F1 | Pagelle GP Spagna – Hamilton di strategia, Leclerc è straordinario

Verstappen fa il massimo, Sainz resta nel traffico

F1 | Pagelle GP Spagna – Hamilton di strategia, Leclerc è straordinario

Lewis Hamilton 9,5 Dà fondo a tutte le sue certezze tecniche per impostare una vittoria di intelligenza e strategia, coadiuvato dall’efficienza di una squadra (Mercedes voto 10) impeccabile. Esalta in qualifica, corre da primo della classe di domenica. Inarrestabile.

Max Verstappen 9,5 Di più non gli si può chiedere. Sta dando tutto se stesso per contrastare lo strapotere di Hamilton, in partenza è un dardo che acceca il sette volte campione del mondo, costretto letteralmente a farsi da parte. Lui è prontissimo, la Red Bull (poco reattiva al muretto) un po’ meno.

Valtteri Bottas 6,5 Si fa beffare da Leclerc all’esterno e le sue ambizioni – qualora ne coltivasse ancora – finiscono lì. Ma è la solita spalla perfetta per Hamilton, essenziale per la Mercedes che lo sfrutta per creare la superiorità numerica nel duello contro Verstappen.

Charles Leclerc 9,5 E’ tornata la “febbre Leclerc”, con Charles che fa saltare i tifosi sul divano, per i numeri in qualifica e in gara, per quella zampata all’esterno sulla Mercedes del malcapitato Bottas che ha il sapore di una rinascita, per una gara condotta all’attacco, gestendo la contempo in modo sublime le gomme, per un quarto posto, lì in mezzo ai grandi, che è un chiaro segnale di vitalità. Dategli la macchina, verrebbe da dire, sempre che qualcuno non si offenda.

Sergio Perez 5,5 In difficoltà in qualifica, rincorre in gara, dove pure fa il suo, ma è lui quello a mancare dei fab four. E pensare che è stato preso per aiutare Verstappen.

Daniel Ricciardo 7 Stavolta c’è, nonostante una McLaren non troppo a proprio agio nelle curve guidate del Montmelò, l’australiano è autore di una gara pulita, e riesce a tenersi dietro una Ferrari, qui più competitiva.

Carlos Sainz 6,5 Resta bloccato nel traffico, frustrato dall’impossibilità di avere pista libera, troppo lontano dal quel team mate che fa i numeri lì davanti. Eppure la gara nel complesso è buona, il passo c’è, deve lavorare sui dettagli per partire meglio, è fondamentale.

Lando Norris 6 Non brilla come nelle precedenti settimane. Ottavo, in sordina.

Esteban Ocon 7 Strepitoso quinto in griglia, la gara è decisamente più complicata, anche a causa della strategia. Ma ancora una volta è più veloce di Alonso.

Pierre Gasly 6 Rischia di compromettere tutto per un errore di posizionamento in griglia, poi è bravo a rimontare e passare Stroll, conquistando un punticino.

Lance Stroll 6 Il canadese è sicuramente arrembante. Bellissimo il suo sorpasso all’esterno ai danni di Alonso, si tiene dietro il compagno Vettel. Di poco fuori da una zona punti che avrebbe meritato.

Kimi Raikkonen 6 Unico a partire con le gomme medie, gara di sostanza, fatta di ritmo e gestione degli pneumatici.

Antonio Giovinazzi 6 L’Alfa Romeo gli tarpa le ali in modo sconsiderato, lui è un signore nel reagire con il sorriso. Resta comunque inaudito presentarsi al pit stop con una gomma sgonfia. Gara distrutta dal suo stesso team.

Sebastian Vettel 5,5 L’unica cosa che non va è quella di essere ancora una volta dietro a Stroll, ma ha mille attenuanti, tutte riassumibili nella pochezza di una Aston Martin che al momento della sua firma pareva destinata a ben altre imprese. Sembra passato dalla padella alla brace.

Fernando Alonso 5,5 Crolla negli ultimi giri a causa della strategia sballata, ma nel complesso non ha la velocità di Ocon, pur girando più o meno in fotocopia al francese sul passo. Dice di essersi comunque divertito in bagarre, contento lui..

Mick Schumacher 6,5 Non solo è di un altro livello rispetto a Mazepin ma riesce a tenersi una Williams dietro in qualifica. Cresce a vista d’occhio.

Nikita Mazepin 4 Si gira in testacoda, ostacola i colleghi, ignora le bandiere blu. Ma ha anche dei difetti.

Yuki Tsunoda 4,5 Per ora è più cattivo via radio che in pista. Gli serve tempo, per ora del funambolo ammirato in Bahrain non v’è traccia.

Altri: George Russell (6), Nicholas Latifi (5)

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati