Jackie Stewart: “Raikkonen e la Lotus sono tornati”

Il leggendario pilota scozzese ha belle parole per il finnico e la sua scuderia

Per il tre volte campione del mondo il doppio podio della Lotus a Sakhir è il segno che la storica squadra è tornata ai fasti di un tempo, anche grazie a un pilota che ha dimostrato tutte le sue qualità
Jackie Stewart: “Raikkonen e la Lotus sono tornati”

Jackie Stewart, tre volte campione del mondo tra il ’69 e il ’73 e leggenda della F1, ha lodato il ritorno sul podio di Kimi Raikkonen in Bahrein e ha elogiato anche il nuovo corso della Lotus.

“E ‘una performance veramente ottima venuta da una squadra giovane ma che lavora molto bene”, ha detto lo scozzese al quotidiano inglese Herald Tribune. “Non è stato facile riorganizzare una squadra da zero, ma sono convinto che a Enstone hanno fatto un ottimo lavoro. Il fondatore della Lotus Colin Chapman deve essere abbastanza soddisfatto da lassù guardando la gara in Bahrein. Non hanno mai avuto alcun successo da quanto la squadra si è sciolta, quindi è grande, fantastico”, ha spiegato il campione del mondo, che era in forza alla Tyrrell, storica scuderia inglese al pari della Lotus.

La scuderia attuale è una derivazione della Renault, che a sua volta era erede della Benetton vincitrice dell’iride negli Anni ’90 con Michael Schumacher e che prese il posto della Toleman sul finire degli Anni ’80. La Lotus originale nacque nel 1958 e dopo 79 vittorie, quasi 500 GP disputati e sette titolo Costruttori conquistati, fallì nel 1994. Oggi la rinascita, dapprima con il Team Lotus che oggi è l’attuale Caterham e poi da questa stagione con la scuderia basata a Enstone che ne ha acquistato il marchio. Il doppio podio in Bahrein, alle spalle di Sebastian Vettel, da parte di Raikkonen e del suo secondo Romain Grosjean sono il segno che lo storico marchio fa ancora parlare di sé.

Ma Stewart parla anche della grande gara a Sakhir del finlandese ex Ferrari: “Le prestazioni di Kimi, in particolare, dopo che così tante persone avevano messo in dubbio che potesse tornare in F1 e avere successo dopo i suoi due anni nei rally, è stato incredibile. La maggior parte delle persone pensava che non avrebbe avuto la capacità di lottare per una gara intera. Un sacco di gente faceva questo tipo di commenti. Kimi ha saputo tornare al vertice, e solo alla sua quarta gara. E avrebbe potuto anche vincere, era molto vicino a un certo punto. Quindi sono felice per tutto il team e per un campione che è tornato a farci emozionare”, ha concluso il leggendario “Scozzese volante”. Da notare che Stewart fondò nel 1997 una scuderia che portava il suo nome, la Stewart GP: questa divenne Jaguar nel 2000 e nel 2005 divenne una delle più forti squadre della F1, la Red Bull Racing, proprio la stessa che ha battuto le due Lotus in Bahrein.

Lorena Bianchi

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

68 commenti
  1. f1expert

    26 aprile 2012 at 22:09

    Ok, ti rispondo puntualmente….citandoti..
    “ti vorrei far notare che fare il saputello non è certo una forma di rispetto nei confronti altrui”
    Ho semplicemente scritto quello che pensavo, come del resto facciamo tutti qui, se elencando “alcune” imprese di Kimi ho turbato la sensibilità di qualcuno mi dispiace molto, ma sinceramente tu sei il primo a dirmelo.

    Nel tuo ultimo post scrivi…”mi sorge qualche dubbio circa la tua comprensione dell’italiano: certo che non ho smentito quello che hai detto!!!”…mentre in quello precedente dicevi…”fare l’elenco (anche sommario e malfatto) delle imprese di kimi non ti aiuta.”…Anch’io comincio ad avere lo stesso dubbio circa la comprensione dell’italiano.
    “kimi non può essere considerato migliore di massa…e purtroppo neppure di alonso, che a differenza del finlandese bastona il povero felipe da tre anni.”
    Lasciando stare l’imprecisione sul fatto che sono 2 anni e 4 gare, questa tua ultima frase è un’opinione, così come la mia su Kimi.
    L’ho letta e riletta ma non riesco a sentirmi offeso.
    Caro LucaR sono contento che sei un tifoso di Raikkonen.

    saluti

  2. LucaR

    27 aprile 2012 at 01:56

    Scusa la domanda ma ci sei o ci fai?

    Riscrivi alcune mie frasi che purtroppo xte non presentano contraddizione…ma ce la fai??
    Non so quale sia il tuo livello di istruzione ed inizio a pensare di parlare con un bambino delle medie…senza offesa.

    Cmq provo a rispiegarti il tuo errore: citare correttamente aneddoti passati, di quando kimi vinceva in mclaren, non serve a nulla!

    E’ stato battuto da massa in qualifica? Sì!
    …E in gara? Ugualmente sì (2007 a parte).

    Cosa c’entrano gli anni in mclaren? Me lo spieghi??? No, non puoi!

    Infine, ti ringrazio per la correzione su massa e alonso (ma credo davvero che quest’anno felipe batterà lo spagnolo?…ma dai!).

    Tuttavia alonso a differenza di kimi ha saputo imporsi nel team e battere quella stessa concorrenza che kimi soffriva tanto.

    Quindi come puoi dire che kimi sia più forte di fernando? Semmai si potrebbe supporre il contrario…

    E se non ti bastasse, ricordati il commento di Dennis “ho il massimo rispetto per Kimi ma Fernando è più forte mentalmente”
    Se permetti, lui conoscerà meglio questi piloti di te, che dici?

    Buonanotte, olè!

    • f1expert

      27 aprile 2012 at 07:59

      Cito…il commento di Dennis “ho il massimo rispetto per Kimi ma Fernando è più forte mentalmente”….hai detto bene caro LucaR, fù solo un commento. Michael Schumacher la pensava diversamente e indicò Raikkonen come suo successore e anche Jean Todt disse la stessa cosa e dello spagnolo non ne voleva proprio sapere. Io una idea me la sono fatta aldilà di quello che pensano Dennis, Jean e Michael.
      E comunque volevo smentirti anche su un’altra cosa ma poi mi ero dimenticato…
      Damon Hill era un campione.

      Peace&Love

      • LucaR

        27 aprile 2012 at 08:34

        …Con la differenza che Dennis il commento lo fece dopo aver lavorato con entrambi e aver potuto paragonare le loro doti nella medesima situazione tecnica. Jean invece preferì kimi senza avere una conoscenza così stretta con nessuno dei due.

        Quindi quello che fa Dennis è giusto o meno a seconda che ti faccia comodo o meno? Se sceglie kimi è uno che ci capisce, se poi preferisce Alonso allora no???

        Ha ha ha! Peggio di una religione il tifo!

  3. LucaR

    27 aprile 2012 at 09:21

    Ha ha ha!

    Evidentemente non sai leggere e non conosci neppure il significato delle parole che usi, ti spiego:

    Non ho mai scritto che Hill non è un campione ma che non è un fuoriclasse, esattamente come tu sostieni di alonso, a paragone di Raikkonen e Schumacher…con la differenza però che mentre nessun team manager o giornalista ha mai definito Hill un fenomeno del volante, alonso è unanimamente riconosciuto come uno dei più grandi talenti degli ultimi anni…

    Come vedi hai perso un’altra occasione per stare zitto e ancora una volta ti sei fregato da solo…smentendoti tu stesso!

    A proposito, oltre che imparare a leggere prima di attaccare, impara anche il significato di “smentire”…evidentemente non lo conosci.

    Ciao!

    • LucaR

      27 aprile 2012 at 10:01

      E proposito di smentite, Damon è l’esempio di come per vincere un mondiale e trionfare più volte a Spa, non si debba essere necessariamente inseriti nella lista dei più grandi piloti della storia del motorsport.

      Olè!

  4. LucaR

    27 aprile 2012 at 11:30

    PS:
    In verità sarei felice se tu mi smentissi, ciò significherebbe che Kimi è stato più veloce di Massa vincendo il confronto sia in qualifica che in gara…(2007 a parte).
    Purtroppo però più che scrivere una coozaglia di aneddoti e arrampicarti sugli specchi non riesci a rare…peccato.

  5. f1expert

    27 aprile 2012 at 22:10

    Stai diventando il mio mito…grande determinazione la tua.
    Se era tuo intento difendere Massa bè posso dirti che Felipe, per quanto mi riguarda, non è un cattivo pilota. La difficile convivenza con Alonso è soprattutto a livello di squadra con ovvie ripercussioni sulle prestazioni. Mi dispiace molto che debba subire certe cose dopo tanti anni in Ferrari, non se lo meritava.
    Per il resto il discorso riguardava Raikkonen e nessun’altro, se tu dici che Massa è più forte di Kimi, questo resta una tua opinione per altro condivisa da pochi. Visto che hai tirato in ballo anche Sir. Damon posso tranquillamente dirti che Hill appartiene già ad un’altra F1 e si fece carico di pesantissime eredità a suo tempo. Lottò con onore contro il miglior Michael Schumacher. Oggi non sò quanti piloti sarebbero in grado di tener testa allo Schumacher giovane. Pertanto, Damon Hill, storico avversario della leggenda Schumi, si merita un posto d’onore nei campioni. Se ti vai a guardare un bel lap di Hill on-board capirai facilmente che era un bel manico.
    Se sei tifoso di qualcuno puoi anche dirlo, non c’è bisogno di nascondersi.
    A me vedere un giro di Kimi mi entusiasma come pochi altri piloti sono riusciti a fare.
    E credo che molti appassionati di F1 convengano con me al di là del colore e del tifo. Raikkonen è un pilota che resterà nella storia della F1 e ne parleremo a lungo anche quando non correrà più, la stessa cosa non si può dire di altri piloti a te tanto cari.

  6. LucaR

    28 aprile 2012 at 14:28

    La mia non è determinazione, semplicemente bontà d’animo!
    Scusa ma per l’ennesima volta sei capace di leggere??? Sei in grado di comprendere la frase “tifo raikkonen?”…dal 2002 aggiungo ora!

    O forse il tuo era un’insinuazione su fatto che dovrei tifare Felipe?
    In tal caso mi dispiacerebbe per te, incapace di accettare un tifo obbiettivo e onesto. Dai, non credo tu sia ridotto tanto male!

    Per il resto, mi fa piacere vedere come ritratti ogni cosa, come cambi discorso ad ogni mia obiezione…in generale che ti debba arrampicare sugli specchi ogni volta.
    Vedi, car

    Hill era un gar pilota? Ma certo, quale campione del mondo non lo è???
    Sicuramente però non è nella lista dei fuoriclasse come 4enna, schumacher, Clark, Stewart, Lauda…

    Sai di chi parlo almeno? E questo non lo dico solo io ma anche chi, a differenza tua, di f1 è esperto davvero e non solo fumo.

    • LucaR

      28 aprile 2012 at 14:41

      E poi: prima inizi a sparare giudizi assoluti, e ora ti sei ridotto a spiegarmi cosa e quanto ti entusiasma Kimi in un giro di qualifica…ma cosa c’entra quanto piace a te come guida il finlandese?

      Stavamo parlando del valore oggettivo, non dei tuoi gusti!

      Ancora una volta le tue argomentazioni sono inconsistenti e spesso fuori luogo.
      E la cosa tragica, per te, è che non te ne accorgi nemmeno…il che rende divertente ciò che dici ai miei occhi, anche se mi spiace per te. Davvero.

  7. LucaR

    28 aprile 2012 at 14:54

    Dimenticavo:
    se non sai chi è stato Damon, non dire fesserie, non fare l’esperto se non sai nulla.

    1. Hill è stato la ragione per cui Schumacher è diventato il riferimento in f1…a parte qualche bella gara bagnata, damon, in condizioni tecniche quasi sempre migliori, le ha sempre prese dal tedesco. Venendo pure umiliato a 2storil 1995.

    2. Fu un ottimo pilota, ma mai all’altezza di Schumacher, tant’è che che Frank lo lasciò a piedi a titolo appena vinto…oppure ne sai più di Frank Williams????

    Non parlare di cose che non conosci…sei semplicicemente ridicolo.

    Olè!

    • f1expert

      28 aprile 2012 at 17:18

      Caro LucaR,
      ti ringrazio della premura che hai nei miei confronti, ma non stò cercando di fare polemica a tutti i costi perchè mi diverte e non ho nulla di meglio da fare. Se vuoi delle risposte puoi rileggerti i post precedenti, sono scritti in italiano, puoi farteli tradurre se vuoi :P.
      Detto questo vorrei farti notare che le tue intenzioni sono chiare, ma non credo proprio che nel confronto tra piloti valga la proprietà transitiva.
      Con questo passo e chiudo perchè, evidentemente, il nostro discorso non ha interessato nessuno degli altri utenti del blog e non voglio continuare ad annoiare e ad annoiarmi.

      Saluti

  8. danowski

    28 aprile 2012 at 20:58

    vi ho letto e rispondo in sintesi.

    kimi numero uno

    team ferrari manipolatori e antisportivi per abitudine (vedi mansell prost)

    team inglesi sportivi e leali

    se lotus aggiorna Kimi campione del mondo

    stampa rai e gazzetta, vigliacchi antisportivi e falsi.

    • LucaR

      29 aprile 2012 at 01:28

      Caro danowsky

      Supponiamo per assurdo che la tua teoria, circa il boiccottaggio di kimi in ferrari, sia vera. (Non sai quanto vorrei crederci)

      Allora spiegami come mai la ferrari avrebbe pagato Raikkonen ad un prezzo salatissimo (un ingaggio superiore a quello che in quello stesso periodo pagò la Mclaren per alonso) per poi sabotarlo e farlo andare più piano di massa che pagavano quattro soldi.

