Raikkonen: “Dopo il fuoripista ho colpito un cordolo, poi l’impatto”

Il finlandese fuori al primo giro a Silverstone

Raikkonen: “Dopo il fuoripista ho colpito un cordolo, poi l’impatto”

Kimi Raikkonen è stato protagonista di un brutto incidente nel primo giro del GP Gran Bretagna. Il finlandese è andato a sbattere contro le barriere dopo un testacoda, tornando poi pericolosamente in pista e coinvolgendo anche Felipe Massa.

“Sfortunatamente la mia gara di oggi si è conclusa al primo giro, nonostante fossi riuscito a far bene in partenza, tanto da ritrovarmi in lotta per l’undicesima posizione” ha commentato Raikkonen. “In curva 5 sono uscito di pista e nel tentativo di rientrare devo aver colpito un cordolo. A quel punto ho perso il controllo della vettura e sono finito contro le barriere. E’ un vero peccato perché ieri il mio feeling in pista era migliorato ed ero determinato a fare il massimo per portare a casa qualche punto. Sono davvero molto dispiaciuto per come è andata oggi, ma ora voglio lasciarmi questo episodio alle spalle e concentrarmi solo sulla prossima gara in Germania”.

“In questo momento la notizia migliore è che Kimi sta bene, anche se l’impatto con le barriere è stato molto forte e per le contusioni riportate ora ha bisogno di riposare per rimettersi in forma per la prossima gara” ha aggiunto Marco Mattiacci, responsabile della Gestione Sportiva Ferrari. “Dopo il risultato ottenuto in qualifica eravamo consapevoli di trovarci di fronte ad una gara in salita, ma sapevamo anche che il nostro passo poteva permetterci di tentare una rimonta verso la zona punti. In questo Fernando non ha deluso le aspettative, rendendosi protagonista di una serie di sorpassi da manuale, e penso che con qualche problema in meno e senza la penalità della partenza si sarebbe potuto spingere oltre il sesto posto. La sua grande rimonta è l’ennesima dimostrazione di una mentalità estremamente aggressiva, la stessa che dobbiamo mantenere per il resto della stagione”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

9 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati