Raikkonen: “Fuori dalla Q3 per scelta”

La Lotus a Sakhir conquista un 7° e un 11° posto in qualifica

La scuderia anglo-francese punta a un bel risultato in gara e sacrifica la Q3 per consentire a Raikkonen di salvare le gomme. Grosjean chiude al 7° posto ma avrebbe potuto far meglio
Raikkonen: “Fuori dalla Q3 per scelta”

La Lotus chiude al settimo posto la Q3 in Bahrein con Romain Grosjean, ma grazie a una tattica spavalda potrebbe recuperare molte posizioni anche con il grande escluso dell’ultima manche, Kimi Raikkonen.

“E’ stato un buon risultato per il team, siamo andati sempre fino al Q3 in ogni weekend di gara in questa stagione e penso che possiamo essere soddisfatti di come la vettura sta andando”, ha spiegato Grosjean. “Se avessi fatto un piccolo errore sul mio giro lanciato forse avrei potuto essere ancora di più in alto. C’è un grande contrasto qui rispetto alle condizioni che abbiamo visto in Cina, e penso che possiamo essere orgogliosi di come abbiamo adattato il setup. Oggi siamo stati forse un po’ più indietro di quanto avremmo voluto, ma il nostro passo di gara sembra buono e con i divari così ravvicinati domani dovrebbe essere molto interessante”, ha concluso il francese.

Kimi Raikkonen, 11° e fuori dalla Q3, invece spiega l’azzardo compiuto dalla Lotus, che la mette in buone condizioni per la gara: “Oggi eravamo molto competitivi e avremmo potuto facilmente andare fino alla sessione finale con un altro run, ma abbiamo pensato che valeva la pena correre il rischio di fare solo un giro in Q2 e salvare set di gomme nuove per la gara”, ha spiegato il finlandese. “Gestire le gomme sarà domani la priorità, così mentre si trattava di una scommessa entrare in Q3, si spera possa essere una strategia che pagherà in gara. Sapevamo che saremmo stati tutti vicini e, naturalmente, vogliamo sempre essere il più in alto possibile in griglia , ma c’erano due opzioni e siamo andati a fare quello che crediamo ci consentirà di ottenere il miglior risultato domenica. Non ci sono punti assegnati il sabato, quindi vediamo cosa succede domani”, ha concluso l’ex ferrarista.

Lorena Bianchi

Raikkonen: “Fuori dalla Q3 per scelta”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

16 commenti
  1. Enrico Carrossino

    21 aprile 2012 at 18:23

    Ste regole delle gomme non hanno senso… Gente che non scende in pista perchè deve risparmiare sulla gara… NONSENSE! Gomme libere (in monopolio) ma senza limiti…

  2. Gianluca RB

    21 aprile 2012 at 18:27

    nella foto-articolo trattasi di Grossjean

  3. giacomo

    21 aprile 2012 at 18:28

    domani in pochi giri( se non ci sono eventi straordinari) la Lotus di raikkonen supererà le vetture davanti( alonso compreso), poi si vedrà fin dove può arrivare; essendo veloce non dovrebbe avere troppe difficoltà nei sorpassi

    • Francesco

      21 aprile 2012 at 22:00

      (alonso compreso)… ah, beh, si, certo… facciamo così, diciamo che alonso rompe alla prima curva così kimi non deve nemmeno rompersi le palle di superarlo…

      ma siete veramente dei mentecatti, cosa vuol dire “alonso compreso”, se deve superare le vetture davanti e arrivare primo…

      gli stenderanno il tappeto rosso come devono fare con vettellino….

  4. angelo 84

    21 aprile 2012 at 18:36

    la lotus è abbastanza performante dietro a mclaren e red bull potrebbero essere loro

  5. DarioK

    21 aprile 2012 at 18:46

    pero’ che schifo, con queste regole della m….hia! Auto che non partecipano alla qualifica per risparmiare pneumatici! non bastassero congelamento motori drs e quantaltro!

    • Fernando

      21 aprile 2012 at 19:58

      Non posso che concordare con te e l’ho scritto anche nell’articolo dedicato alla Force India… non è possibile leggere simili dichiarazioni, figlie di un regolamento sportivo indegno e mediocre come chi lo ha preteso: Ecclestone e Todt dovrebbero sparire per sempre (e così anche il GP del Bahrein, visto il morto attorno al circuito negli incidenti…)

  6. Prost

    21 aprile 2012 at 19:01

    meglio GROSJEAN

  7. Alpha

    21 aprile 2012 at 19:53

    Mi ha stufato pesantemente questa “strategia” di rimanere ai box per preservare gli pneumatici… quanto vorrei che in F1 ci fossero set di gomme da qualifica cosi che non ci sia bisogno di risparmiare gomme per la gara!

  8. Stefano

    21 aprile 2012 at 20:34

    Che schifo!!!!!!

    Se domani effettivamente i treni nuovi saranno più determinanti della posizione in griglia c’è da linciare i signori della Pirelli e chi ha pensato tutta questa assurdità!!!

    Ciao,Stefano.

    • Gianluca RB

      21 aprile 2012 at 20:58

      più che altro devono cambiare questa regola.. soprattutto per quelli che vanno all’autodromo

      fare un giro cronometrato entro il 107% del Q3 per confermare la propria posizione, altrimenti penalità

    • Max (tifoso Ferrari)

      21 aprile 2012 at 21:15

      I signori della Pirelli hanno fatto quanto gli è stato chiesto. Informati!

      • Fernando

        22 aprile 2012 at 01:00

        Infatti: la Pirelli odia questo regolamento e lo dice ogni volta. Loro volevano fare una gomma capace di durare tutta la gara ed una gomma da riservare alle qualifiche, ma nonno Bernie e zio Todt si sono opposti… fortuna che ci avevano tolto i rifornimenti per vedere i sorpassi in pista ed invece…

  9. gianca

    21 aprile 2012 at 23:03

    Ma mica nessuno ha ordinato a kimi di risparmiare un treno di gomme, evidentemente ha pensato che era più conveniente così. Se avesse pensato di puntare alle prime 2 file sicuro che ci provava e non risparmiava il treno di gomme….
    Forse il più penalizzato è stato Rosberg che poteva puntare realmente alla pole, ma per risparmiare le gomme per domani ha fatto un solo tentativo in q3. Ma fa tutto parte del gioco, ognuno sfrutta quello che porta in pista, e non dimentichiamo che la gara è domani …
    Ad ogni modo non è colpa della pirelli, questa regola esiste da anni, ma quest’anno il vero fattore che ha cambiato le cose è il fatto che per fortuna sono tutti molto vicini, i distacchi di un secondo non esistono più, ora sono tutti appiccicati, al minimo errore si è fuori anche in q1 e q2, la scorsa gara è rimasto fuori dalla q3 vettel, oggi schumi non è passato in q2.
    invece per lo spettaccolo mi trovo d’accordo con gianlucaRB, almeno un giro entro un certo limite dovrebbe essere d’obbligo.

  10. Rumix

    23 aprile 2012 at 16:31

    prima ci si lamentava che tutto era deciso in qualifica, ora ci si lamenta che invece si possono seguire strategie diverse, sacrificando la qualifica per la gara, come accadeva in fondo quando non c’era la telemteria e la vettura andava settata durante le prove per trovare il compromesso tra prestazione sul giro e prestazione in gara.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati