F1 | Ferrari, Vettel sul minuto beccato all’Hungaroring: “Non è stata una sorpresa”

"Vorremmo costruire una monoposto più veloce in curva, ma non è facile trovare delle soluzioni magiche", ha detto il tedesco

F1 | Ferrari, Vettel sul minuto beccato all’Hungaroring: “Non è stata una sorpresa”

Il Gran Premio d’Ungheria ha palesato tutti i limiti tecnici della Ferrari che, su una pista tortuosa e lenta come quella dell’Hungaroring, ha rimediato oltre un minuto di distacco dalla Mercedes del vincitore Lewis Hamilton.

Nonostante il podio conquistato, il secondo consecutivo dopo la gara di Hockenheim, Sebastian Vettel ha sottolineato la mancata di ritmo della SF90 che ha costretto entrambi i piloti della Rossa a una difficile gara.

Abbiamo spinto, cercando di differenziare le strategie per provare a fare qualcosa di diverso, nel complesso ci mancava ritmo – ha detto il tedesco -. Non era la nostra pista, ci sono molte curve e poco rettilinei. Non posso essere felice perché non siamo stati veloci. Perdere 60 secondi in 70 giri è probabilmente giusto. Forse non abbiamo scelto la strategia più veloce in assoluto, ma nel complesso non siamo abbastanza veloci”.

Non è stata una sorpresa, lo sapevamo da tempo. Ora sta a noi risolvere i problemi nei prossimi due mesi, per cercare di fare la differenza verso la fine anno”, ha aggiunto Vettel.

Concludendo la propria analisi ha aggiunto:“Ora avrò un paio di giorni liberi e poi inizierò a prepararmi per Spa. Vorremmo costruire un’auto più veloce in curva, stiamo facendo tutto il possibile ma al momento non è abbastanza. Non è così facile trovare soluzioni magiche”.

Piero Ladisa


F1 | Ferrari, Vettel sul minuto beccato all’Hungaroring: “Non è stata una sorpresa”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

4 commenti
  1. idrija

    7 agosto 2019 at 21:41

    Red Bull le ha trovate…

  2. alonsosenna4

    8 agosto 2019 at 05:11

    Mo intanto x spa lasciate stare le soluzioni x andare forte nel lento che è veloce quindi dovrete essere veloci…almeno questo….speriamo che gli altri nn trovino velocità …senò è un cavolo e tutt’uno.

  3. Raphael

    8 agosto 2019 at 13:47

    Binotto ha ammesso che Mercedes (e immagino RB-Honda) ha reinventato il concetto di automobile, concetto che in Ferrari non riescono a copiare con quello che ora hanno in mano. Una ammissione di inferiorità tecnica e progettuale inequivocabile. Alla Ferrari devono imparare dai maestri, dopo si può parlare di vincere qualcosa.
    A Spa e Monza hanno poche probabilità di vincere, ora oltre alle due Mercedes c’è anche una RB-Honda davanti a loro, l’unica speranza è che per motivi di marketing gli avversari si facciano da parte per far avere alla F1 più risonanza mediatica con una Ferrari vincente.

  4. Roberto30000

    10 agosto 2019 at 17:51

    Bella corsa della ferrari, pensavo che finivavo a 1 giro

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati