GP Brasile: vince Button, Vettel tre volte Campione del Mondo

Alonso secondo davanti a Massa ma non è bastato

GP Brasile: vince Button, Vettel tre volte Campione del Mondo

Jenson Button ha vinto il GP Brasile, condizionato dalla pioggia, mentre Sebastian Vettel ha conquistato il suo terzo titolo mondiale piloti in F1. Al tedesco è bastato il sesto posto al termine di una gara incredibile che l’ha visto precipitare in ultima posizione dopo che era stato tamponato al via da Bruno Senna e completare un’altra grande rimonta nonostante i danni rimediati alla sua Red Bull.

Non è bastato il secondo posto a Fernando Alonso che sul traguardo ha preceduto il suo compagno di squadra, Felipe Massa. Gara segnata dal contatto tra Lewis Hamilton e Nico Hulkenberg che ha messo fuori gara l’inglese alla sua ultima gara con la McLaren. Quarto posto per Mark Webber con l’altra Red Bull davanti proprio ad Hulkenberg e Vettel. Con un settimo posto Michael Schumacher dà l’addio alla F1 precedendo Jean-Eric Vergne (Toro Rosso), Kamui Kobayashi (Sauber) e Kimi Raikkonen (Lotus).

Cronaca
Gocce di pioggia in diversi punti del circuito prima della partenza. La maggior parte dei piloti ha scelto di partire con le gomme medium Pirelli a parte Schumacher, Grosjean e Kobayashi.

Al via Hamilton ha mantenuto il comando davanti a Button, grande partenza di Massa balzato subito al terzo posto, seguito da Alonso. Il brasiliano ha poi passato anche Button ma nelle curve successive il colpo di scena: Vettel, dopo una partenza disastrosa è stato tamponato da Bruno Senna ed è finito in testacoda ritrovandosi in ultima posizione con qualche danno ad uno scarico e al fondo. Il brasiliano della Williams è stato invece costretto al ritiro, così come Perez.
Massa è stato poi passato da Button e Webber e Alonso si sono avvicinati. Lo spagnolo ha approfittato dell’assist del suo compagno di squadra riuscendo a passare Massa e Webber all’interno in fondo al rettilineo.

Nello stesso punto al quinto giro lo spagnolo è finito lungo sbagliando la frenata, forse a causa della pioggia, aumentata di intensità. Ne ha approfittato Hulkenberg per superarlo.

Al sesto giro Grosjean è finito in testacoda mentre il gruppetto alle spalle di Alonso si è compattato a causa della pioggia. Poco dopo Button ha superato Hamilton ma arrivato al bloccaggio ha dovuto ricedere la posizione al suo compagno di squadra.
Testacoda per Webber mentre Vettel, autore di una grande rimonta e approfittando del caos generale in pista causato dalla pioggia, è risalito in ottava posizione. Raikkonen ha montato le intermedie al settimo giro.
Button ha ricuperato Hamilton all’ottavo giro prendendo la testa della gara mentre Hulkenberg si è avvicinato al duo McLaren. Vettel ha superato anche di Resta e con la sosta di Kobayashi è salito in sesta posizione.

Al nono giro contatto tra le due Toro Rosso, con detriti in pista. Webber è rientrato al decimo giro per montare gomme intermedie rischiando di investire un meccanico. Un altro lungo di Alonso ha consigliato alla Ferrari di montare gomme intermedie. Sosta anche per Hamilton, Vettel e di Resta mentre Massa è rimasto in pista.

Alonso è rientrato in 12ma posizione mentre Webber e Vettel sono rientrati in 18ma e 19ma posizione. Dopo aver superato Ricciardo, Webber ha lasciato strada a Vettel che si è buttato all’inseguimento di Rosberg.

Al 13mo giro Hamilton ha superato Massa sfruttando le intermedie. Poco dopo Vettel ha superato Rosberg salendo in 11ma posizione mentre Alonso ha superato un gruppetto di vetture più lente salendo in sesta posizione.
Lo spagnolo ha poi superato anche Massa salendo in quarta posizione mentre il brasiliano, in crisi le gomme medium sull’umido ha subito anche il sorpasso da parte di Kobayashi e Vettel.

Poco dopo il tedesco ha superato il giapponese mentre Massa dopo essere precipitato in decima posizione è rientrato ai box al 16mo giro per montare gomme intermedie. Al 17mo giro Hulkenberg si è avvicinato a Button.

Entrambi non hanno montato le gomme intermedie e i loro tempi sono tornati competitivi una volta calata l’intensità della pioggia. Al 18mo giro Hulkenberg ha attaccato e superato Button in rettilineo. Hamilton è subito rientrato per montare gomme dure, mentre Alonso ha montato gomme medium.

Al 20mo giro Vettel ha superato Hamilton ma poco dopo è stato richiamato ai box per montare gomme dure. Subito dietro di lui Webber per il suo cambio gomme.
Vettel è tornato in pista alle spalle di Alonso in quinta posizione. Foratura per Rosberg costretto a tornare ai box. Al 23mo giro Hulkenberg precedeva Button,Hamilton, Alonso, Vettel, Kobayashi, Webber, Di Resta, Ricciardo e Raikkonen.
Safety Car in piste per rimuovere numerosi detriti persi dalle vetture incidentate. Hulkenberg e Button ne hanno approfittato per rientrare ai box senza perdere la prima e la seconda posizione.

La gra è ripartita al 29mo giro. Hulkenberg ha compattato il gruppo. Brutta ripartenza di Vettel che è stato assediato da Webber e Kobayashi. Il giapponese l’ha passato mentre l’australiano è finito lungo in frenata perdendo posizioni. Bene Massa risalito in ottava posizione alle spalle di Vettel e Di Resta.
Al 31mo giro Hamilton ha superato Button in seconda posizione. Alonso si è avvicinato a Button ma ha subito il sorpasso da parte di Kobayashi al 32mo giro. Poco dopo Massa ha superato Di Resta in settima posizione.

Lo scozzese in difficoltà è stato passato anche da Ricciardo e Raikkonen. Al 33mo giro Alonso si è ripreso la quarta posizione da Kobayashi mentre Massa si è avvicinato a Vettel. Problemi per Raikkonen che ha perso diverse posizioni.
Massa ha trovato il sorpasso all’esterno su Vettel al 34mo giro salendo in sesta posizione. Il brasiliano, scatenato, al 36mo giro ha superato anche Kobayashi. Poco dopo testacoda per Di Resta che è poi ripartito. Al 41mo giro Webber ha superato Ricciardo in ottava posizione mentre Alonso ha visto salire a 4″3 il suo ritardo da Button.

Al 44mo giro un altro scroscio di leggera pioggia ha mandato Webber in testacoda ma l’australiano è riuscito a proseguire. Al 48mo giro Hulkenberg è finito in testacoda dopo aver toccato la riga bianca e Hamilton ha preso il comando della gara.

Al 53mo giro la Red Bull ha richiamato Vettel ai box per montare gomme medium mentre la pioggia sembrava aumentare di intensità. Raikkonen dopo un testacoda si è ritrovato in una sezione del vecchio circuito ed è dovuto tornare in pista dopo un 360 gradi e un passaggio sull’erba.

Approfittanndo della pioggia Hulkenberg si è avvicinato ad Hamilton, lo ha attaccato toccandolo e causandogli seri danni alla sospensione. Nonostante i danni Hamilton è ripartito per cercare di rientrare ai box ma è stato poi costretto a fermarsi mentre Hulkenberg non ha subito danni e ha proseguito la gara. Vettel, che aveva montato poco prima gomme medium, ha completato una nuova sosta al 55mo giro per montare gomme intermedie tornando in pista in 12ma posizione dopo un pitstop lento per le gomme non pronte.

La Ferrari non ha colto l’attimo facendo rientrare Massa per montare gomme intermedie mentre Alonso è rimasto in pista sotto la pioggia. Alonso è rientrato al 56m o giro mentre Vettel superava Kobayashi in nona posizione.
Al 58mo giro Button è rientrato per montare così come Hulkenberg. Alonso è quindi salito in terza posizione alle spalle di Massa mentre Vettel ha perso un pezzo dalla pancia sinistra della su vettura, danneggiata al primo giro. Poco dopo Hulkenberg è rientrato per scontare un drive-through per la collisione con Hamilton.

Al 59mo giro Button comandava saldamente la gara davanti a Massa, Alonso, Webber, Hulkenberg, Schumacher, Vettel, Kobayashi, Vergne, Di Resta.
Al 62mo giro Massa ha lasciato strada ad Alonso. Al 65mo giro Vettel ha superato Schumacher salendo in sesta posizione, ad un passo dal titolo sotto la pioggia battente.

Al 70mo giro Kobayashi ha toccato Schumacher in un tentativo di sorpasso finendo in testacoda mentre il tedesco ha proseguito. Al penultimo giro brutto incidente per Di Resta finito a muro con il posteriore dopo un testacoda. Safety Car in pista. Button è quindi andato a vincere davanti alle Ferrari di Alonso e Massa mentre Vettel con il sesto posto ha festeggiato il suo terzo titolo mondiale! Per la Ferrari la magra consolazione del secondo posto nel mondiale Costruttori.

GP Brasile – Risultati e ordine di arrivo

Pos  Pilota        Team                       Tempo
 1.  Button        McLaren-Mercedes           1h45:22.656
 2.  Alonso        Ferrari                    +     2.754
 3.  Massa         Ferrari                    +     3.615
 4.  Webber        Red Bull-Renault           +     4.936
 5.  Hulkenberg    Force India-Mercedes       +     5.708
 6.  Vettel        Red Bull-Renault           +     9.453
 7.  Schumacher    Mercedes                   +    11.900
 8.  Vergne        Toro Rosso-Ferrari         +    28.600
 9.  Kobayashi     Sauber-Ferrari             +    31.200
10.  Raikkonen     Lotus-Renault              +     1 lap
11.  Petrov        Caterham-Renault           +     1 lap
12.  Pic           Marussia-Cosworth          +     1 lap
13.  Ricciardo     Toro Rosso-Ferrari         +     1 lap
14.  Kovalainen    Caterham-Renault           +     1 lap
15.  Rosberg       Mercedes                   +     1 lap
16.  Glock         Marussia-Cosworth          +    2 laps
17.  De la Rosa    HRT-Cosworth               +    2 laps
18.  Karthikeyan   HRT-Cosworth               +    2 laps
19.  Di Resta      Force India-Mercedes       +    3 laps

Giro più veloce: Hamilton, 1:18.069

Non classificati/Ritirati:

Pilota        Team                         Al giro
Hamilton      McLaren-Mercedes             55
Grosjean      Lotus-Renault                6
Maldonado     Williams-Renault             2
Senna         Williams-Renault             1
Perez         Sauber-Ferrari               1


Classifiche Mondiali:                

Piloti:                    Costruttori:             
 1.  Vettel       281        1.  Red Bull-Renault          460
 2.  Alonso       278        2.  Ferrari                   400
 3.  Raikkonen    207        3.  McLaren-Mercedes          378
 4.  Hamilton     190        4.  Lotus-Renault             303
 5.  Button       188        5.  Mercedes                  142
 6.  Webber       179        6.  Sauber-Ferrari            126
 7.  Massa        122        7.  Force India-Mercedes      109
 8.  Grosjean      96        8.  Williams-Renault           76
 9.  Rosberg       93        9.  Toro Rosso-Ferrari         26
10.  Perez         66       
11.  Hulkenberg    63       
12.  Kobayashi     60       
13.  Schumacher    49       
14.  Di Resta      46       
15.  Maldonado     45       
16.  Senna         31       
17.  Vergne        16       
18.  Ricciardo     10  

GP Brasile: vince Button, Vettel tre volte Campione del Mondo
1 (20%) 1 vote
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

215 commenti
  1. GianniC

    25 novembre 2012 at 20:04

    Onore e merito alla solita Astronave che si aggiudica l’ennesimo mondiale.

    D’altronde se l’unico a contrastarli è sempre lo stesso pilota (uno a caso) che negli ultimi 3 anni non ha mai, e ripeto MAI guidato un mezzo superiore alla III forza in campo (addirittura a sprazzi anche peggio di Force India, Williams, Lotus e Sauber), …. figuriamoci se le imprese della R.B. non sono da ritenersi una passeggiata.

    Aggiungo anche la sfortuna di Alonso che va a controbilanciare quelle poche incertezze mostrate dalla R.B. in termini di affidabilità,
    per cui in una giornata come questa è lecito gioire …;
    Però nel rispetto dell’onestà intellettuale e a scanso della solita ipocrisia spicciola….., direi SOLO per la capacità tecnica che posseggono nel mettere insieme il solito missile aria-terra.

    • DINAELVIS

      25 novembre 2012 at 20:12

      Grande Newey , spero solo che Montezemolo cacci una volta e per sempre i suoi incompetenti ingegneri, ancora una volta Fernando ha dimostrato di essere un grandissimo pilota come l’immenso ed intimenticabile Ayrton Senna , che sotto la pioggia e con macchine inferiori riusciva ad essere un vero pilota , non come quel bimbo di Vettel . Grande Alonso e grazie per aver fatto un grandissimo mondiale contro una super potenza come la RED BULL!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. ian

    25 novembre 2012 at 20:06

    Ai ferraristi pro-Alonso, avete visto che tenere massa davanti e non farlo arretrare o combinare quelle moine (italo-mafiose) con le solite politiche penose ferrari è più produttivo di levarselo di torno???!! Ora continuate a sostenere il contrario mi raccomando, fatto sta che: il mondiale è finito e la Ferrari si attacca x il terzo anno consecutivo. Complimenti a tutti voi che avete scritto stupidaggini su felipe idolatrando fernando che secondo voi avrebbe vinto persino con un go-kart.

  3. Ferrarisportivo

    25 novembre 2012 at 20:07

    Bella e strameritata vittoria di Vettel, che ha dimostrato che un’astronave bisogna comunque saperla guidare. Veramente un mostro Newey, genio e professionalità allo stato puro.
    Bravo Alonso che ha dato evidentemente il massimo pilotando un’apecar. E bravo Massa che si è messo a servizio della squadra anche oltre il dovuto (oggi poteva essere lui secondo).
    Veramente in credito con la fortuna Hamilton: quest’anno non gliene è andata bene una.
    Pessimo Domenicali, che non ha avuto nemmeno la elicatezza di fare i complimenti ad un avversario che, tecnicamente, li ha surclassati. Todt non avrebbe mai peccato di una simile mancanza di stile. Veramente triste.
    Speriamo in una svolta, ma se il comparto tecnico rimane questo, non ci spero molto…

  4. Emanuele

    25 novembre 2012 at 20:17

    Cavolo che gara ne sono successe di tutti i colori.
    Disastro red bull che ha provato in tutti i modi a far perdere vettel, prima facendolo fermare quando iniziava a piovere con il risultato che si sono fermati 2 volte in 3 giri, poi non avevano pronte le gomme intermedie e altri 10 sec se ne sono andati in fumo…
    Ma solo io ho notato che quando alonso dice ci sono molti detriti in pista tempo 1 min c’era la saefety in pista?
    Erano 10 giri che la pista era in quelle condizioni e l’unica foratura è stata dovuta ad un contatto.
    In rai non sanno piú come nascondere i giochetti ferrari che se continuano con queste strategie antisportive non tifero’ mai piú…
    Domunque tante emozioni e peccato per hamilton e soprattutto per hulkenberg che senza l’interferenza di alonso probabilmento avrebbe vinto o cmq sarebbe arrivato secondo e la penalità proprio non ci stava, ha sbagliato la staccata e si è girato come altri 4-5 piloti, ma per aiutare la ferrari jean todd ha fatto di tutto e nonostante questo neanche hanno vinto, patetici.

    • Selor72

      26 novembre 2012 at 09:11

      Hai perfettamente ragione sulla chiamata a “comando” della safaty car. Anche la penalizzazione di Hulk mi ha lasciato perplesso.

      • bosco

        26 novembre 2012 at 10:18

        Eh bel ma il potere MAFIOSO della ferrari si vede proprio in queste cose eh.
        SEMPLICEMENTE RIDICOLI, POVERINI!!

      • Max Bassanet

        27 dicembre 2012 at 09:16

        bosco levati i paraocchi che i mafiosi in f1 siete voi !!!

  5. davide61

    25 novembre 2012 at 20:25

    Quello che mi lascia perplesso è che un pilota come Alonso, arrivi ad affermare
    che il mondiale non è stato perso in Brasile ma per gli incidenti causati da altri!!!!
    La verità, a mio parere, è che il mondiale lui lo ha perso a causa di una macchina
    che non gli ha mai permesso una netta superiorità sugli avversari. Le qualifiche sono
    sempre state scarse e anche le prestazioni in gara non sono mai state al top!!!
    Questo è il motivo per cui ha perso il mondiale, è inutile prendersela con eventi che
    fanno parte delle corse. Inoltre vorrei far notare che oggi Vettel ha vinto il mondiale
    anche senza dover chiedere sacrifici al suo compagno, cosa che per l’ennesima volta è
    successa in Ferrari.
    In ogni caso Vettel il mondiale lo ha pienamente meritato, il resto è solo invidia!!!

    • GianniC

      20 gennaio 2013 at 10:24

      Il mondiale lo merita chi vince con una macchina in linea con la concorrenza e NON chi guida un’astronave e batte di soli 3pt un mezzo come la Ferrari che nella migliore delle ipotesi è valsa prestazionalmente la III fila.

      Per cui le contestazioni di certe persone non hanno nulla a che fare con l’invidia ma bensì sono frutto di quel minimo di onestà intellettuale che non dovrebbe mai mancare in una valutazione seria.

      • GianniC

        20 gennaio 2013 at 10:26

        ……….. nessuno è invidioso, più che altro sono gli altri che sono degli stupidi ipocriti.

  6. The.Next

    25 novembre 2012 at 20:28

    Thank you Seb! Fantastic race! You are the number 1!

    Ladronzo you are a loser!

  7. Strige

    25 novembre 2012 at 20:47

    secondo voi uno che perde 130 euro per 3 punti come si sente? va beh, pazienza (e rosico).

    Comunque bravissimo vettel, altro che fortunato…la radio stava per fargli perdere il mondiale. 11 secondi per il cambio gomme. troppi. Rbr oggi ha fatto un paio di errori grossolani.

    Complimenti a massa, davvero bravo, soprattutto quando alonso era nei guai, ha creato un trenino che sembrava la salerno-reggio calabria.

    Alonso, non nego che avrebbe meritato pure lui il mondiale, però sono felice che non abbia vinto. Se ci sono ferraristi che dimenticano e a cui piace mettersi ad angolo retto, buon per loro. Io da simpatizzante ferrari, non ho dimenticato. Spero vivamente che massa l’anno prossimo continui su questi livelli.

    Hulkenberg, grandissima gara e mi dispiace un casino per lo scivolone.

    Hamilton, benvenuto in mercedes…

    • Strige

      25 novembre 2012 at 20:49

      dimenticavo, grandissimo kimi e la strada che non c’è 😀

    • Maria

      25 novembre 2012 at 22:24

      @Strige: vedi che succede a puntare su Alonso? Punta su Vettel l’anno prossimo, sia mai che Alonso vinca ahaahahhaha

  8. Chau (tifoso Kimi e Mercedes)

    25 novembre 2012 at 20:53

    Immenso Vettel, gara perfetta nonostante la macchina danneggiata e gli errori del box. Triplo campione del mondo e meritatissimo!

    Bravissimi anche Hülkenberg (personalmente non mi sento di dargli troppa colpa per l’incidente, col doppiato davanti non poteva far di meglio in frenata, mi dispiace per Lewis ma l’anno prossimo si rifarà in Mercedes), che penso che quando avrà una macchina che glielo permetterà, vincerà il mondiale senza problemi e Petrov, che arriva 11o nonostante un testacoda nei momenti più critici della gara, vince il “mondiale dei piccoli team” (mi dispiace per la Marussia, ma sono contento per Petrov, se lo meritava un risultato così) e vince 10-9 la sfida interna col più quotato compagno di scuderia (che non è proprio un fermo) nonostante due ritiri in più. Sarebbe davvero uno scandalo se non dovesse avere un sedile per l’anno prossimo! (e se lo dovesse trovare Senna, specie dopo l’errore “alla Grosjean” di oggi)

    Congratulazioni comunque ad Alonso, ha fatto il possibile, stagione perfetta tranne quando ha chiuso Kimi a Suzuka, rimettendoci lui, ma deve ancora venire un pilota capace di vincere un mondiale nonostante Domenicali (Montréal e Silverstone, soprattutto)

    Da tifoso Mercedes, mi dispiace davvero che Schumi se ne vada: arriva Hamilton, sì, ma come il Kaiser non ce ne sono. E oggi l’ha dimostrato, fa una sosta in più di tutti, rimane ultimo per tutta la prima parte di gara e nonostante tutto arriva 7o. Considerato che la W03 non è come la Ferrari del 2006, è stata una gara a livello di Interlagos 2006.

  9. mmaarrccoo

    25 novembre 2012 at 21:45

    Sono un ferrarista (quindi tifo la macchina non il pilota). Mi sembra che:
    – tutto sommato il mondiale è finito come doveva (la Ferrari non può sperare di vincere solo con le disgrazie degli altri)
    – tutto sommato Alonso probabilmente è più forte di Vettel (se riesce a perdere il mondiale solo per 3 punti con una macchina che va come la Lotus qualcosa vorrà dire mentre Vettel guida un’astronave)
    – o la Ferrari cambia qualcosa al vertice o non si vince più (Domenicali è imbarazzante)
    – la RedBull sfrutta troppe zone grigie del regolamento sul quale la FIA non ha avuto le palle di essere coerente.

    Comunque onore alla RB e a Vettel. Per favore evitiamo commenti da bambini dell’asilo, Alonso e Vettel sono tutti e due forti. Alonso ha una determinazione fuori dal comune e non gli trovo particolari difetti, Vettel ha molto talento, forse non regge benissimo la pressione ma è un essere umano e ha solo 25 anni.

    • bosco

      26 novembre 2012 at 10:25

      dai valà lascia lì di fare finti onori alla redbull e a vettel quando è semplicente evidente che la Ferrari è una scuderia mediocre e non un top team e lo sai bene e il suo pilota Alonso è un rosicone rompic…. ormai giunto a fine carriera e ovviamene non il migliore sennò non si spiegherebbero le 4 scuderie cambiate in 10 anni di carriera e solo due mondiali vinti.

      • lloris82

        26 novembre 2012 at 23:39

        Anche Senna ne cambiò 4 in 10 anni…

      • mirko

        30 novembre 2012 at 16:13

        se la Ferrari fa cosi schifo come dici tu,mi spieghi come mai è arrivata all’ultimo gp per i piloti e penultimo per i costruttori(considerando che fino a 5 gp fa correva con un solo pilota???)Un consiglio,togli il salame dagli occhi e guarda la realtà

  10. jack74

    25 novembre 2012 at 22:18

    notizie dalle verifiche tecniche , entrambe le RB8 trovate irregolari vengono quindi squilificate , peccato che questa notizia non arrivera mai nemmeno se la trovassero con 2 motori 😀

  11. jack74

    25 novembre 2012 at 22:37

    ultime notizie dalle verifiche tecniche , trovate irregolari entrambe le rb8 , squalifica per vettel e webber , peccato che questa notizia non arrivera mai nemmeno se le due auto avesso 6 ruote

    • luca

      26 novembre 2012 at 14:24

      per jack 74

      ultime notizie dalle verifiche tecniche : un mentecato soprannominato jack 74 e’ stato visto nella sala del controllo che dava zuccate contro il muro perche’ disperato dalla vittoria di Vettel del mondiale.
      l’essere e’ stato trasportato al reparto psichiatrico avendo rotto completamente il muro!!!!

  12. luca

    26 novembre 2012 at 14:15

    per max bassanet

    rosicone = c……e ah ah ah ah ah
    la tua ferrari ieri ha fatto ….. acqua!!!! ah ah godo

    • Max Bassanet

      30 dicembre 2012 at 15:01

      meglio fare acqua ed essere onesti che vincere rubando hahahahaha luca vedi di andare a quel posto haahahaha

  13. luca

    26 novembre 2012 at 14:31

    max bassanet o max cacca..net
    ah ah ah

    • Max Bassanet

      8 gennaio 2013 at 19:22

      senti luc fai meno lo spiritoso pezzo di …..

  14. luca

    26 novembre 2012 at 15:32

    LA SCUDERIA RED BULL – LA RENAULT – IL REPARTO CORSE DI RENAULT SPORT – I PILOTI SEBASTIAN VETTEL -MARK WEBBER – GLI INGEGNERI – I PROGETTISTI – E TUTTO LO’ STAFF RINGRAZIANO LA SCUDERIA FERRARI!!!!!
    IL TEAM REDBULL-RENAULT AUGURA LO’ STESSO DUELLO E LO’ STESSO RISULTATO FINALE PER IL CAMPIONATO DEL MONDO DEL 2013.
    UN GRAZIE DI NUOVO AL TEAM DEL CAVALLINO SPOMPATO!!!!

    • Max Bassanet

      26 dicembre 2012 at 20:18

      LA FIA RINGRAZIA IL TEAM RED BULL RACING PER LE MAZZETTE RICEVUTE AHAHAHAHAHAHHA
      luca non è che sembri ridicolo, LO SEI HHAHAHAAHAH

  15. lloris82

    26 novembre 2012 at 23:22

    Buona sera.
    Non ricordo chi, non ricordo dove, forse sul Clog del Sig. Turrini, qualcuno (se sta leggendo può, se vuole, farsi vivo) annunciò in tempi non sospetti, vale a dire prima del Gp dò Brazil, che sarebbe successo qualcosa di mai accaduto prima nella storia della F1.
    Effettivamente un botto come quello alla curva 4 tra Senna e Vettel non mi sembra abbia mai graziato nessuno…nella Storia…
    Nel mio piccolo non ricordo episodi analoghi se non forse con Villeneuve…o Nuvolari sebbene per guasti o altri motivi…
    Beh, con quel colpaccio, Vettel ha vinto il mondiale già dopo un giro…un predestinato.
    In altri termini Seb c’ha più culo che anima, sebbene il talento sia immenso.(con 3 iridati penso che ci sia più nulla da discutere)
    Alonso è stato grandissimo, il vincitore morale…veloce quasi tutto l’anno su di una Ferrari non lenta quanto si è scritto , ed opportunista incredibile ad ogni imprevisto.
    Gran bella stagione, mi sono divertito.
    Buona sera.

  16. Jonnif1

    28 novembre 2012 at 12:47

    Voglio ricordare a tutti i ferraristi , agli sportivi che amano questo sport la Formula 1 e che lo seguono da tanti anni , che questo pilotino come lo definite , ha una media vittorie per poco non uguale a quella di Schumacher e una media di pole position superiore a Senna , da quando è in Formula 1 con la Toro Rosso Ex Minardi , ha fatto ottavo posto in campionatocon 35 punti (vecchio punteggio ), vincendo a Monza ed esprimendosi nel team radio in italiano ,in classifica sopra il vostro campione della Ferrari , Alonso che all epoca era in Renault ,l anno dopo ha fatto secondo posto nel campionato del mondo , e poi li ha vinti tutti e tre mettendo record nel 2011 , di cosa stiamo parlando scusate ? sono 5 anni che corre in Formula 1 e nessuno ha fatto quanto lui , è di un altro livello , chi parla e lo critica lo fa solo per invidia , io sono orgoglioso per lui perchè fa sognare tifosi della Formula 1 come me , era dai tempi di Schumacher che non vedevo un pilota cosi ,complimenti !

  17. .

    6 febbraio 2015 at 16:12

    vai seb!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati