Gran Premio di Malesia, Sepang: Anteprima ed orari del weekend

A Sepang la seconda tappa del mondiale di Formula 1 2012

Gran Premio di Malesia, Sepang: Anteprima ed orari del weekend

Archiviato da poco più di quarantotto ore il Gran Premio d’Australia, l’attenzione di tifosi, appassionati, tecnici e piloti si è già spostata in Malesia, dove il prossimo weekend sul tracciato di Sepang si disputerà la seconda prova del mondiale 2012.

Il circus si lascia alle spalle Melbourne e l’Australia con molte risposte ma anche con parecchi interrogativi. Il weekend australiano ha confermato quello che più o meno tutti sapevano, o quanto meno avevano intuito: la Red Bull non appare essere la mattatrice dei Gran Premi come lo scorso anno e la McLaren ha recuperato totalmente il gap e in Australia è apparsa addirittura davanti al team austriaco. Jenson Button si è imposto su Sebastian Vettel e sul compagno di squadra Hamilton che era scattato dalla pole. La Ferrari, invece, è in estrema difficoltà.

Durante le qualifiche sia Massa che Alonso sono stati eliminati al termine della Q2. Anche se c’è da dire che lo spagnolo ha commesso un errore insabbiandosi nella via di fuga della prima curva. Questo episodio gli è probabilmente costato l’esclusione dalla Q3. La prova negativa di Massa è invece tutta farina del suo sacco, il pilota brasiliano era semplicemente lento. Le cose per Massa si sono messe anche peggio in gara, dove invece Alonso, partito dodicesimo, è riuscito a rimontare fino al quinto posto.

Insomma, la casa di Maranello non ha certo cominciato il 2012 nel migliore dei modi, tutt’altro. I problemi sembrano essere sempre gli stessi: mancanza di carico aerodinamico e problemi con le gomme. La F2012, una vettura completamente nuova, non appare assolutamente in grado di sfidare la concorrenza di McLaren e Red Bull e deve guardarsi anche da team come Lotus e Mercedes.

Ci si aspettava di più però proprio dalla Mercedes e dalla Lotus. A loro scusante non bisogna dimenticare alcuni episodi sfortunati che sono accaduti in quel di Melbourne. Al sabato Raikkonen viene eliminato al Q1 per un fraintendimento con il muretto circa il tempo di uscita dai box per provare un giro cronometrato. In gara Grosjean, partito terzo, scatta abbastanza male e poi è costretto al ritiro per un contatto con Maldonado al secondo giro.

In casa Mercedes le cose sembrano essere messe meglio rispetto al 2011, ma a nostro giudizio è ancora presto per parlare. Vero, la casa di Stoccarda ha offerto una discreta prova in qualifica, con Schumacher qualificatosi in quarta posizione e Rosberg in settima, ma in gara le prestazioni sono crollate, e come per la Ferrari anche alla Mercedes il cruccio sono le gomme.

Il Gran Premio di Malesia sarà già l’occasione per meglio comprendere lo stato di forma dei vari team. Quello di Sepang è un tracciato molto tecnico, con ampi curvoni veloci in appoggio che mettono in risalto le caratteristiche aerodinamiche delle singole vetture. In più un elemento importantissimo in questa gara sarà la temperatura. In Malesia, in condizioni di gara asciutta, le squadre troveranno pressappoco le stesse temperature sull’asfalto che ci saranno nel corso dei Gran Premi che si disputeranno in Europa nel corso dell’estate.

Il mondo della Formula 1 è approdato per la prima volta in Malesia nel 1999 e da allora vi ha sempre fatto ritorno riscontrando una buona accoglienza da parte del pubblico locale. Per le prime due edizioni la gara era collocata in calendario ad Ottobre, ma a partire dal 2001 il Gran Premio si disputa sempre ad inizio mondiale come secondo o terzo appuntamento.

Trattandosi di un Gran Premio di recente introduzione non sono moltissimi gli eventi degni di nota accaduti nel corso degli anni. L’edizione inaugurale fu segnata dalle polemiche per la squalifica, poi annullata, delle due Ferrari per delle irregolarità tecniche circa i deviatori di flusso. Quella gara segnò, inoltre, il ritorno di Michael Schumacher in Formula 1 dopo l’incidente di Silverstone.

Da segnalare anche l’edizione del 2003 che vide la prima pole position di Fernando Alonso e la prima vittoria di Kimi Raikkonen. Caotico il Gran Premio del 2009 contraddistinto da un fortissimo nubifragio che costrinse gli organizzatori ad interrompere la gara e a dichiararla conclusa dopo trentuno giri assegnando così solo la metà dei punti messi in palio.

Le ultime due edizioni sono state terreno di conquista della Red Bull di Sebastian Vettel che, grazie all’ottima vettura progettata da Adrian Newey, si è trovato perfettamente a suo agio nel caldo torrido di Sepang.

Il Sepang International Circuit si trova a pochi chilometri di distanza dalla capitale della Malesia Kuala Lumpur. Costruito seguendo i più moderni standard nel 1999, è stato preso, negli anni a seguire, come modello di riferimento per tutti i nuovi circuiti in seguito realizzati dallo studio dell’architetto tedesco Hermann Tilke. Il tracciato è caratterizzato da una sede stradale ampissima, la più ampia dell’intero mondiale, e da un susseguirsi di curve molto veloci e due lunghi rettilinei che possono favorire i sorpassi.

L’asfalto è abbastanza viscido e mette a dura prova gli pnenumatici, tant’è che la Pirelli ha già comunicato che le due mescole che verranno utilizzare nel corso del weekend saranno le medie e le dure. Da non sottovalutare il gran caldo che rappresenta una vera sfida per i piloti che giungono il prima possibile sul posto proprio per abituare il fisico al clima molto umidio della Malesia. Sempre possibili i fortissimi temporali che caratterizzano il clima equatoriale del luogo.

Si arriva quindi al Gran Premio di Malesia per capire quanto più forte della Red Bull sia la McLaren e per vedere una prova d’orgoglio da parte di Lewis Hamilton che sul podio di Melbourne era davvero abbattuto. Molti occhi, ovviamente, saranno puntati sulla Ferrari in attesa di capire se il mondiale 2012 può già dirsi chiuso per il cavallino o se ci sono margini per un recupero.

Insomma, ci sono tutti gli ingredienti per una gara esplosiva!

Domenico Della Valle

INFO
Lunghezza del circuito: 5,543 km
Giri da percorrere: 56
Distanza totale: 310,408 km
Numero di curve: 15
Senso di marcia: orario
Mescole Pirelli: medie/dure
Apertura farfalla: 65% della percorrenza

RECORD
Giro prova: 1:32.582 – F Alonso – Renault – 2006
Giro gara: 1:34.223 – J Montoya – Williams BMW – 2004
Distanza: 1h30:40.529 – G Fisichella – Renault – 2006
Vittorie pilota: 3 – M Schumacher
Vittorie team: 5 – Ferrari
Pole pilota: 5 – M Schumacher
Pole team: 7 – Ferrari
Km in testa pilota: 815 – M Schumacher
Km in testa team: 1.491 – Ferrari
Migliori giri pilota: 2 – M Schumacher, M Hakkinen, J Montoya, M Webber
Migliori giri team: 4 – McLaren
Podi pilota: 5 – M Schumacher
Podi team: 11 – Ferrari
———-

Albo d’oro

01. 1999 E Irvine – Ferrari
02. 2000 M Schumacher – Ferrari
03. 2001 M Schumacher – Ferrari
04. 2002 R Schumacher – Williams BMW
05. 2003 K Raikkonen – McLaren Mercedes
06. 2004 M Schumacher – Ferrari
07. 2005 F Alonso – Renault
08. 2006 G Fisichella – Renault
09. 2007 F Alonso – McLaren Mercedes
10. 2008 K Raikkonen – Ferrari
11. 2009 J Button – Brawn Mercedes
12. 2010 S Vettel – Red Bull Renault
13. 2011 S Vettel – Red Bull Renault
———-

Orari del Gran Premio di Malesia

Venerdì 23 Marzo
10:00-11:30 (03:00-04:30) Prove Libere 1
14:00-15:30 (07:00-08:30) Prove Libere 2

Sabato 24 Marzo
13:00-14:00 (06:00-07:00) Prove Libere 3
16:00-17:00 (09:00-10:00) Qualifiche – Rai Due/Rai HD

Domenica 25 Marzo
16:00 (10:00) Gara – Rai Uno*/Rai HD

Tra parentesi gli orari italiani
*Dalle 10:50 su Rai Due

21st marzo, 2012

Tag:, , , , , , , ,

Lascia un commento

Devi eseguire il Login per pubblicare un commento.

Sondaggio F1

Miglior Pilota della Stagione 2014

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...
Orari e risultati: GP Abu Dhabi
GP
Venerdì 21 Novembre 2014
Prove Libere 1 10:00 - 11:30
Prove Libere 2 14:00 - 15:30
Sabato 22 Novembre 2014
Prove Libere 3 11:00 - 12:00
Qualifiche 14:00
Domenica 23 Novembre 2014
Gara 14:00
Meteo F1 GP Abu Dhabi
Calendario F1 2014
Listino Auto Nuove: Configura la tua Auto
F1 su Facebook: Diventa Fan
Copyright © 2011 Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini