Se n’è andato Bianchi

Era in coma dal 6 ottobre scorso

Se n’è andato Bianchi

Jules Bianchi non ce l’ha fatta. In lotta per la vita dall’ormai lontano 5 ottobre quando sul tracciato di Suzuka al volante della sua Marussia era finito rovinosamente contro una gru di soccorso, presente nella via di fuga per rimuovere la Sauber di Sutil, ha dovuto cedere.

Il suo cuore si è fermato venerdì sera anche se la famiglia ne ha dato notizia soltanto sabato mattina.

“Si è battuto fino alla fine – le parole che si leggono sul comunicato ufficiale – Il dolore che proviamo è immenso e indescrivibile”.

Del 25enne di Nizza vogliamo ricordare il sorriso e l’impresa fatta a Montecarlo l’anno scorso quando con la sua piccola M03 era riuscito ad entrare in zona punti.

Chiara Rainis

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

16 commenti
  1. gtv916c

    18 luglio 2015 at 08:59

    Ci mancherai. Ciao Jules.

  2. mauroo

    18 luglio 2015 at 09:10

    Riposa on pace…….

  3. aqua

    18 luglio 2015 at 09:11

    R.I.P. povero ragazzo andarsene così giovane per l’idiozia di altri.

  4. Agisette

    18 luglio 2015 at 09:13

    Purtroppo era nell’aria, dopo cosi tanti mesi di coma…
    Ma quando esce la notizia è sempre un duro tuffo al cuore.

    Pace all’anima.

    In bocca al Lupo Jules.

  5. kimi79raikkonen

    18 luglio 2015 at 09:47

    R.i.p Jules!

  6. pitstoppare

    18 luglio 2015 at 10:11

    La speranza è l’ultima a morire
    E questa notizia ha spento ogni singola speranza…
    R.I.P. JULES!

  7. marcograz

    18 luglio 2015 at 10:27

    Povero ragazzo, che brutta fine. RIP Jules

  8. Davide Alex

    18 luglio 2015 at 11:34

    Piuttosto che finisse come Eluana Englaro è stato meglio così, tuttavia dispiace, perdere la vita in questo modo, ad una così giovane età è terribile. Solidarietà alla famiglia.

  9. and.90

    18 luglio 2015 at 11:37

    Dopotutto, forse è meglio sia andata così… Piuttosto che un’esistenza in coma nel letto di un ospedale

  10. Daytona

    18 luglio 2015 at 12:39

    Bon voyage Jules!

  11. oniram

    18 luglio 2015 at 17:49

    Non ci sono parole, solo tristezza.
    Riposa in pace ragazzo gentile.

  12. mariosol

    18 luglio 2015 at 18:58

    anche se non era famoso come senna, aveva tutte le carte in regola per esserlo. Io speravo corresse con la Ferrari. Ora, sicuro, corre con gli angeli.
    Solidarietà alla famiglia.

  13. Underdog

    18 luglio 2015 at 20:25

    Che rabbia poteva essere un campione…
    Ricordo la sua amarezza quando la Ferrari investì su Vettel ma nello stesso tempo la sua passione per la rossa non gli tolse il sorriso…

  14. pippo

    18 luglio 2015 at 20:59

    Ciao Jules da oggi farai parte nell’olimpo dei campioni. .. Salutami Ayrton e Roland… addio….

  15. lor

    19 luglio 2015 at 05:51

    Ciao Jules. Non ho parole per esprimere la tristezza.

  16. frency

    19 luglio 2015 at 12:10

    si parla tanto di sicurezza poi fanno delle c…e terribili.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Se n’è andato Bianchi

Era in coma dal 6 ottobre scorso

di 18 luglio, 2015
Se n’è andato Bianchi

Jules Bianchi non ce l’ha fatta. In lotta per la vita dall’ormai lontano 5 ottobre quando sul tracciato di Suzuka al volante della sua Marussia era finito rovinosamente contro una gru di soccorso, presente nella via di fuga per rimuovere la Sauber di Sutil, ha dovuto cedere.

Il suo cuore si è fermato venerdì sera anche se la famiglia ne ha dato notizia soltanto sabato mattina.

“Si è battuto fino alla fine – le parole che si leggono sul comunicato ufficiale – Il dolore che proviamo è immenso e indescrivibile”.

Del 25enne di Nizza vogliamo ricordare il sorriso e l’impresa fatta a Montecarlo l’anno scorso quando con la sua piccola M03 era riuscito ad entrare in zona punti.

Chiara Rainis

http://f1grandprix.motorionline.com/se-ne-andato-bianchi/