Gran Premio di Singapore 2019: anteprima e orari del weekend

Quindicesimo appuntamento del mondiale

Gran Premio di Singapore 2019: anteprima e orari del weekend

Orari

Venerdì 20 settembre
Prove libere 1: 10:30 – 12:00
Prove Libere 2: 14:30 – 16:00
Sabato 21 settembre 
Prove Libere 3: 12:00 – 13:00
Qualifiche: 15:00 – 16:00 (differita su TV8 dalle 18:00)
Domenica 22 settembre
Gara: 14:10 (differita su TV8 dalle 18:00)

Vi ricordiamo che potrete seguire l’intero weekend di live sul nostro portale F1GrandPrix, con aggiornamenti in tempo reale dal circuito.

Gara Precedente
Dopo nove anni la Ferrari torna a vincere in casa e lo fa grazie ad un gara straordinaria di Charles Leclerc. Il monegasco ha saputo tenere testa alle Mercedes, fino al traguardo con Valtteri Bottas e Lewis Hamilton costretti ad accontentarsi di terminare a podio.

Gara da dimenticare per Sebastian Vettel, protagonista di un grave errore che gli è costato dieci secondi di penalità.

Ottima prestazione per le Renault di Daniel Ricciardo e Nico Hulkenberg in quarta e quinta posizione. Sesto tempo per la Red Bull di Alexander Albon, davanti a Sergio Perez, Max Verstappen; chiudono la top 10 un bravissimo Antonio Giovinazzi a punti nella gara di casa e Lando Norris.

Circuito

Nome: Marina Bay Street Circuit

Luogo: Singapore

Costruzione: la città di Singapore ha avuto l’onore di ospitare nel 2008 la primissima gara in notturna mai disputata del campionato di Formula 1. Il contratto di cinque anni per potere ospitare un Gran Premio di Formula 1 venne firmato nel 2007 da Bernie Ecclestone, un magnate di Singapore, e il Ministero del turismo della città stato asiatica.  Il tracciato è stato realizzato unendo alcune strade della città di Singapore. Il layout della pista è merito dell’architetto Hermann Tilke e la pista si snoda nelle strade vicine al porto. Nel corso di questi pochi anni il tracciato ha subito numerosissime piccole modifiche a seguito delle molte indicazioni e lamentele riportate dai piloti dopo ogni GP. La modifica più importante è stata effettuata nel 2013, con la rimozione della chicane 10, la cosiddetta Singapore Sling, sostituita da una semplice curva verso sinistra. Un’altra modifica importante è stata la sostituzione di cordoli pericolosi in uscita di numerose curve; molto spesso potevano causare dei testacoda. Questo evento è sempre stato abbastanza apprezzato da tutti i fan della Formula 1, compresi quelli europei (grazie anche all’orario molto vantaggioso in cui viene trasmesso in Europa) e la gara è diventata una sorta di Montecarlo asiatico: un weekend in cui regnano lusso e glamour, e un paddock in cui si bada più alle curve delle tante modelle piuttosto che alle 23 della pista di Marina Bay.

Distanza a giro: 5,065km

Numero di curve: 23, tredici a sinistra e dieci a destra

Senso di marcia: antiorario

Dati tecnici:

Carico aerodinamico: Basso Medio Alto
Apertura del gas: 45% del giro
Consumo di carburante al giro: 1,64 kg/giro
Velocità massima: 300 km/h
Possibilità di safety car: 100%
Tempo di percorrenza della pit lane con sosta: 28 secondi
Possibilità di sorpasso: Facile Medio Difficile
Vincitori dalla pole position: 7 su 10 edizioni in questo tracciato
Peggiore posizione di partenza per un vincitore: quindicesimo (Alonso 2008)

Particolarità del tracciato: questa gara è notoriamente una delle più dure dal punto di vista fisico per i piloti, a causa delle alte temperature e dell’umidità che c’è sempre in questa città. Inoltre, vista la bassa media oraria che si registra su questa pista, ogni anno la gara sfiora sempre le due ore di durata. Il cambio è notevolmente sollecitato, con ottantasette cambiate al giro e ben 4.575 nell’arco di un’intera gara. Le marce più utilizzate sono la terza e la sesta. La media oraria si aggira attorno ai 167 km/h.

Freni:

Categoria di circuito: Light Medium Hard
Numero di frenate: 13
Tempo speso in frenata: 24% del giro
Energia dissipata in frenata durante il GP: 143 kWh
Carico totale sul pedale del freno durante il GP: 81.435 kg
Frenata più impegnativa: la quarta staccata, alla curva 7

Gomme

Queste sono i set scelti dai piloti per il Gran Premio di Singapore

Zona DRS: sul rettilineo principale, tra la curva 23 e la curva 1 con detection point prima della curva 22; sul rettilineo tra la curva 5 e la curva 7 con detection point appena dopo la curva 4.

RECORD

Giro prova: 1:36.015 – L Hamilton – Mercedes– 2018
Giro gara: 1:41.905 – K Magnussen – Haas– 2018
Distanza: 1h55:48.950 – N Rosberg – Mercedes – 2016
Vittorie pilota: 4 – S Vettel
Vittorie team: 3 – Red Bull
Pole pilota: 4 – S Vettel
Pole team: 4 – Ferrari
Migliori giri pilota: 2 – F Alonso, L Hamilton, D Ricciardo
Migliori giri team: 3 – Red Bull
Podi pilota: 6 – S Vettel
Podi team: 11 – Red Bull

Albo d’oro

  1. 2008 F Alonso – Renault
  2. 2009 L Hamilton – McLaren Mercedes
  3. 2010 F Alonso – Ferrari
  4. 2011 S Vettel – Red Bull Renault
  5. 2012 S Vettel – Red Bull Renault
  6. 2013 S Vettel – Red Bull Renault
  7. 2014 L Hamilton – Mercedes
  8. 2015 S Vettel – Ferrari
  9. 2016 N Rosberg – Mercedes
  10. 2017 L Hamilton – Mercedes
  11. 2018 L Hamilton – Mercedes

Gran Premio di Singapore 2019: anteprima e orari del weekend
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anteprima

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati