La Mercedes è la favorita per la vittoria a Monaco

La competitività in qualifica potrebbe essere fondamentale per Rosberg ed Hamilton a Monte Carlo

La Mercedes è la favorita per la vittoria a Monaco

La Mercedes è considerata una probabile favorita alla vittoria sul leggendario circuito di Montecarlo.
Dopo aver dominato le qualifiche in Spagna, Nico Rosberg e Lewis Hamilton hanno perso numerose posizioni gara per il solito problema della Mercedes di degrado accentuato delle gomme Pirelli.

Toto Wolff, co-proprietario e direttore del team, ha dichiarato che le sfortune della domenica contrapposte al sabato sono state come “un dolore fisico”.

Tuttavia la situazione potrebbe essere differente a Monaco.

“Credo che la Mercedes abbia buone chances di vittoria a Montecarlo” ha dichiarato il commentatore svizzero ed ex pilota Marc Surer,

“Chiunque possa partire in pole è favorito per la vittoria, inoltre a Montecarlo il degrado delle gomme posteriori non sarà un problema.” ha sottolineato lo svizzero a Speed Week.

Alla domanda riguardante le dichiarazioni di Surer, Alonso ha risposto: “Sì sono previsioni decisamente giuste. Sono stati in pole per tre gare consecutive, e sono stati in pole anche l’anno scorso con Michael Schumacher”.

“Ed a Monaco è difficile sorpassare, dunque possono mantenere la posizione”.

Anche il pilota della Lotus Kimi Raikkonen è d’accordo: “Credo che la Mercedes sarà molto veloce e le difficoltà di sorpasso giocheranno un ruolo fondamentale. Dunque potete aspettarvi che per quanto abbiamo visto lo scorso anno, loro saranno sicuramente veloci”.

Persino il pilota della Mercedes Nico Rosberg si è detto fiducioso all’agenzia di news DPA: “In qualifica siamo molto competitivi, dunque è probabile che saremo vicini ai piloti di testa o addirittura in testa, e di conseguenza potrei tenere il gruppo alle mie spalle”.

Stefano Rifici

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

18 commenti
  1. MSC Crociere

    14 Maggio 2013 at 11:00

    Dipende tutto dalle temperature..comunque la cosa potrebbe funzionare fino alla prima sosta non credo oltre.

    • stefanoabbadia

      14 Maggio 2013 at 13:42

      Concordo pienamente, inoltre su una pista del genere dove è importantissima la trazione in uscita con forti strappi..beh…le gomme (??) attuali penso che su una macchina cosi critica possano andare in crisi ancor prima rispetto alle stesse montate dagli avversari, quindi credo che anche nel caso in cui una M…. dovesse partire davanti, appena rientrerà al box gli altri faranno parecchi giri piu veloci e quindi sostituiranno le stesse risparmiando sulla m almeno un pit…non credo proprio che abbiano chances!!!

  2. anonima tifosa vettel

    14 Maggio 2013 at 11:12

    A Monaco su una pista dove e’ difficile sorpassare,ma non impossibile la Mercedes ha buone possibilita’.Se accusera’ problemi anche li con le gomme questa scuderia secondo me ha finito per questa stagione,avere una velocita’che ti porta in pole,ma dopo appena 4 giri fai da tappo e’ solamente un contro e non un pro,anzi a Monaco se dovesse accadere una cosa del genere l’unico che trarrà’ vantaggio e’ il primo pilota che puo’scappare via, dal momento che gli altri sono bloccati..

    • stefanoabbadia

      15 Maggio 2013 at 10:21

      La Mercedes non ha chances quest’anno…hanno volutamente realizzato una vettura sull’anteriore per poterla buttare dentro le curve ..cosi facendo bruciano l gomme anteriori per eccesso di peso sulle stesse in frenata e curva..e temperature altissime…e le posteriori per mancanza di trazione in uscita quando il peso è tutto sull’anteriore… cosi facendo per pochi girti hanno un missile..poi appena si degradano viene a mancare la trazione e poi anche l’inserimento in frenata in curva si azzera…pessima scelta dettata dalla necessità di dare risultati almeno in prova al consiglio di amministrazione..che se non è fesso…avra capito…la mercedes è orientata al ritiro..e chi gestisce la F1 lo sa… ma non vorrebbe…speriamo non decidano o abbiano deciso di aiutarla…

  3. Oderico

    14 Maggio 2013 at 11:24

    Dipende da quando fanno la prima sosta. Se qualcuno dietro riesce a farla un paio di giri prima, si ritroverà davanti ed è fatta.

    • Frenk

      14 Maggio 2013 at 14:00

      Ma anche pittare dopo,e acquisire un vantaggio…

    • My.Name

      14 Maggio 2013 at 18:33

      Pittare dopo non credo perche’,con le gomme odierne,se la Mercedes fa un paio di giri con gomma nuova e gli altri stanno in pista con la gomma usata (seppur non finita) girerebbero comunque piu’lenti…
      Pittare prima e’ l’unica soluzione,ma poi rischi di finire nel traffico e vanificare tutto…

  4. michele

    14 Maggio 2013 at 11:25

    A Monaco potrebbe vincere Rosberg.

    Conosce la pista come le sue tasche sin da bambino ed è un pilota veloce.

    Ci vorrà davvero un Hamilton in forma per batterlo.

    • mario

      14 Maggio 2013 at 20:07

      Che relazione c’e’ tra l’essere vissuti sin da piccoli a Monaco e la conoscenza del circuito?Mica ci girava con la bici con le rotelle.Se ti si cuociono le gomme,all’uscita del Portier in accelerazione non riuscirai mai a tenere una vettura con una trazione migliore fino alla frenata della chicane del porto.Poi magari a Monaco piovera’ ed allora si rimescoleranno le carte.

  5. red27

    14 Maggio 2013 at 12:14

    Si ci stà, a montecarlo non c’è degrado di gomme ed i sorpassi sono più impossibili che difficili…

  6. Angelus

    14 Maggio 2013 at 12:20

    Io penso che anche la Lotus ha dei vantaggi, se anche qua dovesse fare una sosta in meno..

  7. V-Ryven

    14 Maggio 2013 at 12:37

    Onestamente potranno anche partire davanti, ma avendo avuto un crollo totale a Barcellona non credo che solo perchè il tracciato permette pochi sorpassi, allora resteranno davanti… Ricordo che Alonso è un fenomeno all’uscita del tunnel, e che Kimi potrebbe quasi tranquillamente fare 2 sole soste e finirgli davanti comunque!! Per non parlare della Red Bull che nei tracciati pieni di curve va fortissimo… onestamente la Mercedes è l’ultima auto che mi aspetto vincitrice… Poi magari mi sbaglio…

  8. Iceman

    14 Maggio 2013 at 12:59

    ma non credo possa avere vantaggi..alla fine se le gomme decadono, perdono molto in accelerazione e col DRS si può sorpassare..oppure ritardando la sosta o anticipandola..

    • My.Name

      14 Maggio 2013 at 18:36

      Dubito che si possano compiere sorpassi grazie al DRS,visto dove sara’la zona per usarlo (nel rettilineo principale)…
      I sorpassi a Monaco negli ultimi anni si sono visto quasi tutti in uscita dal tunnel,e li il DRS non c’e’ 😉

  9. Davideah

    14 Maggio 2013 at 13:51

    Io invece credo che se Kimi riesce a fare una sosta in meno, può superare con la strategia e vincere la gara… Con le mercedes che fanno da tappo dietro di lui.

  10. Controaltare

    14 Maggio 2013 at 13:59

    Kimi ha ottime possibilità di vincere se fa una sosta meno degli altri, ma se la Mercedes riesce a piazzare entrambe le macchine in prima fila, allora possono fare gioco di squadra, il primo può andare via subito se il secondo fa da tappo su tutti gli altri…

  11. albo94

    14 Maggio 2013 at 14:02

    Se vanno 4 secondi più lente , da qualche parte verranno passate. Ma comunque le loro chances potrebbero finire dopo il primo pist stop.. salvo facciano 76 giri con le soft…

  12. Frenk

    14 Maggio 2013 at 14:19

    Come al solito Montecarlo sará una lotteria,é richiesta una vettura che generi molto carico e sia agile nel lento,ma essendo atipica nel suo genere é difficile fare pevisioni.
    Non sappiamo chi é veloce in queste condizioni a livello di vettura,e qui piú che altrove,al giorno d’oggi,il mezzo meccanico é importantissimo.
    Penso,magari sbaglio,che le gomme a Monaco potrebbero durare poco per due motivi: poca incidenza delle ali nei tratti lenti,quindi piú scivolamento degli pneumatici=maggior deterioramento degli stessi.
    Maggiori situazioni di stress delle gomme posteriori,a causa delle continue accelerazioni.
    Chi troverá il compromesso ideale avrá le chances per aggiudicarsi la gara.
    E’solo un modesto parere,a Montecarlo puó accadere di tutto,la storia insegna…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati