Raikkonen: “Dopo il fuoripista ho colpito un cordolo, poi l’impatto”

Il finlandese fuori al primo giro a Silverstone

Raikkonen: “Dopo il fuoripista ho colpito un cordolo, poi l’impatto”

Kimi Raikkonen è stato protagonista di un brutto incidente nel primo giro del GP Gran Bretagna. Il finlandese è andato a sbattere contro le barriere dopo un testacoda, tornando poi pericolosamente in pista e coinvolgendo anche Felipe Massa.

“Sfortunatamente la mia gara di oggi si è conclusa al primo giro, nonostante fossi riuscito a far bene in partenza, tanto da ritrovarmi in lotta per l’undicesima posizione” ha commentato Raikkonen. “In curva 5 sono uscito di pista e nel tentativo di rientrare devo aver colpito un cordolo. A quel punto ho perso il controllo della vettura e sono finito contro le barriere. E’ un vero peccato perché ieri il mio feeling in pista era migliorato ed ero determinato a fare il massimo per portare a casa qualche punto. Sono davvero molto dispiaciuto per come è andata oggi, ma ora voglio lasciarmi questo episodio alle spalle e concentrarmi solo sulla prossima gara in Germania”.

“In questo momento la notizia migliore è che Kimi sta bene, anche se l’impatto con le barriere è stato molto forte e per le contusioni riportate ora ha bisogno di riposare per rimettersi in forma per la prossima gara” ha aggiunto Marco Mattiacci, responsabile della Gestione Sportiva Ferrari. “Dopo il risultato ottenuto in qualifica eravamo consapevoli di trovarci di fronte ad una gara in salita, ma sapevamo anche che il nostro passo poteva permetterci di tentare una rimonta verso la zona punti. In questo Fernando non ha deluso le aspettative, rendendosi protagonista di una serie di sorpassi da manuale, e penso che con qualche problema in meno e senza la penalità della partenza si sarebbe potuto spingere oltre il sesto posto. La sua grande rimonta è l’ennesima dimostrazione di una mentalità estremamente aggressiva, la stessa che dobbiamo mantenere per il resto della stagione”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

9 commenti
  1. ASOT

    7 Luglio 2014 at 09:49

    Ovviamente nessuna sanzione….ma se fosse stato Lewis si parlerebbe di un gp di stop….

    • Daytona

      7 Luglio 2014 at 11:40

      MA PIANTALA!!
      Sei noioso e monotematico..
      Non riesci proprio a partorire altri argomenti?
      BASTA,non ne possiamo più delle tue idiozie!!

    • ferraristadeluso

      7 Luglio 2014 at 12:59

      ma sanzione di che? da quando si sanzionano le uscite di pista? ma tu sei fuori di brocca, eh!!

      • ASOT

        8 Luglio 2014 at 01:33

        Sanzione per essere il solito rikkionen che fà un uscita alla kezz di cane, rientra alla kamikaze, perde la vettura come un novellino (ma ci sono novellini migliori di lui cmq) e da bravo rikkionen lo mette nel didietro di massao-felipao.

        DA SANZIONARE! Lewis un paio di anni fa in Ungheria ha ricevuto uno Stop and Go per molto meno!
        Come ci si sente a tifare un eunuco finlandese che si rifà ai migliori valori maccheronici (rubare i soldi e non lavorare)?
        Ah già….voi nel tempo libero fabbricate scuse per l` eunuco dalla tundra…

  2. kimi79raikkonen

    7 Luglio 2014 at 10:16

    rikkionen pussa via!

  3. shony

    7 Luglio 2014 at 11:50

    Mi chiedo a quale mentalità si riferisca Mattiacci…la Ferrari non riesce a portare uno step evolutivo efficace ai Gran Premi ormai da due anni. L’unico aggressivo è stato Alonso. Pur non essendo un grande fan dello spagnolo, obiettivamente bisogna riconoscere che stiamo parlando di un manico di livello assoluto. Forse, e riperto forse, solo Lewis è in grado di guidare sopra i problemi così come fa ormai sistematicamente da anni Fernando.

    • stefanoabbadia

      7 Luglio 2014 at 12:37

      Shony…..la Ferrari lo fa….tutti i gp…ovviamente gli altri non stanno a dormire…tu si…svegliati e rifletti prima di criticare a casaccio…

      • ferraristadeluso

        7 Luglio 2014 at 13:11

        ma secondo me non è neanche questo il punto. Gli aggiornamenti che portano, spesso e volentieri vengono accantonati per vari motivi. Personalmente spero che si tratti di pezi che vengono messi allo studio in pista a causa dell’azzeramento dei test, e questa sarebb forse la migliore pensata della Ferrari degli ultimi 4/5 anni (figurati come stanno messi)

      • shony

        7 Luglio 2014 at 16:06

        Stefano…infatti io ho scritto “porta step evolutivi efficaci”…e se non riesci a recuperare sulla concorrenza è come non averne portati. Il progetto è nato sbagliato, ma nemmeno si riesce a diminuire i distacchi dagli altri team. Anzi, la Red bull con il passare delle gare ha recuperato margine su tutti, visto che nei test invernali non riusciva a completare nemmeno un giro. E quelli sono step azzeccati, indirettamente dalla concorrenza. La prossima volta documentati e rifletti, prima di rispondere a casaccio…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati