Pagelle GP Abu Dhabi – Bottas vince indisturbato nell’ultimo giorno di scuola, Hamilton si accontenta, Vettel è terzo

Ultima gara senza troppe sorprese, male qualche giovanotto in rampa di lancio...

Pagelle GP Abu Dhabi – Bottas vince indisturbato nell’ultimo giorno di scuola, Hamilton si accontenta, Vettel è terzo

Bruttina e noiosa come nessun altra gara di questa interessante stagione, un ultimo giorno di scuola soporifero, GP di Abu Dhabi da 5 in pagella, per essere di manica larga.

Valtteri Bottas 10 Lo squillo all’ultimo atto dopo un finale di stagione opaco, il riscatto che gli serviva per dimostrare – in primis a se stesso – di meritare un volante ambito e blasonato come quello della Freccia d’argento. Pole e vittoria, in totale scioltezza, scortato da un Hamilton che si mette lì a fare un po’ di scena, senza mai provare veramente a impensierire il finlandese. Terza vittoria assoluta e stagionale. CONVINCENTE

Lewis Hamilton 8 Sembrava dover fare fuoco e fiamme, ribaltando Yas Marina a suo piacimento. Invece perde al sabato la pole e anche la vittoria, accontentandosi di fare per una volta lui da spalla al fidatissimo scudiero Valtteri. ORDINARIA AMMINISTRAZIONE

Sebastian Vettel 8 Troppo ampio il gap dalle Mercedes su questa pista per provare a dire la sua, a fare qualcosa, a mettersi di traverso ad una doppietta scritta. Chiude terzo, dietro ai mostri argentati, ma i venti secondi di distacco beccati sul traguardo fanno a pugni con la vittoria in Brasile. MONTAGNE ROSSE

Kimi Raikkonen 6 Quinto in qualifica e quarto in gara. Il ritiro di Ricciardo gli permette di guadagnare una posizione in pista e la quarta assoluta nel mondiale. Ma la sua gara è un onesto girovagare e nulla di più. MODESTO

Max Verstappen 6,5 Nelle fasi iniziali prova ad infastidire Raikkonen, poi si limita a seguirlo da vicino. Già proiettato sul 2018. PAUSA

Nico Hulkenberg 8 In una stagione difficile, condita da tanti problemi tecnici, il sesto posto al fotofinish è un premio meritato, che permette inoltre ad una Renault in crescita di scavalcare la Toro Rosso in classifica… MERITEVOLE

Sergio Perez e Esteban Ocon 7 Darsele per tutta la stagione, correndo in tandem, e fare la stessa cosa fino all’ultimo metro dell’ultima gara. BRAVI E COERENTI

Fernando Alonso 7,5 Chiude a punti, nono, l’ennesima stagione difficile del suo secondo mandato in McLaren. Stavolta si toglie lo sfizio di precedere sul traguardo l’ex amico-nemico Felipe Massa, che in Brasile aveva resistito a tutti i suoi attacchi. BATTAGLIERO

Felipe Massa 7  Si congeda dal Circus a testa alta su una pista che l’ha visto spesso protagonista di buone gare. Decimo in qualifica e in gara; oltre al risultato utile dà una bella lezione al giovanissimo compagno Stroll. IN FORMA

Romain Grosjean 6,5 Da sedicesimo a undicesimo, vince con stile un bel duello nelle prime fasi di gara con Stroll. POSITIVO

Stoffel Vandoorne 5 Negli Emirati è troppo lontano dal teammate per meritarsi la sufficienza. DA RIVEDERE

Daniel Ricciardo 8 In qualifica fa un mezzo miracolo frapponendosi tra le due Ferrari. Sfortunato in gara, il terzo ritiro nelle ultime quattro gare lo condanna al quinto posto in classifica Piloti. POLEMAN MORALE

Carlos Sainz 5,5 Non brilla come lo scatenato Hulkenberg, e le cose si fanno ancora più difficili se ai box ti avvitano male una gomma…In Renault lo ringraziano per il settimo posto ad Austin, risultato fondamentale per il sorpasso sull’acerrima rivale degli ultimi tempi, quella Toro Rosso portata in alto proprio da Carlos… DUE SQUADRE UNA CAPANNA

Pascal Wehrelin 6,5 Di fatto senza sedile per il 2018, riesce a tenersi dietro le due Toro Rosso e la Williams di Stroll, vetture certamente più performanti della sua Sauber. A TESTA ALTA

Pierre Gasly 4,5 Un talentino in rampa di lancio che compromette un GP già “tranquillo” di per sé andando in testacoda in una serie di curve non certo selettive… RIMANDATO

Lance Stroll 4 Ha fatto intravedere cose importanti, come il podio di Baku e il sesto posto in Messico, ma a Yas Marina ha faticato davvero troppo. Demolito da Massa e finito in coda al gruppo. ASSENTE NON GIUSTIFICATO

Altri: Marcus Ericsson (5); Kevin Magnussen (5); Brendon Hartley (6).

Antonino Rendina


Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

1 commento
  1. Paolo C.

    27 novembre 2017 at 15:53

    Spiace dirlo ma Toro rosso l’anno prossimo, grazie al mix di piloti, inesperti, e motore, Honda sono i candidati principali all’ultimo posto della classifica costruttori.

    Io mi sarei tenuto almeno Kvijat…

    Contenti loro

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Pagelle GP Abu Dhabi – Bottas vince indisturbato nell’ultimo giorno di scuola, Hamilton si accontenta, Vettel è terzo

Ultima gara senza troppe sorprese, male qualche giovanotto in rampa di lancio...

di 26 novembre, 2017
Pagelle GP Abu Dhabi – Bottas vince indisturbato nell’ultimo giorno di scuola, Hamilton si accontenta, Vettel è terzo

Bruttina e noiosa come nessun altra gara di questa interessante stagione, un ultimo giorno di scuola soporifero, GP di Abu Dhabi da 5 in pagella, per essere di manica larga.

Valtteri Bottas 10 Lo squillo all’ultimo atto dopo un finale di stagione opaco, il riscatto che gli serviva per dimostrare – in primis a se stesso – di meritare un volante ambito e blasonato come quello della Freccia d’argento. Pole e vittoria, in totale scioltezza, scortato da un Hamilton che si mette lì a fare un po’ di scena, senza mai provare veramente a impensierire il finlandese. Terza vittoria assoluta e stagionale. CONVINCENTE

Lewis Hamilton 8 Sembrava dover fare fuoco e fiamme, ribaltando Yas Marina a suo piacimento. Invece perde al sabato la pole e anche la vittoria, accontentandosi di fare per una volta lui da spalla al fidatissimo scudiero Valtteri. ORDINARIA AMMINISTRAZIONE

Sebastian Vettel 8 Troppo ampio il gap dalle Mercedes su questa pista per provare a dire la sua, a fare qualcosa, a mettersi di traverso ad una doppietta scritta. Chiude terzo, dietro ai mostri argentati, ma i venti secondi di distacco beccati sul traguardo fanno a pugni con la vittoria in Brasile. MONTAGNE ROSSE

Kimi Raikkonen 6 Quinto in qualifica e quarto in gara. Il ritiro di Ricciardo gli permette di guadagnare una posizione in pista e la quarta assoluta nel mondiale. Ma la sua gara è un onesto girovagare e nulla di più. MODESTO

Max Verstappen 6,5 Nelle fasi iniziali prova ad infastidire Raikkonen, poi si limita a seguirlo da vicino. Già proiettato sul 2018. PAUSA

Nico Hulkenberg 8 In una stagione difficile, condita da tanti problemi tecnici, il sesto posto al fotofinish è un premio meritato, che permette inoltre ad una Renault in crescita di scavalcare la Toro Rosso in classifica… MERITEVOLE

Sergio Perez e Esteban Ocon 7 Darsele per tutta la stagione, correndo in tandem, e fare la stessa cosa fino all’ultimo metro dell’ultima gara. BRAVI E COERENTI

Fernando Alonso 7,5 Chiude a punti, nono, l’ennesima stagione difficile del suo secondo mandato in McLaren. Stavolta si toglie lo sfizio di precedere sul traguardo l’ex amico-nemico Felipe Massa, che in Brasile aveva resistito a tutti i suoi attacchi. BATTAGLIERO

Felipe Massa 7  Si congeda dal Circus a testa alta su una pista che l’ha visto spesso protagonista di buone gare. Decimo in qualifica e in gara; oltre al risultato utile dà una bella lezione al giovanissimo compagno Stroll. IN FORMA

Romain Grosjean 6,5 Da sedicesimo a undicesimo, vince con stile un bel duello nelle prime fasi di gara con Stroll. POSITIVO

Stoffel Vandoorne 5 Negli Emirati è troppo lontano dal teammate per meritarsi la sufficienza. DA RIVEDERE

Daniel Ricciardo 8 In qualifica fa un mezzo miracolo frapponendosi tra le due Ferrari. Sfortunato in gara, il terzo ritiro nelle ultime quattro gare lo condanna al quinto posto in classifica Piloti. POLEMAN MORALE

Carlos Sainz 5,5 Non brilla come lo scatenato Hulkenberg, e le cose si fanno ancora più difficili se ai box ti avvitano male una gomma…In Renault lo ringraziano per il settimo posto ad Austin, risultato fondamentale per il sorpasso sull’acerrima rivale degli ultimi tempi, quella Toro Rosso portata in alto proprio da Carlos… DUE SQUADRE UNA CAPANNA

Pascal Wehrelin 6,5 Di fatto senza sedile per il 2018, riesce a tenersi dietro le due Toro Rosso e la Williams di Stroll, vetture certamente più performanti della sua Sauber. A TESTA ALTA

Pierre Gasly 4,5 Un talentino in rampa di lancio che compromette un GP già “tranquillo” di per sé andando in testacoda in una serie di curve non certo selettive… RIMANDATO

Lance Stroll 4 Ha fatto intravedere cose importanti, come il podio di Baku e il sesto posto in Messico, ma a Yas Marina ha faticato davvero troppo. Demolito da Massa e finito in coda al gruppo. ASSENTE NON GIUSTIFICATO

Altri: Marcus Ericsson (5); Kevin Magnussen (5); Brendon Hartley (6).

Antonino Rendina


http://f1grandprix.motorionline.com/pagelle-gp-abu-dhabi-bottas-vince-indisturbato-nellultimo-giorno-di-scuola-hamilton-si-accontenta-vettel-e-terzo/