Mosley contrario al ritorno del GP Bahrain: “La F1 pagherà questa scelta”

Mosley contrario al ritorno del GP Bahrain: “La F1 pagherà questa scelta”

La FIA ha annunciato venerdì che il GP Bahrain di Formula 1 si disputerà a fine ottobre dopo che la gara era stata annullata a marzo per i disordini rivoluzionari scoppiati nel Paese. La decisione di reinsere il Bahrain nel calendario iridato della F1 ha scatenato le critiche delle associazioni per i diritti umani e degli attivisti locali.

Max Mosley, ex presidente della FIA, ha dichiarato che la Formula 1 pagherà a caro prezzo la scelta di tornare in Bahrain.

“Accettando di correre lì, la Formula 1 diventa complice di quanto è accaduto lì” ha dichiarato Mosley al Sunday Telegraph.

“La F1 diventa uno degli strumenti di represssione del governo del Bahrain. La decisione di organizzare la gara è un errore che non dovrebbe essere dimenticato e se non cambierà costerà molto alla F1 in termini di immagine” ha aggiunto Mosley spiegando che il GP a suo parere “verrà strumentalizzato da un regime oppressivo per camuffare le sue azioni e mostrare che il Bahrain è un posto felice, un Paese in pace. Se la F1 accetta questo ruolo, diventa uno strumento del governo. E se la F1 accetta questo ruolo diventa complice di un regime che ha usato le armi contro dissidenti non armati”.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

27 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati