Hamilton insoddisfatto delle Pirelli

Per l'inglese della Mercedes limitano l'intraprendenza del pilota

Hamilton insoddisfatto delle Pirelli

Lewis Hamilton si è mostrato molto critico verso le gomme 2013 commissionate dal boss del Circus Bernie Ecclestone per dare una shakerata allo spettacolo. Parlando al sito f1i.com infatti, l’inglese ha definito la loro eccessiva e repentina usura un freno alla pura performance.

“Le nuove Pirelli ci stanno rendendo la vita dura – ha dichiarato – E’ davvero difficile farle durare e lo si è visto nel mio caso anche in Malesia. Così non si ha il piacere della corsa. Non si può neppure più attaccare ad ogni giro come prima, perché si ha paura del degrado. E’ come correre sempre al risparmio. La strategia ha preso il posto della prestazione”.

Chiara Rainis

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

56 commenti
  1. mattia

    31 marzo 2013 at 11:22

    Ma come…non era soltanto la Red Bull a lamentarsi?
    Non sarà mica che ‘ste nuove gomme fanno proprio “cacare”??!!
    Mah… Misteri della F1!
    😉

    Auguri di Buona Pasqua a tutti gli utenti!

    • TifosoRosso

      31 marzo 2013 at 14:18

      Veramente anche le pirelli del 2011 e 2012 fanno “cacare”, nel senso che non consentono ai piloti di qualità di spremerle per il 100% della gara.
      La RB ha attaccato le Pirelli dopo la prima gara solo ed esclusivamente per il proprio rendiconto personale, perchè sembrava che la RB non si adattasse bene a queste coperture, e non perchè fossero peggiori dal punto di vista sopra citato.

      Che non si difenda questo comportamento, dato che la RB ha agito solo per i propri interessi, e non per il bene generale della f1.

      E intanto la loro vettura, risultata irregolare in malesia, è stata ancora una volta graziata. perchè non si parla anche di questo?

      • easyman

        31 marzo 2013 at 14:26

        e come era irregolare? Chi te lo ha detto il piangione alonso? Strano che nessuno ma proprio nessuno ne parla, bhe tranne i soliti cosidetti tifosi ferrari che in realta sono solo tifosi di santanderlonso il mega loser.

      • TifosoRosso

        31 marzo 2013 at 14:45

        Che centra Alonso e Santander qui? Se proprio vuoi esercitati le mani per scrivere cacchiate, facci un piacere, e alla fine non premere invio.

      • mattia

        31 marzo 2013 at 15:16

        Il tuo è un ragionamento plausibile ma ora io mi chiedo:

        Chi agisce (o meglio dovrebbe agire)
        nell’interesse GENERALE della Formula 1?

        Risposta scontata: la FIA.

        Chiosa: siamo proprio sicuri che sia così??
        Controdeduzione: se così non fosse, chi dovrebbe fare l’INTERESSE GENERALE della F1??

        A tutti voi l’ardua sentenza…
        🙂

      • MotoreAsincronoTrifase

        1 aprile 2013 at 22:05

        irregolare? Fonte?

    • Frenk

      31 marzo 2013 at 17:33

      Ma è semplice,gomme uguali per tutti=pari opportunità=fai cacare tu.

      • mattia

        31 marzo 2013 at 18:02

        A matto!!!
        An vedi oh… Te se impijaaato er coso n’artra volta!!!

        Cambia barbiere e rasoio!!!
        😀
        😉

      • Frenk

        31 marzo 2013 at 19:26

        Sbrogliamelo tu,sciocca!

  2. Alessio_7

    31 marzo 2013 at 11:53

    essere costretti a “congelare” le posizioni perchè altrimenti rischi di non poter finire la gara… non poter fare più di 2 giri in qualifica altrimenti in gara devi cambiare gomme al secondo giro… bel concetto di spettacolo che hanno mr E ed Hembery.

    ma facciamo piuttosto gomme che offrono meno grip ma rimangano COSTANTI (per quanto possibile) per tutta la gara, così vediamo chi sà spingersi al limite senza commettere errori…

  3. Emanuele

    31 marzo 2013 at 12:05

    Anche io lo sostengo dall’inizio, non abbiamo visto nessuno in gara andare più veloce con le medie rispetto alle hard e questo vuol dire che nessuno spinge al 100% per il degrado eccessivo.
    Ora questa non é la f1 che voglio vedere dove si vince con le strategie ed i pit stop, voglio vedere che vince il più veloce.
    La ferrari dovrebbe essere la prima a lamentarsi visto che massa in malesia ha perso 30 secondi per aver distrutto le gomme intermedie in 2 giri, invece visto che red bull si é lamentata per prima ferrari deve fare il bastian contrario, ma non importa tanto é uguale per tutti il problema é solo per il tipo di spettacolo che vediamo.

  4. ale

    31 marzo 2013 at 12:19

    LE STESSE PAROLE CHE M.SCHUMACHER DISSE AL DIRETTORE SPORTIVO PIRELLI NEI TEST DEL MUGELLO 2012

    • MSC Crociere

      31 marzo 2013 at 16:34

      Gia’ peccato che allora la Mercedes si dissocio’ completamente dalle sue parole facendolo passare per pazzo visionario.. Scommetto che invece Hamilton sara’ appoggiato in pieno. Vigliacchi!

      • ale

        31 marzo 2013 at 19:07

        mah…io penso che non fu tanto la Mercedes a dissociarsi da Schumy, piuttosto è stato Ecclestone e Todt che hanno accettato di andare avanti senza pestarsi i piedi, la Pirelli ha semplicemente fatto pari pari quello che gli hanno chiesto di fare

        M.Schumacher era ancora il migliore, e l’inizio del 2012 (apparte le grandi sfortune tecniche, secondo me lo hanno boicottato) con il culmine della Pole a Monaco stava dimostrando che lui era sempre lui…..ma il problema a quel punto non erano più le gomme…ma Ecclestone che non voleva più Schumy nella F1 odierna….ed è una cosa tremenda…perchè fu proprio lui che lo richiamò insistentemente….vi ricordate che l’ex manager di Schumy disse che era apertamente contrario nel 2010?? sapeva già che quello era il rischio

        Hamilton…secondo me vincerà presto e non lo escludete completamente da questo mondiale, Aldo Costa e Bob Bell amano il suo modo di lavorare, che è simile a quello di Schumy ma con molta più propensione per indicare le giuste modifiche aerodinamiche

      • MSC Crociere

        31 marzo 2013 at 22:51

        Sul fatto che lui fosse il migliore non credo che in questo forum troverai utente che sia piu’ d’accordo di me..io mi riferivo a delle dichiarazioni mercedes, mi pare le avesse fatte Haug uscite subito dopo che Schumi si era lamentato. Semplicemente loro sostenevano che le Pirelli andassero benissimo e che non erano per niente un problema..
        Poi e’ normale che la Pirelli si limita a eseguire cio’ che gli viene richiesto ma se magari gia’ ad inizio 2012 qualcuno si fosse unito a Schumacher qualcosa sarebbe stato rivisto. Invece oggi le coperture durano ancora meno, segno che non si vuole proprio cambiare direzione.
        Schumacher boicottato dal sistema F1 non ho mai azzardato a pensarlo ma al giorno d’oggi nulla e’ impossibile..

    • Federico Barone

      1 aprile 2013 at 08:59

      Lasciamo stare Schumacher, per favore. Ormai è in pensione. Definitivamente. Non ritornerà più.

      • ale

        1 aprile 2013 at 17:33

        spero che Hamilton vinca, mi piace come guida (soprattutto) ma anche come lavora….insomma dopo 2 gare è già andato a podio, Rosberg no, questi i fatti

        vediamo come prosegue, ma credo che nell’arco di 4-5 massimo 6 gare vincerà, che succeda già in Cina? forse, ma non dimentichiamoci che Alonso è cmq in forma ed ha una macchina fortissima, per non parlare di Vettel

      • Federico Barone

        1 aprile 2013 at 19:49

        Anch’io apprezzo Hamilton per gli stessi motivi. Penso che, quando è nell’ambiente adatto, possa essere un valore aggiunto per il team.

        Però a Sepang anche Rosberg sarebbe andato a podio, se Ross non avesse parlato…

      • Federico Barone

        1 aprile 2013 at 20:36

        Anzi: È un valore aggiunto per il team.

      • MSC Crociere

        1 aprile 2013 at 23:13

        Sei tranquillamente libero di saltare i commenti su Schumacher se non ti piacciono..altrimenti facci l’abitudine, io non lo “lascerò stare”.

      • Federico Barone

        2 aprile 2013 at 08:34

        Ma nemmeno io. Se avrò voglia di commentare lo farò, se preferirò ignorarli farò diversamente.

        Come si fa a dimenticare Schumacher? Non ho nè la pretesa, nè il desiderio che sia così. Cerco di considerarlo solo quando è necessario.

  5. Raphael

    31 marzo 2013 at 12:37

    Ma quando mai si è visto cambiare gomme dopo 6 (sei!) giri dal via (più i giri di qualifica, ok) e a meno di 10 (dieci!) giri dalla fine.
    Ripeto, le Pirelli di F1 sono pneumatici da ciclomotore spacciati da competizione, la FIA gli ha chiesto pneumatici che si degradano velocemente, la Pirelli ha risposto con pneumatici che non solo si consumano velocemente ma che non reggono 2-3 giri di fila tirati al massimo, costringendo i piloti a passeggiare per il 90% della corsa, una cosa vergognosa, una cosa… italiana.

    • mattia

      31 marzo 2013 at 15:11

      Concordo su tutto eccetto un particolare:

      non italiana bensì… italiota!
      😉

  6. Angelus

    31 marzo 2013 at 13:23

    Si ma a quando la notizia dell’irregolarità di redbull Mercedes e Lotus? Si trova già in molti altri siti, forse la notizia più importante e qua ancora manca, una sveglia grazie

    • easyman

      31 marzo 2013 at 13:46

      e riecco “angelina” con le solite cagate. Povera angelina tutti che truffano nei confronti della ferrari. Che poveraccio che sei

    • easyman

      31 marzo 2013 at 14:08

      e in quale altri siti lo avresti letto? Nomi per favore o sei il solito buffone che scrive senza senso?

      • Rezz

        31 marzo 2013 at 15:10

        Caro easyman sei proprio una persona “piccola” sia per le battute (“angelina”… siamo nel 2013… sveglia!!!) sia per l’incapacità di cercare notizie da solo.
        Ecco qua la notizia:

        29 marzo 2013 16:44
        Red Bull, Mercedes e Lotus nel mirino della FIA?

        La notizia per il momento è rimasta sotto traccia. Nessuno ne ha ancora parlato, ma i commissari tecnici della FIA a Sepang avrebbero intimato a ben tre squadre di intervenire sulle loro monoposto prima del prossimo Gp della Cina, altrimenti verranno dichiarate illegali: si tratta di Red Bull Racing, Mercedes e Lotus. Durante le verifiche tecniche del Gp della Malesia, infatti, i tecnici della Federazione Internazionale hanno controllato i T-Tray delle varie macchine, vale a dire lo splitter che c’è sotto la scocca e i relativi “tiranti” per evitare la flessibilità del cucchiaio e sarebbero emerse indicazioni che quanto meno hanno fatto discutere. E non è un caso che sotto osservazione siano le prime quattro monoposto della classifica malese e quella del vincitore del Gp d’Australia…

        ASSETTO RAKE ESASPERATO Non è sfuggito agli uomini di Charlie Whiting in Australia che le macchine delle squadre top avevano un assetto rake piuttosto esasperato: vale a dire che l’ala anteriore, quando la vettura era in movimento risultava visimante più bassa, perché la F.1 assumeva un assetto picchiato, con l’anteriore più basso e il retrotreno visibilmente più alto.

        ALA BASSA E PIU’ PORTATA AL DIFFUSORE I vantaggi aerodinamici sono duplici: avere un profilo anteriore più radente il suolo permette di aumentare il carico e ribilanciare la monoposto che nel retrotreno, grazie all’azione della “minigonna termica” che si attiva, fra ruota posteriore e paratia dell’ala, con i gas di scarico soffianti, può assicurare una maggiore portata di flusso nel diffusore posteriore che può beneficiare di un maggiore effetto Venturi grazie all’assetto picchiato.

        NEL MIRINO C’E’ IL T-TRAY Tutto ciò è possibile perché lo splitter nel sotto scocca, il punto più basso della monoposto, deflette verso l’alto, evitando che il pattino di legno che si trova sotto il fondo possa consumarsi troppo, strisciando sull’asfalto della pista, determinando l’esclusione dalla gara (sono concessi 2 mm di usura). Charlie Whiting e Jo Bauer nel tempo hanno cambiato i controlli alle verifiche: inizialmente verificavano solo che il cucchiaio non flettesse verso il basso sigillando a terra il “becco”. E allora era comparsi i diversi tiranti che poi sono diventati i T-Tray, ma in una seconda fase hanno dovuto tenere d’occhio anche la deflessione dello splitter, proprio per evitare gli assetti rake troppo spinti.

        PIATTAFORMA MULTI FUNZIONALE Nel box di verifica della FIA c’è una piattaforma multi funzionale dove le monoposto vengono portate ad ogni Gp per i controlli. La F.1 viene posizionata esattamente con le ruote sulle quattro bilance. Dal fondo della dima vengono fatti sporgere dei perni in acciaio che sono posti in corrispondenza dei fori di fissaggio della tavola. Per effetto del peso della macchina valutabile in circa 580 kg (pilota + vettura devono essere 642 kg) la monoposto di “siede” sul piano di riferimento. È a questo punto che su un puntone idraulico viene applicato un carico di 200 kg che solleva lo splitter anteriore misurandone la deformazione con dei sensori.

        TRE MONOPOSTO NON IN REGOLA A SEPANG A Sepang ben tre monoposto non sarebbero state nelle tolleranze concesse dalle norme e sarebbero state invitate a mettersi a posto per il prossimo Gp che si disputerà in Cina. In sostanza la FIA ha intimato a tre squadre, che hanno corso in Malesia al di fuori delle regole, di rientrare nei limiti normativi per evitare una squalifica a Shanghai.

        RED BULL, LOTUS E MERCEDES NEL MIRINO? Ovviamente è partita la caccia alle streghe per scoprire quali sono i team coinvolti: nella lista pare ci siano la Red Bull che proprio a Sepang ha firmato una doppietta con la RB9, insieme a Lotus e Mercedes. Questa notizia è destinata a creare un polverone nel Circus: per qualcuno questa sarà una Pasqua di grande agitazione…

        Dove trovarla? Prova a googlelare: “mercedes lotus red bull t-tray” e avrai un’intera pagina di articoli tratti da siti diversi… anche internazionali.

      • Rezz

        31 marzo 2013 at 15:12

        La notizia è ripresa anche nei commenti di un altro articolo di questo sito:

        http://f1grandprix.motorionline.com/hamilton-al-momento-siamo-il-secondo-miglior-team/

      • Angelus

        31 marzo 2013 at 19:22

        rezz grazie per avergli risposto tu perché io non ho proprio la pazienza per rispondere a certi mentec@t.ti. Dico come come si fa a sparare sentenze senza prima aver alzato un pollice sulla tastiera del computer per cercare le notizie sopracitate. O qua “lo fa apposta” oppure è proprio un cogl.ion.e di livelli esagerati, scusate il linguaggio ma quando ce vo ce vo.

      • Angelus

        31 marzo 2013 at 19:33

        per easyman
        derapate
        blogF1
        racingworld
        sono solo alcuni, ti bastano?
        La prossima volta invece di dare fiato ai polmoni, o meglio scrivere bestialità, documentati e cerca, i pollici la dicono tutta sulla tua credibilità su questo blog..e la mia 😉

      • Angelus

        31 marzo 2013 at 19:35

        easyman non posso fare nomi perché altrimenti il commento viene bloccato? ma vero non ci arrivi?
        alzati il culetto e cerca tu stesso se ancora non ti bastano le informazioni che ti hanno servito.
        Inoltre i pollici la dicono tutta sulla tua credibilità su questo blog..e la mia 😉

      • Francesco

        1 aprile 2013 at 12:17

        @easyman, mi sa che il buffone sei tu, povero pirlone!!!

    • Emanuele

      31 marzo 2013 at 21:15

      Si ma prima di urlare al complotto aspettate che ci sia qualcosa di ufficiale per diversi motivi:
      Primo sono indiscrezioni, secondo i nomi lotus mercedes e red bull li hanno tirati fuori gli addetti ai lavori, potrebbero essere ferrari, mclaren e williams per quanto ne sappiamo e terzo se si crede a tutto quello che si legge nei vari siti ogni scuderia ha qualcosa di irregolare, come la presa d’aria ferrari e gli strani cavi che si sono visti ad alonso uscire dal musetto, i serbatoi con paratie verticali lous ecc.
      La veritá non la sappiamo ancora e la fia è l’organo che controlla eventuali irregolaritá, se non ci si fida non vedo perché investire milioni per partecipare a campionati truccati (questo vale per qualsiasi team)

      • Rezz

        31 marzo 2013 at 21:48

        E’ vero che non c’è nulla di ufficiale, ma la notizia rimbalza tra diversi siti. Questo non vuol dire che sia vera, ma SE lo fosse sarebbe uno scandalo (indipendentemente da quali sono le 3 scuderie coinvolte) perché alle scuderie sarebbe stato chiesto di mettersi a posto per il prossimo Gp… della serie: finché non mi beccano…

  7. Campioni88

    31 marzo 2013 at 13:29

    Durano più le mie scarpe che le gomme Pirelli.

  8. hamilton90

    31 marzo 2013 at 14:18

    ga straragione….i piloti velocissimi come hamilton vengono penalizzati…la f1 è velocita,spingere ogni limite in ogni giro…questa non è f1 ma un altro sport.

    • mattia

      31 marzo 2013 at 15:25

      A tutti gli UTENTI di questo Blog:

      Propongo un nuovo nome, più “approprieto” (come direbbe il buon L.Banfi), per la F1 2013:

      F 1ndurance
      😉

      Che ne dite?

      • Federico Barone

        1 aprile 2013 at 09:03

        Sono molti anni ormai che questa è una F1-wrestling. L’Endurance è una cosa seria, non paragonabile a questo circo.

  9. easyman

    31 marzo 2013 at 16:18

    X rezz, tutto questo romanzo per dire che non sono irregolari? Quanto tempo sprecato. In quanto a angelina, hai mai letto i suo commenti da ignorante su altre persone? No? Allora fatti gli affari tuoi.

    • reaper

      31 marzo 2013 at 16:26

      ma perché non sparisci?

      • easyman

        31 marzo 2013 at 17:21

        e perche non sparisci te? Ma forse è il tuo sito e blog? Fatti i caxxi tuoi

    • Rezz

      31 marzo 2013 at 16:44

      ” Allora fatti gli affari tuoi.”
      Cosa fai? Mi vuoi intimidire?

      I commenti stupidi e bigotti sono tali indipendentemente da chi li scrive ed a chi sono diretti…

  10. easyman

    31 marzo 2013 at 16:21

    x rezz, stai citando va bene, ma quali fonti? O è un segreto personale

    • Rezz

      31 marzo 2013 at 16:41

      Esiste il tasto “Rispondi” così trovo le tue risposte… ammesso che tu voglia che le legga.

      Comunque (e bastava leggere la mia risposta fino alla fine) basta googlare “mercedes lotus red bull t-tray” per trovare una pagina intera di siti che ne parlano…

      • Federico Barone

        1 aprile 2013 at 09:04

        O è troppo difficile, oppure costa una fatica immane.

    • Frenk

      31 marzo 2013 at 17:42

      @easyman .
      Pochi giorni fa dissi ad un SIGNORE(perchè tale si è dimostrato)che dopo un commento esiste un tasto “rispondi”,cliccandolo rispondi a quel commento in prima persona,diversamente ha il significato di uno che ti parla dàndoti le spalle,l’educazione come la matematica non è un’opinione.

    • Angelus

      31 marzo 2013 at 19:25

      @easyman ma tu lo fai apposta o vuoi solo fare alterare gli animi? Perché non ci credo che sei davvero così tonto, cioè non è un livello normale, non esiste sulla faccia della terra, puoi solo farlo apposta.

  11. anonima tifosa vettel

    31 marzo 2013 at 18:03

    BUONA PASQUA A TUTTI 😉 ..

  12. anonima tifosa vettel

    31 marzo 2013 at 18:14

    Dopo il GP della Malesia la FIA ha affermato che i team in questione non erano regolari, ma da Place de la Concorde non sono stati fatti nomi. Tuttavia, si è aperto il toto scommesse (SCOMMESSE e abbiamo detto tutto 😉 ): secondo alcuni addetti ai lavori, le squadre coinvolte sarebbero Red Bull, Mercedes e Lotus.

  13. anonima tifosa vettel

    31 marzo 2013 at 18:28

    Redazione ma e’ una foto tranquillissima che mostra solamente i cavi che escono dal musetto Ferrari moderazione di che?..Ok niente foto.. Dopo la Malesia se andiamo proprio a guardare troppe cose sono risultate strane,specialmente gli interrogativi sui cavi misteriosi della Ferrari che si sono visti sulla vettura dopo l’incidente di Alonso..

    • Jess

      31 marzo 2013 at 19:16

      Ti hanno cancellato la foto? cesto che se i moderatori cancellano una foto e permettono i commenti di “easyman” senza batter ciglio c’è qualcosa che non va! buona Pasqua

      • Angelus

        31 marzo 2013 at 19:27

        ahahahah ben detto, perfino le ruberie dei team hanno più senso dei suoi commenti lol

  14. Alien

    31 marzo 2013 at 20:10

    Dopo 4/5 giri le gomme cavolfiori son molliche di pane. Su tali briciole si fonda questo offensivo showbiz che pretende ancora di portare il nome di Formula 1. O stiamo al gioco e cerchiamo di intercettare quel minimo di agonismo puro; oppure se non sappiamo farci ingannare quel pò…il problema è nostro…ormai

  15. michele

    1 aprile 2013 at 18:59

    Pirelli Bubble Gum!!??

    Ti capisco Lew…ti capisco

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Hamilton insoddisfatto delle Pirelli

Per l'inglese della Mercedes limitano l'intraprendenza del pilota

di 31 marzo, 2013
Hamilton insoddisfatto delle Pirelli

Lewis Hamilton si è mostrato molto critico verso le gomme 2013 commissionate dal boss del Circus Bernie Ecclestone per dare una shakerata allo spettacolo. Parlando al sito f1i.com infatti, l’inglese ha definito la loro eccessiva e repentina usura un freno alla pura performance.

“Le nuove Pirelli ci stanno rendendo la vita dura – ha dichiarato – E’ davvero difficile farle durare e lo si è visto nel mio caso anche in Malesia. Così non si ha il piacere della corsa. Non si può neppure più attaccare ad ogni giro come prima, perché si ha paura del degrado. E’ come correre sempre al risparmio. La strategia ha preso il posto della prestazione”.

Chiara Rainis

http://f1grandprix.motorionline.com/hamilton-critica-le-pirelli/