Cavallino ha ammesso come si sia divertito a recuperare numerose posizioni.

Quando hai questo ritmo e una pista che ti permette di sorpassare, soprattutto quando è bagnata, è stato un piacere e potevo spingere molto forte – ha dichiarato Sainz, citato da RaceFans – Ovviamente è stato un peccato per quel pit stop che ci ha fatto perdere la possibilità di finire tra i primi cinque. Complimenti alla squadra perché la macchina era davvero bella da guidare. Fin dall’inizio abbiamo avuto un ottimo ritmo sul bagnato. E poi mentre la pista si stava asciugando, seguivamo molto bene le condizioni. Ho fatto molti sorpassi, ogni singolo sorpasso in pista. Non sono stato fortunato in nessun punto”.

Tra le battaglie che hanno tenuto occupato Sainz c’è stata anche quella con Sebastian Vettel, dove lo spagnolo perdendo il controllo alla staccata del lungo rettilineo è venuto a contatto con l’Aston Martin del tedesco.

Gli ho già chiesto scusa perché sono stato un po’ troppo ottimista – ha ammesso Sainz – Questi motori Mercedes sono così difficili da superare, quindi o ci provi in ​​frenata o non li superi. E volevo continuare la rimonta e non volevo rimanere bloccato dietro, ha funzionato. Quindi sono molto felice”.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati