Toro Rosso annuncia una partnership con Kio Networks per il GP del Messico

Tost: "Partner importante e di grandissimo profilo"

Toro Rosso annuncia una partnership con Kio Networks per il GP del Messico

La Scuderia Toro Rosso è lieta di annunciare una nuova partnership con KIO Networks, azienda messicana che opera nel campo della Information Technology. Per il Gran Premio del Messico, diciannovesimo e terzultimo appuntamento del mondiale 2016 di Formula Uno, il logo della KIO Networks apparirà ben visibile sul muso e sui deflettori delle vetture di Daniil Kvyat e di Carlos Sainz.

Ecco le parole di Franz Tost: “Il Gran Premio del Messico dello scorso anno ha dato prova di essere un grande successo: è riuscito a regalare uno spettacolo straordinario. È per noi un vero piacere dare il benvenuto a KIO Networks, in occasione della loro gara di casa, stabilendo così un rapporto con una compagnia di alto profilo. Siamo impazienti di vivere insieme a loro quello che siamo certi sarà un altro emozionante weekend di gara per i tantissimi appassionati che riempiranno le tribune del circuito”.

Sergio Rosengaus, CEO di KIO Networks, ha aggiunto: “Siamo molto felici di aver unito le forze con la Scuderia Toro Rosso, con cui condividiamo la passione per la tecnologia, l’innovazione, l’approccio all’ambito IT con prestazioni ad alto livello. Siamo davvero soddisfatti di essere associati a una squadra audace, pronta alle sfide e divertente. Siamo sicuri che Carlos e Daniil daranno il loro meglio in pista: siamo impazienti di vederli in azione con la Scuderia Toro Rosso, durante il nostro Gran Premio di casa.”

La KIO Networks è stata fondata nel 2002 con capitali interamente messicani. È una società che offre e sviluppa: un’ampia rete di servizi infrastrutturali; servizi di mission critical IT; tecnologie on demand, fornitura di servizi di hosting ad elevata complessità gestionale; servizi cloud; information security, applicazioni on demand, connettività e gestione di Big Data, oltre ad altri servizi nell’intero territorio di Messico, Stati Uniti, America Centrale, Caraibi ed Europa.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati