Formula 1 | Force India, Szafnauer: “Battere McLaren, Renault e Williams sarà difficile”

Il direttore operativo presenta il Mondiale 2018: "La nostra vettura dovrà avere il potenziale per ottenere qualche podio"

Formula 1 | Force India, Szafnauer: “Battere McLaren, Renault e Williams sarà difficile”

La Force India è pronta a difendere con il coltello tra i denti il ruolo di quarta forza del Mondiale agguantato nelle ultime due stagioni. Con il presumibile ritorno tra i top team della McLaren e l’altrettanto plausibile crescita di Renault e Williams, però, l’impresa non sarà affatto semplice: “Per noi sarebbe bello poter sviluppare la vettura sino al punto di avere un buon potenziale per ottenere qualche podio – ha dichiarato Otmar Szafnauer, direttore operativo della Force India, a Racer.com. “Se raggiungessimo questo obiettivo e ci avvicinassimo al terzo posto, confermando il quarto, penso che sarebbe un grande successo per la Force India.

Szafnauer ha poi fatto una breve disamina dei concorrenti più accreditati: “La McLaren con il loro nuovo partner motoristico, Renault, farà dei passi da gigante: è una delle principali minacce per noi. La Renault stessa ha investito ancora più risorse e ha lavorato duramente per recuperare: sono una grande scuderia con molte risorse e la stessa casa madre sta garantendo molte risorse per assicurarsi che il team di Formula 1 abbia successo. Anche come la Williams con Paddy Lowe e il loro nuovo capo dell’aerodinamica (Dirk de Beer, ndr): sarà la loro prima auto, dunque per noi battere tutte e tre quelle squadre sarà difficile”.

Alzare l’asticella, significherà accaparrarsi anche qualche podio, cosa mai accaduta nel 2017: “Penso che faremmo un bel colpo se li battessimo e finissimo al quarto posto: per batterli, penso che la nostra macchina abbia bisogno di avere il potenziale per ottenere il podio. Quindi, questo è un buon obiettivo, ed è quello che ci siamo prefissati. La concorrenza sarà ancora più competitiva quest’anno”.

Federico Martino

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati