F1 | Polemiche su Verstappen dopo l’insulto a un commissario

Horner e Jos Verstappen difendono Max. Whiting: "Ha tagliato"

F1 | Polemiche su Verstappen dopo l’insulto a un commissario

Max Verstappen si è trovato nell’occhio del ciclone mediatico dopo aver insultato un commissario a seguito della penalizzazione subita ad Austin. Se in merito alla penalità inflitta al giovane olandese i pareri sono discordanti, più unanime è la condanna alle parole del pilota nel post gara, quando ha definito “idiota” la decisione presa dai commissari e in particolare uno di loro.

Il destinatario dell’epiteto di Max sarebbe l’australiano Garry Connelly, commissario spesso presente nei gran premi, accusato dal pilota della Red Bull di eccessiva durezza nei suoi confronti. “Mi sento derubato – ha detto a Sport Bild il giovane olandese – è un idiota che decide sempre contro di me!”

Ad appesantire la situazione nel post gara ci ha pensato anche il padre di Max, Jos Verstappen, che aveva postato sui social un’immagine in cui l’acronimo FIA stava per “Ferrari International Assistance“. A difendere il proprio pilota in merito alle sue dichiarazioni c’è stato anche Chris Horner, team principal della Red Bull, che in radio si era ampiamente congratulato con Max per il sorpasso: “Se Hamilton è autorizzato a criticare il presidente americano, allora un pilota frustrato è autorizzato a esprimere la propria opinione”.

A cercare di chiudere la vicenda una volta per tutte è invece Charlie Whiting, il direttore di gara, che difende l’operato dei commissari: “In tutti gli altri casi in cui i piloti hanno lasciato il circuito – ha spiegato Whiting – hanno percorso una distanza più lunga. Max invece ha tagliato l’angolo con tutte e quattro le ruote“.

Lorenzo Lucidi

F1 | Polemiche su Verstappen dopo l’insulto a un commissario
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

12 commenti
  1. Daytona

    24 ottobre 2017 at 12:08

    Lasciatelo 10 minuti in mano al commissario che ha insultato..che tra l’altro sarà un volontario non retribuito,magari gli fa capire cos’è l’educazione!

    • f1erally

      24 ottobre 2017 at 12:39

      deve essere pronto a litigare anche col padre subito dopo…

      padre e figlio sostanza umana zero . . .

  2. freddynofear

    24 ottobre 2017 at 12:30

    C’e’ qualcosa sui rapporti di forza e giochi di potere che mi sfugge: Verstappen fa manovre (non mi riferisco a questa, per cui l’evidenza sembra non essere più tale) e insulta l’autorità e non viene sanzionato, altri piloti invece in passato sono stati sanzionati per comportamenti analoghi. Come mai a lui è permesso più o meno tutto? E’ così tanto potente la Red Bull?

  3. maxxi60

    24 ottobre 2017 at 14:24

    Sarebbe ora che qualcuno cominciasse a prenderlo a calci in ulo.

  4. attilio

    24 ottobre 2017 at 14:36

    io credo che la colpa magggiore sia quella della Red Bull, in quanto al posto di fargli capire dove sbaglia e farlo crescere un pò meglio, lo vizia e gli da sempre ragione.
    E’ assolutamente sbagliato.

  5. attilio

    24 ottobre 2017 at 14:38

    Poi per quello che dice il Padre lascerei perdere.
    Si commenta da solo.

  6. Daytona

    24 ottobre 2017 at 18:15

    Non mi meraviglia che in Redbull lo difendano,abituati da sempre a rubare per loro passare fuori pista è normale!

  7. Magu

    24 ottobre 2017 at 21:51

    Mentre se ad offendere è Vettel ( lo ha fatto più volte sia contro colleghi e contro Whiting) ha delle attenuanti….complimenti per la coerenza

  8. Daytona

    25 ottobre 2017 at 08:04

    Coerenza??
    A Vettel ( e Raikkonen ) la FIA ha sempre fatto pagare tutto,anche quando non era colpa loro..questo moccioso la prima volta che viene giustamente penalizzato,fa il matto e insulta tutti ma non succede niente!
    È indifendibile,serve un trattamento stile Piquet con Salazar!

  9. assodipicche

    25 ottobre 2017 at 09:45

    Lo sport è disciplina. La F1 è uno Sport?? Max è un atleta o un ragazzino viziato da un padre che lo ha cresciuto così come appare e che ha avuto la FORTUNA di poter mangiare pane e motori sin dai primi passi. Se non sa guidare lui…

  10. attilio

    25 ottobre 2017 at 13:43

    Caro Magu, ti ricordo che a vettel non è stato risparmiato niente
    proprio lo scorso anno GP Mexico ( se ti ricordi il bambino capriccioso
    salto nel prato e tagliò due curve per non farsi superare da Vettel,
    e non restitui la posizione) vettel insulto charlie perchè non era
    intervenuto per far rispettare il regolamento. ti ricordo che vettel
    fu richiamato a parigi dalla FIA e dovette fare una lettera di scuse.
    in tutto questo inoltre aveva pienamente ragione ( non nell’insultare Charlie )
    ma per regolamento verstappen avrebbe dovuto dargli la posizione.
    questa è realtà non balle.
    poi ci sarebbe ancora molto da dire sul ragazzino, ma ripeto che la colpa
    maggiore e della Red Bull che ad ogni malefatta lo giustifica, al posto
    di farlo crescere con un pò più di intelligenza, fargli capire che non
    corre da solo, e che c’è un regolamento.
    poi che lui sia bravo nessuno lo discute.

  11. Magu

    25 ottobre 2017 at 13:45

    Non parlo della direzione gara..la penalità è giusta e l’ho scritto in altri post (se qualcuno ha avuto la pazienza di leggerli) parlo di chi inveisce contro Vetstappen o contro il padre ecc.nei post precedenti…Vettel ha mandato a quel paese o dato ruotate ai colleghi e mandato a quel paese in diretta tv Whiting e i post sono stati di tono completamente diversi…ci sono stati alcuni che si sono complimentati con Vettel….una offesa è una offesa e non la si può giustificare….

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati