F1 | Gary Anderson sulla promozione di Binotto a team principal Ferrari: “Avrebbero dovuto puntare su qualcun altro”

"Non capisco perché prendere il tuo miglior tecnico e metterlo a fare il manager", ha sottolineato l'ex direttore tecnico della Jordan

F1 | Gary Anderson sulla promozione di Binotto a team principal Ferrari: “Avrebbero dovuto puntare su qualcun altro”

Presente sul palco dell’Autosport International Show, l’ex direttore tecnico della Jordan Gary Anderson ha esternato il proprio punto di vista sull’avvicendamento al vertice della Gestione Sportiva della Ferrari che ha portato ai saluti Maurizio Arrivabene promuovendo Mattia Binotto come nuovo team principal del Cavallino.

Per Anderson la scelta intrapresa dai vertici di Maranello non è quella giusta: “Binotto è molto bravo come responsabile tecnico. Questo è un lavoro a tempo pieno, che ti prende sette giorni su sette, non è un qualcosa part time. Penso che abbiano preso la decisa sbagliata, avrebbero dovuto puntare su qualcun altro. Non capisco perché prendere il tuo miglior uomo tecnico e metterlo a fare il manager, a fare politica, che non è il suo forte”.

Ha poi aggiunto: “Cosa succederebbe se alla fine del 2019 la Red Bull sopravanzasse la Ferrari, diventando quest’ultima la terza o quarta forza del campionato? Potrebbe anche accadere, poi sarebbe la sua testa a saltare. Perderebbero una risorsa molto valida perché è stata messa in una posizione in cui non dovrebbe stare”.

F1 | Gary Anderson sulla promozione di Binotto a team principal Ferrari: “Avrebbero dovuto puntare su qualcun altro”
4.8 (96%) 5 votes
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

1 commento
  1. .. non è normale

    12 gennaio 2019 at 18:51

    ANDERSON CHI ?

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Alexander Albon ha chiaro il suo futuro

"Ho quattro giorni di test a Barcellona e non ho mai guidato una macchina di Formula 1. Ma voglio arrivare preparato a Melbourne"
Alexander Albon, pilota della Toro Rosso, ha confessato di affrontare la stagione del suo debutto in Formula 1 con l’obiettivo