      Perché fare di raikkonen il pilota più pagato e poi penalizzarlo?

      Ti ripeto che non m’interessa avere ragione, anzi. Ma a pensarci mi sembra inverosimile questa teoria.

      Ciao!

      • danowski

        29 aprile 2012 at 10:26

        Luca per fare andar forte un ragazzo ci vogliono una serie di attenzioni da parte dei team, no basta mettergli in mano una macchina. Se all’interno di una squadra ci sono favoritismi evidenti il tuo morale può finire sotto i tacchi. Se poi qualcuno inizia a dire ti te che hai un carattere di m.. perchè non ti presti a socializzare e a concederti, come è tipico di un popolo latino, senza considerare che sei un nordico, allora le cose si complicano ancora. Ti ribalto la domanda. Come mai Kimi dall’incidente di Massa in poi si mise a volare con quel paracarro di macchina, vincendo spa e inanellando podi fino a fine stagione? Comunque, complotti o ipotesi a parte un dato è certo e ne parla anni di storia: dentro a quel team ci son sempre state scorrettezze e favoritismi. Lo sport è un altro. Mia opinione sia chiaro. Ciao

      • f1expert

        29 aprile 2012 at 13:34

        Caro Danowski,
        hai perfettamente ragione, purtroppo Kimi è arrivato a cavallo di due gestioni completamente differenti. Fù scelto, a suon di milioni, da Jean Todt, Ross Brawn e Michael Schumacher perchè era l’unico che poteva sostituire il tedesco. Con grande disapprovazione di molti, Raikkonen è stato licenziato nel momento in cui Domenicali e la banda bassotti sono saliti alla ribalta. Nonostante questo vinse un mondiale e lottò fino all’ultima gara del 2009 dimostrando una grande professionalità.
        A Domenicali oggi, dopo le deludenti stagioni trascorse, non posso che dire…Chi è causa del suo mal pianga se stesso.

        Peace&Love

      • LucaR

        30 aprile 2012 at 00:02

        ciao dawnoski,

        Beh ma quello che hai descritto nel tuo ultimo post non è un complotto, semplicemente una condizione umana non idilliaca…mi spiego: forse hai ragione, anzi, a partire dalla seconda metà del 2008, il team puntava solo su felipe, con evidenti ricadute sul finlandese.

        Tuttavia vorrei ricordarti di come massa era una spina nel fianco di kimi anche l’anno in cui quest’ultimo ha vinto il mondiale, di come fino alle qualifiche di monza, il brasiliano, reduce da una splendida vittoria in turchia, sembrava avviato ad essere l’uomo di punta xil gran finale contro le mclaren.
        Insomma, ha vinto ma se l’è sudata e i due erano molto vicini come prestazioni…

        Alla luce di ciò, alla tua domanda potrei rispondere che kimi, dopo l’incidente di massa ha guidato meglio perché libero da un confronto con un pilota che, nel team, lo aveva messo in ombra.

        Sarebbe perfettamente umano che raikkonen fosse stato logorato da questo difficile confronto.

        Magari hai ragione tu, e ti assicuro che difendere la ferrari non è mai stata la mia intenzione…ma non puoi negare anche le altre possibilità, no?

        Ciao!

  9. LucaR

    28 aprile 2012 at 21:43

    Ha ha ha!

    Sei davvero patetico…dovrei cercare risposte che non hai saputo dare?
    Mi sarebbe piaciuto tanto se mi avessi smentito…almeno una volta. Sarebbe stato un confronto costruttivo,ma evidentemente non ne sei all’altezza.

    Comunque spero vivamente che tu fino ad ora ti sia divertito a scrivere certe frasi sconclusionate…e che tu non sai davvero così, lo spero per te.
    Guarda caso, anche nel tuo ultimo post prima dici di divertirti e poi di annoiarti: evidentemente non sai nemmeno tu cosa scrivi.

    A proposito, evita anche di citare concetti matematici che non conosci, impara prima a leggere, he he he!

    Olè

    • f1expert

      28 aprile 2012 at 22:13

      :P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P:P

      • LucaR

        29 aprile 2012 at 01:16

        Ma come, non ti eri annoiato di scrivere?…ma certo, sarebbe così se tu sapessi cosa stai dicendo, vero?

        Comunque sono felice che ti sia abbassato al livello di comunicazione che ti compete!Spero solo che non tutti i tifosi di Kimi siano come te, non se lo meriterebbe…nemmeno massa!

        Alla prossima fragolino!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati