Montezemolo: “Anch’io ero inesperto come Mattiacci”

A Barcellona il Presidente ha voluto ricordare la prima vittoria Ferrari di Schumi

Montezemolo: “Anch’io ero inesperto come Mattiacci”

Forse irritato dalle tante voci critiche nei confronti di Mattiacci il Presidente della Rossa Luca Cordero di Montezemolo intervenuto durante la prima giornata del weekend spagnolo ha voluto prendere le sue difese.

“Si dice che Marco non abbia abbastanza esperienza nel mondo delle corse, ma per la Ferrari è da anni che svolge compiti di assoluto rilievo sia in Asia, che in America e di certo è una persona delle importanti capacità gestionali – ha affermato – Vero è che non ho neppure avuto il tempo di scegliere con più attenzione vista la decisione improvvisa di Domenicali, però a guardare bene anch’io quando venni reclutato da Enzo ero solo un appassionato senza alcuna conoscenza e lo stesso dicasi per Jean Todt. Ricordo ancora gli appunti che mi vennero fatti nel 1992 perché veniva dal mondo dei rally e dell’endurance e non sapeva nulla di F1. Ad ogni modo ci tengo a rassicurare che assieme stiamo facendo una full immersion nell’ambiente in modo da recuperare eventuali mancanze”.

Quindi sui motivi della sua visita in circuito ha aggiunto: “Oltre a voler essere vicino al nuovo team principal sono qui anche per celebrare una ricorrenza. Nel 1996 su questa pista Michael Schumacher, che ora sta combattendo la battaglia per la vita e a cui siamo molto vicini, ottenne la sua prima vittoria per la Scuderia”.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

5 commenti
  1. kimi79raikkonen

    10 maggio 2014 at 15:08

  2. michele

    10 maggio 2014 at 15:19

    Ma avevi 26 anni non 40.

  3. THEPatacca

    10 maggio 2014 at 16:01

    Non è un discorso di esperienza, la Formula 1 è diventata uno schifo per questo, grandi imprenditori e manager esperti in economia che di Formula 1 non ne capiscono e non ne capiranno mai niente perché le parole talento e passione significano poco per loro, come Domenicali e come Mattiacci, che a questo ambiente sono estranei.
    Serve si gente esperta in ambito gestionale, ma che comunque sia “nata” in questo ambiente, devono avere la passione e il piacere di stare nell’ambiente stesso, questo non è solo un lavoro.
    Faccio un banale esempio, Horner, il capo Red Bull, è stato un pilota di Formula 3000, questa è la gente che dovrebbe stare ai vertici, non i vari Domenicali che di corse non sanno niente.

  4. MARCO79

    10 maggio 2014 at 16:29

    PER NOI TIFOSI SARA’ UN ALTRO ANNO BUTTATO…
    A PARTE I PILOTI…TECNICI E INGENIERI NON SONO ALL ALTEZZA DEI MERCEDES…

  5. maddalena

    10 maggio 2014 at 20:37

    Non mi pare che la Sua esperienza abbia portato bene alla Ferrari in questi ultimi anni. Lasci lavorare Mattiacci, meglio solo che male accompagnatio. Lei in 5 anni non e’ riuscito a sistemare la Galleria del vento…pensi un po’ …neanche non foste in F1. Vergona.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Racing Point, accordo concluso con l’Aston Martin

Il 30 marzo gli azionisti dell'Aston Martin hanno completato l'accordo con il consorzio Yew Consorzio Tree facente capo a Lawrence Stroll
Aston Martin prenderà il posto della Racing Point sulla griglia di partenza della Formula Uno a partire dal 2021. La