F1 GP Monaco: Vince Vettel, doppietta Ferrari

Ricciardo sul podio. Hamilton settimo

F1 GP Monaco: Vince Vettel, doppietta Ferrari

Sebastian Vettel vince il GP di Monaco e riporta la Ferrari sul gradino più alto del podio a Monaco dopo ben 16 anni. Doppietta Ferrari, mancava dal GP di Germania del 2010, con la Red Bull di Ricciardo al terzo posto. Una gara che ha visto tagliare il traguardo solamente a 13 piloti, mentre in 7 sono stati costretti al ritiro. Bottas chiude al quarto posto con la Mercedes, seguito da Verstappen, Sainz, Hamilton, Grosjean, Massa e Magnussen. Il tedesco della Ferrari lascia il Principato con una gara di vantaggio – 25 punti – in classifica generale sul rivale Hamilton. La sfida mondiale è ufficialmente incandescente, ma oggi i riflettori sono tutti per la Rossa!

Cronaca – Monoposto schierate in griglia, gomma ultrasoft per tutti – usata per i primi 8 e le due McLaren – tranne le Sauber, che partono con le supersoft. Sole e caldo a Monaco – 52°C la temperatura dell’asfalto – quando scatta la 75esima edizione del GP di Monaco.  Kimi Raikkonen scatta pulito e mantiene la testa del gruppo, mentre Vettel alle sue spalle deve guardarsi da Bottas, che mantiene la terza piazza. Seguono le due Red Bull con Verstappen davanti a Ricciardo. Quindi Sainz, Perez, Grosjean, Magnussen, Hulkenberg, Kvyat e Hamilton, che al via è riuscito a passare Vandoorne. Wehrelin e Button si fermano al primo giro, montando rispettivamente gomma ultrasoft e supersoft. La Sauber si prenderà 5 secondi di penalità per unsafe release ai danni della McLaren.

Vettel e Raikkonen sono protagonisti di un botta e risposta a suon di giri veloci, con il tedesco staccato di 1.3s dal finlandese, mentre Hamilton fatica ad avvicinarsi a quelli davanti a lui. Al giro 16 arriva il primo ritiro, è per la Renault di Hulkenberg, con il motore in fumo. Il giro successivo si ferma Perez, che passa alle ultrasoft, ed è costretto a cambiare l’ala anteriore dopo un contatto con le barriere. Hamilton sale così al decimo posto. Le due Ferrari si trovano davanti i primi doppiati, mentre Bottas si avvicina a Vettel e Verstappen alle sue spalle. Al giro 32 l’olandese entra ai box e la Mercedes del finlandese lo fa al giro successivo. Al rientro in pista Bottas è quinto, Verstappen sesto. Al giro 36 Raikkonen è ai box, mentre Ricciardo e Vettel cominciano a macinare giri da qualifica. Il tedesco è passato al comando, seguito da Ricciardo, Raikkonen, Sainz, Bottas, Verstappen, Grosjean, Magnussen, Kvyat e Hamilton.

Al giro 38 Ricciardo entra ai box e riesce a rientrare in terza posizione, davanti a Bottas e Verstappen. Al giro 39 tocca a Vettel rientrare: il tedesco, che ha spinto come un forsennato negli ultimi giri, riesce a rientrare in pista al comando e prende le redini del GP. Al giro 43: Vettel, Raikkonen, Ricciardo, Bottas, Verstappen, che si sono già fermati, Hamilton, Vandoorne, che devono ancora passare dai box, Sainz, Grosjean e Kvyat. Al giro 47 si ferma anche Hamilton, e rientra settimo. Magnussen, Ocon e Button sono gli unici ad avere effettuato due pit stop. Vettel prosegue al comando, con un vantaggio di oltre 10 secondi su Raikkonen. Il finlandese perde ritmo e Ricciardo alle sue spalle si avvicina… Dietro di loro la lotta è con Verstappen che punta Bottas e Hamilton a caccia di Sainz.  A meno di 20 giri dalla fine: Vettel, Raikkonen, Ricciardo, Bottas, Verstappen, Sainz, Hamilton, Grosjean, Kvyat e Vandoorne.

Al giro 60 Button tenta il sorpasso su Wehrlein prima del tunnel: i due si toccano e la Sauber si cappotta contro le barriere! Safety car in pista. Il tedesco fortunatamente sta bene ma è parcheggiato a testa in giù… Verstappen, Massa e Perez ne approfittano per ripassare dai box e montare la mescola ultrasoft. Al giro 65 Ericsson finisce contro le barriere. Al giro 66 rientra la safety car. Ricciardo, Bottas e Verstappen sono vicinissimi. Ma ecco che va fuori anche la McLaren di Vandoorne, nello stesso punto della Sauber poco prima. A dieci giri dalla fine: Vettel, Raikkonen, Ricciardo, Bottas, Verstappen, Sainz, Hamilton, Grosjean, Kvyat e Perez.

Al giro 72 Perez si lancia su Kvyat al Casinò e i due si toccano, con la Toro Rosso che conclude la sua gara contro le barriere mentre il messicano prosegue. Ritiro per Stroll al giro 74. A cinque giri dal termine, Vettel, Raikkonen, Ricciardo, Bottas, Verstappen, Sainz, Hamilton, Grosjean, Massa e Magnussen. Nell’ultimo giro Hamilton dice ai suoi che la battaglia, con Vettel, non è finita. Mentre il tedesco taglia il traguardo davanti a Raikkonen e Ricciardo!

F1 GP Monaco – Tempi e risultati Gara

1 05 Sebastian Vettel Ferrari + 0″000 01:44’44″340 78
2 07 Kimi Raikkonen Ferrari + 0″000 + 3″145 78
3 03 Daniel Ricciardo Red Bull + 0″000 + 3″745 78
4 77 Valtteri Bottas Mercedes + 0″000 + 5″517 78
5 33 Max Verstappen Red Bull + 0″000 + 6″199 78
6 55 Carlos Sainz Toro Rosso + 0″000 + 12″038 78
7 44 Lewis Hamilton Mercedes + 0″000 + 15″801 78
8 08 Romain Grosjean Haas + 0″000 + 18″150 78
9 19 Felipe Massa Williams + 0″000 + 19″445 78
10 20 Kevin Magnussen Haas + 0″000 + 21″443 78
11 30 Jolyon Palmer Renault + 0″000 + 22″737 78
12 31 Esteban Ocon Force India + 0″000 + 23″725 78
13 11 Sergio Perez Force India + 0″000 + 39″089 78
14 18 Lance Stroll Williams + 0″000 Ritirato
15 26 Daniil Kvyat Toro Rosso + 0″000 Ritirato
16 2 Stoffel Vandoorne McLaren + 0″000 Ritirato
17 09 Marcus Ericsson Sauber + 0″000 Ritirato
18 22 Jenson Button McLaren + 0″000 Ritirato
19 94 Pascal Wehrlein Sauber + 0″000 Ritirato
20 27 Nico Hulkenberg Renault + 0″000 Ritirato

F1 GP Monaco: Vince Vettel, doppietta Ferrari
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati