Hamilton: “Non sento di dover parlare con Rosberg”

E sulla lotta per il secondo posto piloti l'iridato Mercedes ha fatto sapere che non aiuterà il compagno

Hamilton: “Non sento di dover parlare con Rosberg”

La guerra fredda scoppiata nel retro podio di Austin tra i piloti Mercedes con tanto di lancio e controlancio del cappellino per il sorpasso al limite di Hamilton su Rosberg alla prima curva potrebbe protrarsi ancora a lungo.

A dirlo appena arrivato a Mexico City lo stesso Lewis, che meno di una settimana fa si è laureato campione del mondo per la terza volta. “Io e Nico non ci siamo ancora parlati e sinceramente non credo ce ne sarà bisogno – le sue parole – Di carattere sono una persona accomodante quindi difficilmente ho problemi del genere. Forse il nostro capo Toto Wolff lo prenderà da parte per capire cosa gli sta passando per la testa, ma io non ho niente da aggiungere in proposito”.

Quindi su un suo eventuale ruolo di supporto al compagno di squadra, al momento in lotta con Vettel per la piazza d’onore della classifica generale, il britannico ha continuato piccato: “Dai vertici non mi hanno fatto alcuna richiesta. Io sono qui per vincere. La coppa costruttori è già nostra, dunque non vedo il motivo per cui dovrei dare una mano”.

Chiara Rainis

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

8 commenti
  1. morriss

    29 ottobre 2015 at 23:18

    ed in fondo non ha nessun torto. La mercedes lo paga (e profumatamente) x correre e possibilmente vincere. Cio che lui sta facendo egregiamente!!!

  2. pepiona

    29 ottobre 2015 at 23:24

    Cmq non mi venga a dire che lui e “accomodante” se mai Nico lo e stato con lui, e uno sbruffone!

  3. pippo

    30 ottobre 2015 at 09:10

    Chi sa se con Button faceva lo stesso ragionamento.

  4. MF

    30 ottobre 2015 at 09:12

    Se Rosberg la smette di scansarsi tutte le volte che siete vicini di gare ne finisci poche…non capisco perché Hamilton (e Ricciardo) possono fare cose che ad altri piloti non sono permesse.
    Premetto che io sarei x la lotta come ai vecchi tempi, ma se le regole vengono cambiate, tutti le devono rispettare.

  5. Federico Barone

    30 ottobre 2015 at 09:16

    Il problema è tutto di Rosberg. Hamilton non può risolverglielo.

  6. biker

    30 ottobre 2015 at 11:38

    Lewis, a Nico Parlargli In Pista Vedrai Che Capisce Chi e il DEMOLITION MAN. GO! GO! LEWIS

  7. andryz98

    30 ottobre 2015 at 17:18

    certo che diventa facile vincere se tutte le volte alla partenza Hamilton butta fuori Rosberg (come in Giappone). Inoltre in queste ultime gare Rosberg è sempre più veloce, a Sochi stava prendendo un discreto vantaggio e ad Austin se non era per la SC poteva solo pensare di prendere Vettel

    • Gianca

      30 ottobre 2015 at 17:53

      il problema di rosberg non è in pista, li è veloce quanto hamilton, è ai box che è nettamente inferiore…finchè lauda e wolf sono dalla parte di hamilton, rosberg non ha alcuna possibilità…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati