Andretti favorevole al calendario a 21 gare

Il campione F1 '78 spera nella conferma del GP del Texas, ora in bilico per questioni economiche

Andretti favorevole al calendario a 21 gare

Il taglio dei fondi governativi causa il crollo delle vendite dei biglietti per l’edizione 2015, stravolta come noto dall’uragano Patricia, potrebbe costringere gli organizzatori del GP di Austin a rinunciare all’appuntamento clou con la F1 previsto qust’anno dal 21 al 23 ottobre.

Un’eventualità limite che in molti sperano di scongiurare. Ad esempio il campione del mondo ’78 Mario Andretti.

“Dopo tutti gli investimenti importanti per costruire strutture di alto livello sarebbe un peccato. Noi abbiamo bisogno di questa gara” – le sue parole a El Pais.

“L’interesse verso la categoria sta infatti crescendo e poi credo che lo stesso Circus necessiti di una piattaforma come quella statunitense. Per capirci, se guardiamo gli sponsor sulle monoposto hanno portata globale e la maggior parte fa business in America”.

Quindi sul grosso impegno richiesto al paddock a fronte di un calendario da 21 round il Piedone di Montona ha concluso favorevole: “In effetti si tratta di un grosso carico di lavoro, tuttavia consentirà una maggior esposizione mediatica e inoltre i piloti amano correre dunque non potranno che essere contenti. Personalmente lo considero un attestato di buona salute dello sport”.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati