Formula 1 | Alfa Romeo Sauber, Leclerc deluso: “Ritmo promettente, ma devo lavorare su me stesso”

Ericsson: "Frustrato perchè la Q2 era un obiettivo possibile"

Formula 1 | Alfa Romeo Sauber, Leclerc deluso: “Ritmo promettente, ma devo lavorare su me stesso”

Qualifica deludente per l’Alfa Romeo Sauber sul tracciato di Sakhir. Nonostante i passi in avanti compiuti rispetto al week-end di Melbourne, Charles Leclerc e Marcus Ericsson non sono riusciti a centrare l’accesso in Q2, chiudendo la qualifica di oggi in diciassettesima e diciannovesima posizione. Il monegasco, autore di buon fine settimana fino ad oggi, ha commesso un brutto errore nel corso dell’ultimo tentativo in Q1, vanificando ogni possibilità di passaggio del turno. Il team italo-elvetico si aspetta una domenica estremamente diversa e spera che il passo gara mostrato nella giornata di ieri aiuti i piloti a risalire la classifica dopo un sabato deludente.

Ecco le parole di Marcus Ericsson: Oggi abbiamo deciso con il team di concentrarci di più sulla preparazione per la gara e la FP3 è stata davvero una buona sessione. Sfortunatamente, non siamo stati in grado di fare quei piccoli passi in più verso la fine della Q1 come hanno fatto i nostri avversari. E’ un po’ deludente uscire in Q1 perché sentivamo che la Q2 era fattibile – ma alla fine è bello vedere che stiamo facendo progressi. Abbiamo lavorato tanto sul set-up di gara e mi aspetto di combattere durante la corsa di domani, perciò vediamo cosa sarà possibile”.

Qui invece le impressioni di Charles Leclerc: “Abbiamo avuto un buon venerdì, ma oggi è stato un po’ più difficile. L’equilibrio della macchina non era esattamente come volevo che fosse, ma penso di avere ancora un po’ di lavoro da fare per adattarmi a questo tipo di vettura. In particolare, devo imparare a guidare con più sottosterzo, con il quale sto facendo un po’ fatica al momento. Alla fine è stato un po’ frustrante, ma imparerò sicuramente da quest’esperienza e farò il mio meglio per tornare più forte nella gara di domani. Il ritmo che abbiamo mostrato ieri è promettente, perciò sarà importante fare una buona partenza e recuperare posizioni”.

Roberto Valenti

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Alfa Romeo Sauber

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Formula 1 | Alfa Romeo Sauber, Leclerc deluso: “Ritmo promettente, ma devo lavorare su me stesso”

Ericsson: "Frustrato perchè la Q2 era un obiettivo possibile"

Roberto Valenti
di 7 aprile, 2018
Formula 1 | Alfa Romeo Sauber, Leclerc deluso: “Ritmo promettente, ma devo lavorare su me stesso”

Qualifica deludente per l’Alfa Romeo Sauber sul tracciato di Sakhir. Nonostante i passi in avanti compiuti rispetto al week-end di Melbourne, Charles Leclerc e Marcus Ericsson non sono riusciti a centrare l’accesso in Q2, chiudendo la qualifica di oggi in diciassettesima e diciannovesima posizione. Il monegasco, autore di buon fine settimana fino ad oggi, ha commesso un brutto errore nel corso dell’ultimo tentativo in Q1, vanificando ogni possibilità di passaggio del turno. Il team italo-elvetico si aspetta una domenica estremamente diversa e spera che il passo gara mostrato nella giornata di ieri aiuti i piloti a risalire la classifica dopo un sabato deludente.

Ecco le parole di Marcus Ericsson: Oggi abbiamo deciso con il team di concentrarci di più sulla preparazione per la gara e la FP3 è stata davvero una buona sessione. Sfortunatamente, non siamo stati in grado di fare quei piccoli passi in più verso la fine della Q1 come hanno fatto i nostri avversari. E’ un po’ deludente uscire in Q1 perché sentivamo che la Q2 era fattibile – ma alla fine è bello vedere che stiamo facendo progressi. Abbiamo lavorato tanto sul set-up di gara e mi aspetto di combattere durante la corsa di domani, perciò vediamo cosa sarà possibile”.

Qui invece le impressioni di Charles Leclerc: “Abbiamo avuto un buon venerdì, ma oggi è stato un po’ più difficile. L’equilibrio della macchina non era esattamente come volevo che fosse, ma penso di avere ancora un po’ di lavoro da fare per adattarmi a questo tipo di vettura. In particolare, devo imparare a guidare con più sottosterzo, con il quale sto facendo un po’ fatica al momento. Alla fine è stato un po’ frustrante, ma imparerò sicuramente da quest’esperienza e farò il mio meglio per tornare più forte nella gara di domani. Il ritmo che abbiamo mostrato ieri è promettente, perciò sarà importante fare una buona partenza e recuperare posizioni”.

Roberto Valenti

http://f1grandprix.motorionline.com/formula-1-alfa-romeo-sauber-leclerc-deluso-ritmo-promettente-ma-devo-lavorare-su-me-stesso/