Gp Montecarlo: Analisi del weekend

L'edizione 2015 verrà ricordata per l'errore del box Mercedes che ha dato la vittoria a Rosberg

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Gp Montecarlo: Analisi del weekend

Il gran premio di Monaco 2015 è stato sicuramente il più noioso della stagione: 78 giri di trenino che sicuramente hanno facilitato il sonno a molti dei telespettatori.

Esso verrà ricordato negli anni a venire solo ed esclusivamente per il clamoroso errore del muretto box Mercedes che ha privato Lewis Hamilton della quarta vittoria stagionale a causa dell’assurda decisione presa dal team di far rientrare il pilota inglese ai box per il cambio gomme una volta che la Safety Car è entrata in pista. Ciò ha permesso a Nico Rosberg di raccogliere una insperata vittoria caduta letteralmente dal cielo. Un brutto colpo per Hamilton che fino a quel momento aveva stradominato il week end monegasco e invece di colpo si è visto scivolare da un potenziale +27 sul compagno di squadra all’attuale +10. La rivalità in casa Mercedes rimane dunque ancora più viva, con Nico Rosberg che non si è fatto problemi ad esultare per la vittoria mentre il compagno di squadra era in un palese stato di profonda amarezza durante la cerimonia del podio e la conferenza stampa di rito. Una situazione bollente per il team che deve assolutamente riconquistare la fiducia dell’inglese e riflettere su quanto accaduto in modo che non si ripeta più. Per quanto possa sportivamente dispiacere per Hamilton, la Mercedes ci ha regalato un’emozione grazie alla quale varrà la pena ricordare questo gran premio.

In casa Ferrari la situazione è ben chiara: il team di Maranello è la seconda forza incontrastata mentre per quanto riguarda i piloti c’è da dire che Sebastian Vettel riesce ad ogni week end a raccogliere il massimo consentito dal potenziale della vettura, mentre Kimi Raikkonen fatica in qualifica ed è costretto ogni volta in gara a rimonte difficili. Il tedesco deve ringraziare la Mercedes per l’ottimo secondo posto conquistato, a margine di una gara in cui comunque è riuscito a rimanere sempre sotto i 2 secondi di distacco da Nico Rosberg. Kimi deve invece cercare di migliorare soprattutto in qualifica, perché finire sesti quando il tuo compagno di squadra va a podio non è mai un risultato soddisfacente per un pilota come il finlandese.

Buon week end per la Red Bull che è riuscita ad essere competitiva per la prima volta nella stagione, con Kvyat che grazie al quarto posto (ceduto da Ricciardo sul traguardo dopo che il russo si era fatto passare per concedere all’australiano la possibilità di rimontare su Hamilton e Vettel) ottiene il suo miglior risultato in carriera mentre il compagno Ricciardo si è fatto notare per una manovra molto al limite ai danni di Kimi Raikkonen che gli ha permesso di superarlo nelle fasi finali della gara. Il risultato ottenuto però non deve illudere il team che è ben conscio che i rettilinei del Canada torneranno di prepotenza a mettere in crisi la competitività ritrovata a Montecarlo.

Bel settimo posto per Perez che ancora una volta finisce davanti al compagno di squadra Hulkenberg, che ha chiuso ai margini della zona punti. Il messicano conferma il trend di questa stagione in cui riesce a stare spesso e volentieri davanti ad un appannato Nico Hulkenberg. Con i punti conquistati da Perez la Force India sale al sesto posto della classifica costruttori, in piena lotta con Sauber, Lotus e Toro Rosso per la quinta piazza.

Primi punti iridati per la Mclaren-Honda grazie all’ottavo posto ottenuto da Jenson Button. Un risultato che Fernando Alonso aveva pronosticato come possibile prima del week end e che sarebbe potuto essere migliore se l’ennesimo guasto non avesse costretto il pilota spagnolo al ritiro quando era in nona posizione, dopo che anche in qualifica lo spagnolo aveva patito problemi di affidabilità. Come per la Red Bull, il risultato ottenuto sulle stradine monegasche sarà molto difficile da replicare in Canada, in ogni caso la Mclaren può essere soddisfatta per aver interrotto il più lungo digiuno di punti della sua storia.

Stesso discorso per la Sauber che nelle ultime gare è stata in grande difficoltà, ma che nonostante una brutta qualifica in cui entrambi i piloti sono stati eliminati in Q3, è riuscita a cogliere punti grazie a Felipe Nasr che termina in nona posizione, mentre il compagno di squadra ha chiuso in tredicesima.

Per tutto il week end si è parlato di quanto Max Verstappen stesse ottenendo risultati sorprendenti durante le prove libere considerando che era al suo debutto assoluto sul tracciato monegasco. Alla fine però il compagno di squadra Carlos Sainz ha chiuso davanti in qualifica ed è rientrato in zona punti al termine della corsa portando la macchina al traguardo. Dioscorso diverso per Max che è stato protagonista di un incidente con Grosjean a Sainte Devote che lo ha costretto al ritiro. Fino a quel momento il giovane rookie stava conducendo una gran gara, compiendo anche sorpassi intelligenti sfruttando i doppiaggi di Vettel. Un vero peccato per l’olandese che ha ricevuto tante critiche, le quali secondo il sottoscritto forse sono un po’ fuori luogo perché comunque Verstappen ci ha provato e bisogna sempre apprezzare chi tenta un sorpasso, considerando poi che un sorpasso non rischioso a Montecarlo non esiste. Forse Felipe Massa, uno dei più critici nei confronti del giovane olandese, dovrebbe più pensare al pessimo week end per la Williams con Bottas e il brasiliano che hanno tagliato il traguardo quattordicesima e quindicesima posizione, consentendo la fuga solitaria alla Ferrari per la conquista del secondo posto nel mondiale costruttori.

Davide Gambardella

28th maggio, 2015

Tag:, , ,

Iscriviti al Canale YouTube:

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Lascia un commento

Devi eseguire il Login per pubblicare un commento.

Orari e risultati: GP Abu Dhabi
GP
Venerdì 24 Novembre 2017
Prove Libere 1 10:00 -11:30
Prove Libere 2 14:00 - 15:30
Sabato 25 Novembre 2017
Prove Libere 3 11:00 - 12:00
Qualifiche 14:00
Domenica 26 Novembre 2017
Gara 14:00
Meteo F1 GP Abu Dhabi
Calendario F1 2017
Listino Auto Nuove: Configura la tua Auto
F1 su Facebook: Diventa Fan
Copyright © 2011 Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini