Formula 1 | Red Bull, Verstappen si difende: “Non penso che io debba calmarmi”

L'olandese si fa scivolare addosso l'ondata di critiche ricevute dopo il crash con Vettel in Cina

Formula 1 | Red Bull, Verstappen si difende: “Non penso che io debba calmarmi”

L’incidente con Sebastian Vettel non porterà Max Verstappen a mutare il proprio atteggiamento in pista. Dopo essersi scusato con il pilota tedesco, ammettendo il proprio errore, l’olandese ha negato il bisogno di darsi una calmata: “È facile commentare. Al momento le cose non stanno andando come piacciono a me, ma ciò significa davvero che io debba calmarmi? Non la penso così. È davvero molto spiacevole che succedano queste cose, ma ho solo bisogno di analizzare tutto e provare a tornare più forte per la prossima gara” – ha risposto ai giornalisti il pilota della Red Bull dopo la gara di Shanghai.

In queste tre prime gare del 2018, Verstappen ha collezionato solo 18 punti, frutto del 5° posto di Melbourne, del ritiro di Sakhir e della 6ª piazza di Shanghai. Il rimpianto più grande, senza dubbio, è legato proprio all’ultimo Gran Premio in Cina, nel quale, senza lo scontro con Vettel e la conseguente penalità di 10 secondi, avrebbe potuto quantomeno ottenere un importante piazzamento a podio.

Formula 1 | Red Bull, Verstappen si difende: “Non penso che io debba calmarmi” 3.67/5 (73.33%) 3 votes
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

6 commenti
  1. recharbo

    16 aprile 2018 at 18:00

    Trovare se stessi non dovrebbe coinvolgere gli altri concorrenti facendo perdere punti preziosi .

    Buon pilota ma cervello sconnesso !

    • francof1

      16 aprile 2018 at 18:13

      Max Verstappen , che continua a fare il criminale col beneplacito della fia e dei commissari perchè con 10 secondi di penalita ci fanno un baffo devono essere piu pesanti ci vogliono almeno 30 secondi oppure una giornata di squalifica , se volete raddrizzarlo seno cvontinua a fare sembre le solite porcherie.questo finche qualche suo collega non lo prende a muso duro e glieli suona davvero

      • .. non è normale

        16 aprile 2018 at 19:21

        non capisco la mania del scontare la pena a fine gara, oltretutto con gasly nella stessa curva e stessa dinamica gli hanno fatto scontare la penalità subito. come al solito la ma-fia usa due pesi e due misure, e la dimostrazione è l’aiutino pirelli destinato alla mercedes. questa è la volta buona che mando a fanculo la F1.

      • rearweeldrive

        17 aprile 2018 at 02:00

        pienamente d’accordo.perchè a grosjean gli hanno dato in passato una giornata di squalifica in passato e a questo”figlio d’arte”solo 10 secondi da scontare pure a fine gara?più equità per favore!

  2. max02

    16 aprile 2018 at 20:48

    questa volta ha esagerato, altre volte non credo, sono cose che fanno anche altri. lui essendo molto aggressivo da noia a molti

    • Daytona

      17 aprile 2018 at 07:39

      Eh eh..da noia a tutti quelli che ha buttato fuori finora.
      Nella fattispecie un posto privilegiato spetta ai ferraristi, da sempre obiettivo del “fenomeno” olandese,ma ci possiamo mettere anche Perez,Grosjean,Ricciardo,Hamilton( che ha avuto solo fortuna..) e Sainz.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati