F1 GP Brasile, Prove Libere 2: Bottas al comando davanti a Hamilton

Vettel in terza posizione. Lotta ravvicinata anche con le Red Bull nei long run

F1 GP Brasile, Prove Libere 2: Bottas al comando davanti a Hamilton

Passa alle Mercedes lo scettro della velocità nelle FP2 del GP del Brasile, con Valtteri Bottas autore del miglior crono di giornata, 1:08.846, davanti alla monoposto del compagno di box Hamilton, “bruciato” per appena 3 millesimi. Terzo tempo a Vettel, staccato di 73 millesimi dal vertice, che ha preceduto le monoposto di Ricciardo, Verstappen, Raikkonen, Grosjean, Leclerc, Magnussen e Ocon.

Cronaca – Scattano sotto un cielo di nuvole le FP2 a Interlagos. Max Verstappen, protagonista al mattino, è fermo ai box con i meccanici impegnati a riparare la pompa dell’olio sulla sua RB14; l’olandese riuscirà a unirsi al gruppo solo a metà sessione. Tra i primi a lanciarsi in pista c’è Raikkonen, con la gomma medium: il finlandese fissa subito un crono di riferimento, 1:10.587, migliorato dopo pochi minuti dal compagno di box Vettel, che con le soft fa segnare 1:09.990. Il tedesco fa giusto in tempo a limare il proprio crono, quando sventola bandiera rossa: Hulkenberg ha colpito un cordolo finendo contro le barriere. Nessun ferito ma la Renault del tedesco è accartocciata su un fianco. Alla ripartenza dopo il tempo necessario per sgomberare la pista, a quelli della Ferrari del tedesco si accodano i tempi di Bottas, Ricciardo, Leclerc, Raikkonen, Grosjean, Magnussen, Stroll, Sainz e Vandoorne.

A trenta minuti dal via, il crono da battere passa nelle mani di Hamilton, che con le soft mette a segno 1:09.245. Lo inseguono Raikkonen, Vettel, Bottas, Ricciardo, Magnussen, Leclerc, Ocon e Stroll. I piloti passano uno dopo l’altro alla gomma più performante a disposizione per questo weekend, la supersoft. Vettel si impone sul gruppo, ma poi tocca a Bottas, più veloce in 1:08.846. Crono quello del finlandese della Mercedes, che resisterà fino alla bandiera a scacchi.

A metà sessione Bottas è davanti, Hamilton a tre millesimi dal compagno di box. Dietro di loro Vettel, Ricciardo, Raikkonen, Grosjean, Leclerc, Magnussen, Ocon e Gasly. Hamilton e Vettel cominciano la simulazione del passo gara su gomma gialla, rossa invece per Bottas e Raikkonen. Verstappen intanto si è inserito al quinto posto. La simulazione di Hamilton e Vettel prosegue in fotocopia con il passaggio alla mescola supersoft, mentre i due rispettivi compagni di squadra scelgono di proseguire su medium.

E mentre nella prima parte dedicata ai long run la Ferrari appare molto consistente, è poi la Mercedes a mostrarsi più aggressiva e costante, insieme a una Red Bull, quella di Ricciardo in particolare, migliorata dopo un intervento alle sospensioni, da tenere sicuramente d’occhio questo weekend.

F1 GP Brasile – Tempi, risultati e giri Prove Libere 2

1 Valtteri Bottas Mercedes 1m08.846s 48
2 Lewis Hamilton Mercedes 1m08.849s 0.003s 43
3 Sebastian Vettel Ferrari 1m08.919s 0.073s 42
4 Daniel Ricciardo Red Bull/Renault 1m09.164s 0.318s 44
5 Max Verstappen Red Bull/Renault 1m09.339s 0.493s 28
6 Kimi Raikkonen Ferrari 1m09.412s 0.566s 42
7 Romain Grosjean Haas/Ferrari 1m09.769s 0.923s 44
8 Charles Leclerc Sauber/Ferrari 1m09.943s 1.097s 44
9 Kevin Magnussen Haas/Ferrari 1m10.007s 1.161s 39
10 Esteban Ocon Force India/Mercedes 1m10.159s 1.313s 45
11 Sergio Perez Force India/Mercedes 1m10.320s 1.474s 23
12 Pierre Gasly Toro Rosso/Honda 1m10.330s 1.484s 44
13 Fernando Alonso McLaren/Renault 1m10.332s 1.486s 36
14 Carlos Sainz Renault 1m10.458s 1.612s 48
15 Marcus Ericsson Sauber/Ferrari 1m10.532s 1.686s 44
16 Sergey Sirotkin Williams/Mercedes 1m10.569s 1.723s 46
17 Stoffel Vandoorne McLaren/Renault 1m10.596s 1.750s 26
18 Lance Stroll Williams/Mercedes 1m10.662s 1.816s 44
19 Brendon Hartley Toro Rosso/Honda 1m10.734s 1.888s 46
20 Nico Hulkenberg Renault 1m11.674s 2.828s 6

F1 GP Brasile, Prove Libere 2: Bottas al comando davanti a Hamilton
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

1 commento
  1. Victor61

    9 novembre 2018 at 20:45

    senza i buchi???…ma dai sta a vedere che vanno forte lo stesso da non credere :-)))

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati