Ferrari: test a Barcellona con una vettura 2011

De la Rosa al volante della Rossa

Ferrari: test a Barcellona con una vettura 2011

La Ferrari ha provato questa settimana sul Circuito di Barcellona con una vettura 2011. Il test sarebbe stato svolto dal test driver Pedro de la Rosa con una F150° Italia.

Il test, presumibilmente incentrato sullo sviluppo delle gomme Pirelli 2014, è stato confermato dalla casa di Maranello.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

9 commenti
  1. principesco88

    27 Settembre 2013 at 11:14

    Potevate mettere Kobayashi…ma ammetto che De la Rosa è comunque un buon tester.

    • luciano

      27 Settembre 2013 at 11:22

      kobayashi non è un tester..corre nella categoria turismo..

      • stefanoabbadia

        27 Settembre 2013 at 12:49

        Ma qualche lettore e soprattutto i grandi boss della formula 1 si rendono conto di quanto è ridicola la situazione?
        hanno vietato i test in nome del contenimento dei costi (assurdo…i test erano l’unico modo vero e bellissimo di far progredire le vetture)
        ma permettono test con veture datate di almeno due anni, risultato:

        i team hanno e spendono milioni nello svilupparei simulatori…pazzesco…senza poi ottenere i risultati sperati…
        eppoi…gli estessi team svolgono questi test che alla fine costano come i precedenti ma con vetture vecchie senza probabilmente raccogliere dati precisi..ma spendendo magari milioni nell’elaborarli…ridicolooooooo

    • Nicola Mora

      27 Settembre 2013 at 11:49

      Lo hanno assunto per occuparsi di queste faccende. Non vedo perché dovrebbero mandare Kobayashi.

    • pippo

      27 Settembre 2013 at 14:04

      Stefano, giusta osservazione, dicono di far spendere meno, ed invece di risparmiare da un lato fanno spedere più soldi sulla riceca virtuale. E non solo, aumentano più le gare si aumentano i costi di gestione e dei materiali, proponendo 6 motori invece di 5.

  2. jack74

    27 Settembre 2013 at 11:35

    probabile che vogliano testare le gomme con il sistema push road all’anteriore perche con le pull road le attuali pirelli non funzionano , funzionavano con quelle di inizio stagione prima che la redde truffe facesse cambiare il regolamento per favorirla , le gomme non andavano cambiate

    • Nicola Mora

      27 Settembre 2013 at 11:55

      Non credo che il test sia limitato a un fattore di incompatibilità dello schema sospensivo con gli pèneumatici. Ovvero… la Ferrari a Singapore sembrava avere soprattutto problemi di trazione. Magari si sono accorti che lo schema meccanico dell’anteriore non dà abbastanza benefici in campo aerodinamico per rinunciare alle migliori prestazioni di un push-rod…. non credo che sia un problema di pneumatici ma un’attena analisi costi/benefici.
      Anche perché con i musi bassi della nuova stagione a venire uno schema pull-rod sarebbe molto meno complicato ed esasperato di quello attuale.

  3. jack74

    27 Settembre 2013 at 21:34

    no anteriore e posteriore devono essere equilbrati , se sull’anteriore non ce’ abbastanza carico sono costretti a bilanciare il posteriore con meno carico , eccoti li i problemi di trazione……

  4. Ros_Zeta

    29 Settembre 2013 at 23:36

    “visto che a pensare male si fa male ma a volte ci si azzecca” ma che cosa starà provando mai la Ferrari con De la rosa sulla F150 in quel di Barcellona e qualche tempo fa a Magny Cours?
    Da una vettura del 2011 ci sono pochi elementi comparativi utili (in particolare la fludodinamica dei gas di scarico è completamente diversa), le gomme sono esemplari dimostrativi e le sospensioni completamente diverse. Ma il motore ed il Kers è praticamente identico, o forse è meglio dire “era identico”!
    Altro elemento: da dove trae la sua fiducia nelle prossime gare il condottiero Alonso?
    C’è forse in serbo qualche novità??

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati